Crea sito

SeguiRicette Casalinghe

le ricette di casa mia

Pizza Romana Day prima edizione

Pizza Romana Day prima edizione

A tutti i terroni! A tutti i terroni! La Pizza Romana (si, proprio quella sottile, scrocchiarella, senza cornicione) non è una pizza fatta male!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vivo a Roma da 18 anni ormai, ed essendo di origini campane ho avuto grosse difficoltà ad accettare la pizza “romana”, per rendere l’idea lo prima volta che sono stata a mangiare la pizza a Roma semplicemente non l’ho mangiata….. ma stiamo parlando di diversi anni fa, quando il mondo era più piccolo e decisamente poco “social” e anche il mio palato poco sensibile.

Fortunatamente negli ultimi anni sono emersi molti locali (alcuni nuovi, alcuni storici) che hanno avuto la forza di affermare la pizza romana come “genere” allargando l’offerta anche alle pizze gourmet e da degustazione, farine di qualità, impasti lunghi, insomma passione, conoscenza, tecnica e un po’ di coraggio.

Proprio con questo spirito il 13 settembre si è svolto il primo #pizzaromanaday un evento Ideato da Agrodolce e realizzato con Repubblica Sapori e GreenStyle.

L’evento, che ha avuto come sponsor Birra del Borgo e Molini Pivetti ha coinvolto 20 pizzerie romane.

Io sono stata da 91 Bis, in via della Farnesina 91, zona Roma Nord.

Il locale, a due passi da Ponte Milvio (quartiere di tendenza, stracolmo di locali) si presenta accogliente ed informale.

Un team giovane e preparato che con molto entusiasmo presenta una cucina che va ben oltre le aspettative di una pizzeria.

Intanto parliamo della regina della serata, la pizza, ho apprezzato molto l’impasto, cosa non di certo scontata considerate le mie origini,

leggero e croccante, ma non secco, giusto di sale quindi molto gradevole come base per i condimenti tradizionali e quelli più innovativi.

La mia preferita è stata senza ombra di dubbio “La Saporita” una pizza bianca con fior di latte, gorgonzola, fiori di zucca, ‘nduja e finocchietto selvatico

Senza nulla togliere alla pizza una nota di merito va alla cucina, gli antipasti ci hanno davvero deliziato, soprattutto “la crocchetta al 91”

una deliziosa crocchetta di patate con guanciale, crema di pecorino, riduzione di vino rosso e misticanza saltata in padella

e il baccalà mantecato con prugne caramellata e crema di ‘nduja

Da riassaggiare sicuramente anche le olive ripiene di bollito di manzo e servite con una crema di zucchine alla scapece

Anche se vi verrà voglia di assaggiare tutto lasciato un posticino per il dolce che sarà la sorpresa finale, come questa deliziosa crostatina

con crema pasticcera,  pesche al vino rosso e menta

Anche l’offerta dei vini è interessante.

Un grande in bocca al lupo a tutto lo staff.

(Visited 138 times, 5 visits today)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*