Crostata monte bianco

Dolce dedicato a chi come me, ha preparato la crema di castagne.

Se ancora non lo avete fatto e avete a disposizione le castagne, fatela, è un lavoraccio ma ne vale la pena, credetemi.

Per chi invece ce l’ha a disposizione, coraggio, armiamoci di pazienza e realizziamo la crostata monte bianco.

image

Avevo pensato al monte bianco, semplicemente ma io non amo la meringa, anzi proprio non la soporto, così per dare anche una parte di croccante al dolce ho pensato alla crostata.

image

Semplice più che mai una volta che la crema di castagne è pronta.

Gli ingredienti necessari:

400 grammi di pasta frolla,

800 grammi di crema di castagne,

300 ml di panna fresca.

Prepariamo la pasta frolla:

250 grammi di farina,

175 grammi di burro,

60 grammi di zucchero,

una bustina di vanillina.

Impastiamo tutti gli ingredienti, anche con l’aiuto della planetaria, formiamo una palla liscia nel più breve tempo possibile, avvolgiamola nella pellicola e teniamola in frigo per almeno un’ora, meglio se di più.

Accendiamo il forno portandolo a 180°.

Prendiamo una teglia da crostata 24, rivestiamola con la pasta frolla.

Bucherelliamo base e cuociamola per 5/7 minuti.

image

Prendiamo la crema di castagne, ammorbidiamola con una spatola, incorporiamo cento grammi di panna e otterremo una crema morbida e facilmente spalmabile.

image

Riprendiamo la teglia con la pasta frolla, distribuiamo la crema di castagne e battiamo un pochino per livellarla.

Rimettiamola in forno e terminiamo la cottura per circa 30 minuti.

Prima di togliere la crostata dalla teglia aspettiamo che si raffreddi completamente.

image

Montiamo il resto della panna e lasciamola in frigo fino al completo raffreddamento della crostata.

image

Con l’aiuto del sac a poche distribuiamo la panna sulla crostata, et voilà, la crostata monte bianco è pronta, pronta per esse gustata.

Se pensiamo di non servirla subito, aggiungiamo lo strato di panna poco prima di farlo.

image

Suggerimento, invece della crostata si possono realizzare delle crostatine, stesso procedimento ma riducendo i tempi di cottura.

image

 

 

 

Precedente Ribollita Successivo Risotto spinaci stracchino e zafferano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.