Trofie con piselli, prosciutto crudo e crema di burrata

.I trulli di Alberobello
«Sotto ai trulli di Alberobello
trullallero lallero lallà.
Se percorri la terra pugliese
ad un tratto ti fermi a guardar
uno strano fiabesco paese
che ti sembra di sognar
hanno i tetti a forma di cono
nei cieli sereni di Alberobello
mentre guardi tu senti un monnello
che passa vicino cantando così…
Sotto ai trulli di Alberobello
che l’ha reso famoso nel mondo
non ha cuor chi non canta giocondotrofie-con-piselli-prosciutto-
trullallero lallero lallà…
Sotto ai trulli di Alberobello
s’è felici pur senza na lira
forse è colpa di un certo vinello
che fà dir trullallero lallà…
Guardando quei trulli
nei prati smaglianti di fior
(viva i fior)
si torna fanciulli
si crede alle favole ancor. »
1958 Festival di San Remo, di Ciocca e Bindi, cantata da Duo Fasano, A. Fierro, Trio Joyce


Preparazione delle trofie

Fate rosolare una piccola cipolla tagliata a fettine sottili in due cucchiai di olio extravergine di oliva, unite 100 gr di prosciutto crudo tagliato a cubetti e 150 gr di piselli lessati e fate cuocere per qualche minuto. Unite una foglia di alloro, un cucchiaino di origano fresco, regolate di sale e di pepe e fate cuocere per circa in quarto d’ora a fuoco moderato. Lessate 360 gr di trofie in acqua salata, scolatele, versatele in una ciotola ed unite alla pasta la salsa e 150 gr di crema di burrata¹. Mescolate rapidamente.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Polpette di caciocavallo Successivo Riso integrale al sugo di coniglio alla cacciatora

Lascia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.