Confettura di peperoncino variante 1

La confettura di peperoncino variante 1,uguale una delle confetture più stupefacenti, restano tutti a bocca aperta, prima e dopo averla assaggiata.

image

Riuscendo a reperire gli ingredienti in modo del tutto casuale, vengono fuori dei prodotti finiti imprevedibili, del resto il principio delle confetture e’ quello che si preparano con quanto  abbiamo a portata di mano, o che la natura ci mette a disposizione.

Ho raccolto i peperoncini che ho coltivato in terrazzo e contestualmente ho avuto in regalo due kg di bellissimi peperoni, non trattati.

Ho voluto sperimentare, modificando la confettura base.

Ho aggiunto degli ingredienti insoliti per un risultato eccellente, la quantità di peperoncino utilizzata piò variare in base al proprio gusto, s si apprezza più o meno il piccante.

Per quanto mi riguarda si deve sentire e gustata con formaggi dolci e semi stagionati è straordinaria.

Il procedimento per la realizzazione della confettura di peperoncino è semplice come tutte le conserve di questo tipo.

Se vogliamo replicarla procuriamoci i seguenti prodotti:

2 kg di peperoni rossi,
100 di peperoncino… Forte,
4 spicchi di aglio,
Un bicchierino di aceto balsamico,
800 gr di zucchero.

Lavare, tagliare a metà i peperoni, asportare il picciolo e i semi con i filamenti interni, tagliarli a pezzi.
In una pentola mettere i peperoni con parte dello zucchero e lasciare per una notte coperto con un panno, in questo modo i peperoni rilasceranno una grande quantità di liquido.

Scoliamo i peperoni ma non buttiamo il liquido, parte di questo ci potrebbe servire ancora.

Cominciare la cottura aggiungendo il resto dello zucchero, l’aglio e i peperoncini;
Dopo un’ora circa di cottura, frullare tutto con un frullatore ad immersione, controllare la densità e se necessario aggiungere un po del liquido lasciato da parte.

Versare l’aceto balsamico e lasciare cuocere ancora una mezz’ora affinché si sposino tutti i sapori.

image Invasare ancora bollente in vasi sterili, capovolgendoli sempre  fino a raffreddamento avvenuto.

Adatta ad accompagnare formaggi in genere ma si sposa benissimo, come detto sopra, con i formaggi freschi o media stagionatura. Da provare anche nelle grigliate.

Precedente Liquore di liquirizia Successivo Reginette zucchine, salsiccia e scamorza

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.