Zabaione caldo all’arancia

Lo zabaione caldo all’arancia è un classico delle feste, per accompagnare i dolci secchi, a fine pasto oppure per una ricca colazione Natalizia.
Immaginate di trovarlo fumante sulla tavola apparecchiata per la prima colazione, invitante, profumato e si sa chi ben comincia…..
DSC_0923 zabaione
Possiamo prepararlo in anticipo, lasciarlo in frigo e utilizzarlo per la farcitura del pandoro o dei dolci in genere.
Suggerisco di  provarlo in entrambi i modi, tanto con tutti i giorni di festa non mancherà l’occasione per replicarlo.

Gli ingredienti necessari sono pochi e semplici, lo zucchero e le uova sono le costanti mentre la variabile è il liquore scelto che può essere sostituito dalla panna se non si amano i liquori.
Relativamente alle uova, consideriamo due tuorli per ogni persona e di seguito, in proporzione la quantità degli altri ingredienti.
Quindi ricapitolando, di seguito il necessario  per 2 persone:
4 tuorli 
60 g di zucchero 
5 mezzi gusci di uovo colmi di succo di arancia
3 mezzi gusci di uovo colmi di Cointreau.
 
1) Separare i tuorli dagli albumi.
 
2) Montare i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro.
 
3) Incorporare il cointreau e il succo di arancia.
 
4) Cuocere il composto a bagnomaria, mescolando con la frusta fino a che non si rapprenda.
 
5) Distribuire nelle coppette singole e decorare con la buccia dia arancia grattugiata.
Una ricetta datata che non conosce stagioni e non dimostra la propria età, sempre attualissima e molto apprezzata, una di quelle ricette che si fa fatica a capire quali siano le proprie origini ma si capisce benissimo perché piacesse così tanto da sopravvivere a tante altre che invece si sono perse strada facendo.
 
Come indicato all’inizio se si desidera gustare lo zabaione caldo è pronto, per accompagnare  biscotti secchi, tipo savoiardi, altrimenti tenere in frigo e servire freddo da mangiare a cucchiaiate, comunque vada, sarà un successo!!!!
Precedente Strudel di patate e prosciutto Successivo Tortine nutelline

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.