Pane alla curcuma e semi di papavero a lievitazione naturale

DSC_0557

Avete mai visto niente di più bello??? Io stessa sono rimasta senza parole quando mi sono trovata davanti questo spettacolo.

Lo so, chi si loda si sbroda 😉 ma credetemi, bisogna provarlo.

Quando ho preparato l’hummus, tra gli ingredienti era presente la curcuma, ho fatto fatica a reperirla e alla fine l’ho trovata da eataty a Roma.

Ho chiesto al direttore del negozio dove mi servo se poteva fare in modo di averla e nel giro di qualche giorno l’ho trovata nel reparto spezie, così ne ho fatta una bella scorta.

Tra tutte le preparazioni che si possono realizzare con la curcuma, ho voluto provare il pane che  come si può vedere dalle foto è piuttosto notevole.

Ovviamente oltre ad essere bello è anche buonissimo, anche senza alcun accompagnamento.

Il pane alla curcuma e semi di papavero a lievitazione naturale nasce così.

Ho utilizzato il lievito naturale ma nulla toglie che si possa sostituire con il più tradizionale lievito di birra, in questo modo i tempi di lievitazione si ridurrebbero notevolmente.

Questi gli ingredienti necessari per la realizzazione di due filoncini di pane:

200 grammi di licoli rinfrescata,

un chilogrammo di farina 0,

600 grammi di acqua tiepida,

5 cuccchiai di olio evo,

un cucchiaino raso di sale,

un cucchiaino colmo di curcuma,

un cucchiaino di miele,

semi di papavero.

Dopo aver rinfrescato la licoli e fatta maturare, mettiamola in un contenitore e versiamo l’acqua, appena tiepida, sciogliamo il lievito e versiamo l’olio, aggiungiamo la farina, il miele e la curcuma; cominciamo ad impastare e quando abbiamo amalgamato tutti gli ingredienti aggiungiamo anche il sale.

image

Impastiamo per 30 minuti circa, lavoro che si può fare anche con l’impastatrice, fino ad ottenere una pasta bella liscia e non dura.

image

Mettiamo la pasta nella ciotola, copriamo e lasciamo lievitare fino al raddoppio, a me ci sono volute 12 ore circa.

image

A questo prendiamo l’impasto, dividiamolo in due e facciamo le pieghe, formiamo i filoncini, distribuiamo i semi di papavero, pigiando per farli aderire e lasciamo che recuperino la lievitazione, sarà necessaria un’oretta nel forno con la luce accesa.

Io ho dimenticato di fare i tagli ma bisognerebbe, :-(.

image

Accendiamo il forno e portiamo la temperatura a 220°, oppure regolarsi con il proprio forno.

Posizionare un pentolino con acqua sul piano del forno, infornare e cuocere per 40/50 minuti circa, sempre in funzione del proprio forno.

Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia, attendere che sia completamente freddo prima di affettarlo.

DSC_0553

 

Precedente Crostatine con farciture varie Successivo Tiramisù alle fragole

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.