Lo confesso, non sono molto brava a preparare dolci…. è più forte di me, faccio fatica a rispettare tutte le dosi e per i dolci questo è fondamentale…. ma non ho resistito, era troppa la voglia di mangiare i mostaccioli morbidi che a partire dai primi giorni di dicembre abbondano nelle pasticcerie del mio paese, e anche se ormai è possibile reperirli nei supermercati della capitale, si tratta pur sempre di prodotti industriali, quindi mi sono fatta coraggio, ho cercato, cercato, cercato, studiato, mischiato più ricette fino ad arrivare a quella che secondo me poteva avvicinarsi alle mie aspettative, e ve la propongo.

DSC_0884[1]

Inutile dire che in casa il profumo ha subito creato la calda atmosfera delle feste.

Con queste dosi ho fatto circa 36 mostaccioli piccoli:

200 grammi di farina 00

60 grammi di fecola di patate

30 grammi di cacao amaro

2 tazzine di caffè

90 grammi di miele

80 grammi di mandorle non pelata leggermente tostate e tritate grossolanamente (non ridotte a farina per intenderci, tipo granella)

50 grammi di olio di semi (mais o girasole)

80 grammi di zucchero semolato

liquore strega (fate voi, io ne ho messo un bel po’, quasi una tazzina)

mezza bustina di lievito per dolci

la buccia di un’arancia non trattata

aromi (il classico “pisto” se riuscite a trovarlo oppure io ho messo: cannella, noce moscata, anice, 1-2 goccie di aroma di mandorla amara, pochissima vaniglia, estratto o bacche)

Il resto è molto semplice, si mischia tutto insieme, io ho usato il kenwood con il gancio a K ma potete fare la classica fontana e mettere al centro i liquidi. Se il composto risulta troppo appiccicoso unite ancora un po’ di fecola, alla fine dovrà essere più morbido di una pasta frolla, ma lavorabile.

Lasciatelo riposare in frigo per una mezzora, stendetelo con il mattarello fino all’altezza che preferite, considerando che troppo sottile risulterà più secco, io l’ho lasciato abbastanza alto appena sotto ad un centimetro.

Tagliate a losanghe e disponete su carta forno, cuocete in forno a 180° dai 6 agli 8 minuti.

DSC_0877[1]

Una volta cotti saranno piuttosto morbidi fino a che sono caldi, quindi sfornateli con un po’ di attenzione, io ho usato una spatola da pasticcere per non fare danni e li ho messi a raffreddare su una griglia.

Mentre si raffreddano potete preparare la glassa, io ho usato

50 grammi di acqua

100 grammi di zucchero

200 grammi di cioccolato fondente

Ho fatto bollire l’acqua con lo zucchero, ho sciolto il cioccolato a bagnomaria e poi ho unito

ho passato i mostaccioli freddi nella glassa calda, tolto l’eccesso e messo ad asciugare su cartaforno per almeno un paio d’ore.

DSC_0879[1]

Una volta asciutti li ho messi in una scatola di latta e a distanza di qualche giorno sono ancora morbidi.

Oltre ad essere buoni, si prestano bene per confezionare dolci pensieri natalizi

DSC_0885[1]

Naturalmente se li preferite più friabili basterà cuocerli un minuto in più.

Buone feste a tutti

(Visited 1.898 times, 1 visits today)

Comments are closed.