gelatina di melograno

image

Tra i frutti più affascinanti che la natura ci possa mettere a disposizione.
Come tutte le cose belle difficili e preziosi.

Ne ho conservati 2 per le feste natalizie, sono tra gli ingredienti che non possono mancare per augurare prosperità, e Dio sa quanto ce ne sia bisogno in questo momento…

Tra la raccolta e la preparazione il fine settimana è stato dedicato alla cura dei melograni.

Ho preparato la gelatina di melograno, che sarà l’argomento odierno e il liquore che posterò non appena sarà pronto.

Per la gelatina ho utilizzato 10 melograni, ho raccolto i chicchi e centrifugandoli, con la centrifuga di Silvia che neanche sapeva di averla :-), ho ricavato 600 gr di succo.

Ho scoperto sulla rete un sistema spettacolare per raccogliere i semini;
se qualcuno è interessato….a disposizione.

image

Ho filtrato il succo e versato in pentola aggiungendo 400 di zucchero,
ho lasciato cuocere per un’ora circa, ho ammollato la colla di pesce, 5 fogli, in acqua fredda,
l’ho strizzata e aggiunta allo sciroppo lasciando cuocere ancora per 15 minuti.

Ho invasato il liquido bollente e capovolto.
Questa mattina, ho etichettato i vasetti…. peccato pochi!!!!

image

Precedente Pastafrolla.....con burro e uova Successivo focaccia integrale imbottita

4 commenti su “gelatina di melograno

    • ritama il said:

      Ciao Clara, sei spudoratamente di parte…. grazie comunque!
      questo sistema, scoperto per caso è geniale…
      tagli le calottine alle due estreminta’ del frutto, lo tagli a metà in verticale da una estremità all’altra. Con una mano tieni la metà del melograno rovesciato e con l’altra con un cucchiaio ci batti sopra e fai cadere i semi in un recipiente.
      Il bello di questa operazione è che le pellicine non rendono amaro il succo come quando viene estratto con lo spremiagrumi e se ne cade qualche peaaetto si può eliminare facilmente. Prova, è semplice e veloce. 🙂 🙂 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.