la caponata

image

 

Mia cugina ha sposato un siciliano e ha imparato a cucinare questo contorno della tradizione siciliana.

le ho chiesto di insegnare anche a me come si fa, ci vuole tempo e pazienza ma vale la pena.

il suggerimento è di farne una quantità importante perchè grazie alla presenza tra gli ingredienti dell’aceto e dello zucchero si conserva per qualche giorno in frigo e volendo si può congelare.

Dunque…

4/5 melanzane media grandezza, i gambi di un kg di sedano, 1 vasetto di capperi sottaceto, 400 gr di olive snocciolate, 50 gr di pinoli, una manciata di uvetta, 800 gr di pelati, 1 cipolla, 1 bicchiere di aceto, 5 cucchiai di zucchero, olio evo e sale.

Tagliare e tocchetti le melanzane,metterle sotto sale, sciacqurle e asciugarle; passarle in padella con l’olio e tenerle da parte; tagliare allo stesso modo il sedano e lessarlo appena prima di procedere alla cottura nell’olio; stessa cosa con le olive tagliate anch’esse a cui aggiungiamo i capperi scolati.

A parte prepariamo un sugo con i pomodori frullati, se si vuole si può utilizzare la passata ma io preferisco così, facendo imbiondire appena la cipolla facendo cuocere una decina di minuti.

Rovesciare tutte le verdure, continuare la cottura per venti minuti mescolando delicatamente. verso fine cottura aggiungere i pinoli, l’uvetta fatta rinvenire in acqua tiepida e strizzata, l’aceto e lo zucchero.

Lasciare quanto basta per far amalgamare i sapori e servire.

E’ buona calda, tiepida e fredda.

Così è un contorno speciale ma si può trasformala in un secondo di carne cuocendo in padella un coniglio tagliato a pezzi integrandolo alle verdure.

 

 

Precedente Crostata ricotta e confettura di more Successivo Polpette.....

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.