Vivo a Roma da diversi anni ormai, esattamente 14 anni oggi, e una delle tradizioni preferite dei romani è la scampagnata del primo maggio a base di fave e pecorino, che detta così a molti potrà sembrare non particolarmente allettante (consumare le fave crude non piace a tutti) è per questo che ho reinterpretato questa tradizione in un piatto, i tagliolini fave e pecorino.

Il piatto è molto primaverile e facilissimo da preparare, la parte più laboriosa è sicuramente la preparazione delle fave, almeno 1 chilo per 4 persone, che vanno sbucciate completamente, togliendo anche la pellicina, naturalmente più piccole sono, più saranno tenere e dolci, ma maggiore fatica e pazienza richiederanno….

P1050686

Una volta pelate le fave fatele saltare velocemente in una padella con un buon olio extravergine d’olia e un cipollotto. Io ho usato anche la parte verde, fresca e croccante del cipollotto. Per quanto riguarda la cottura, è assolutamente una questione di gusti, potete allungare con un goccio d’acqua e portare a cottura ottenendo quasi una crema, io personalmente volevo richiamare la tradizione della fava cruda, quindi ho cotto solo il tempo necessario per ammorbidire il cipollotto, solo le fave più piccole si disfano, il gusto e la croccantezza resta netto.

P1050689

Ho poi cotto dei tagliolini, ma nulla toglie che si possano usare fettuccine, pappardelle o altro, scolati al dente li ho saltati velocemente insieme alle fave e serviti con la giusta dose di pepe nero macinato al momento e l’immancabile pecorino

P1050694

(Visited 2.958 times, 1 visits today)

Comments are closed.