La Cardinale

image

Questa “cosa qua” io ce l’ho in testa da 15 anni, esattamente il tempo trascorso da quando l’ho mangiata in un ristorante attaccato al monastero di Santa Chiara, dove mi hanno portato degli amici di Avellino dopo essere stati a visitare la cappella di San Severo.

Mi è stata presentata con questo nome: la Cardinale e mi è rimasta impressa per tutto questo tempo.

Ho chiesto a molti napoletani se la conoscessero ma non ho trovato nessuno che ne avesse sentito parlare.

Nei miei ricordi era una bomba e ho cercato di replicarla per come la ricordavo.

Ho preso una mozzarella di bufala in provincia di Caserta, una graaande mozzarella.

Il resto degli ingredienti:
due fette di prosciutto cotto,
un pomodoro maturo,
un uovo,
farina qb,
pangrattato qb,
sale e pepe qb,
olio per friggere.

La mozzarella va scolata benissimo, lasciarla tutta la notte, va svuotata parzialmente, tagliando la calotta senza staccarla e operando dall’alto.
image

Si amalgamano la mozzarella ricavata dallo svuotamento, il pomodoro e il prosciutto cotto tutto tagliato a piccoli pezzi;
image
regolare di sale e riempire il vuoto della mozzarella, chiudere con la calotta.
image

Sbattere l’uovo, salare e pepare, infarinare la mozzarella ripiena,
image
passare nell’uovo e poi nel pangrattato.
image

Ripetere l’operazione uovo e pangrattato
image
e friggere in abbondante olio.
image

Mangiandola calda si ha una filatura esagerata ed è speciale, la difficoltà è nel tagliarla, per poterla fotografare ho dovuto aspettare che si raffreddasse.
image

Con questa ricetta partecipo al Contest

Terra di Fuoco

logo-terra-di-fuoco-1-

Precedente Confettura di prugne speziate Successivo Fiori di zucca fritti

4 commenti su “La Cardinale

  1. PAsta, patate e...fantasia il said:

    Fantasticaaaaaaaa! Mi sentito di questa bomba, se l’avessi saputo di sicuro l’avrei provata 😀 Un ristorante accanto a Santa Chiara?? Non mi viene proprio in mente… Sicuro che fosse da quelle parte o la vecchiaia inizia a prenderti ??? 😀 😀 😀 Bravissima, è nu spettacul sta muzzarell! 😉 :*

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.