Peperoni ripieni di Fricò, il Fricandò di Romagna, o il Pici paci di Morciano di R.

Sapori e colori dell’orto si fondono nel fricò o fricandò. E’ un piatto della cucina povera contadina e ne esistono versioni diverse, con ingredienti diversi, in tutte le regioni d’ Italia. In Romagna si usano principalmente zucchini di grosse dimensioni (ai quali vengono asportati i semi), melanzane, cipolla e pomodori. Ogni verdura nella quantità disponibile. Il fricò è ottimo come contorno e può essere usato per fare una frittata con le uova o come condimento per la pasta.
.

Ingredienti

Peperoni tanti quanti sono i commensali, 3 belle cipolle, 2 o 3 melanzane, 4 zucchini, 4 o 5 pomodori maturi ma tosti, sale e pepe, abbondante olio, formaggio tipo Asiago.

Preparazione

Preparate il fricò (o fricandò o pici paci)
Lavate bene le verdure e tagliatele a tocchetti. Passate ogni verdura in olio, in padella una per una: pronta la prima, toglietela dalla padella (tenendo questa leggermente inclinata), si mette la successiva fino a mettere i pomodori, che sono gli ultimi.
Riunite tutte le verdure in una padella, salate e pepate ed insaporite per una decina di minuti mescolando perchè non attacchino.

Preparare i peperoni:
lavateli, tagliateli in orrizzontale, togliete il torsolo e i semi e le parti bianche. Riempiteli con il fricò e bei pezzetti di formaggio.
Cuocete in forno già caldo a 230 gradi per 1 ora circa, o finchè i peperoni saranno appassiti. Lasciate riposare qualche minuto e servite caldo. 

fricò fricandò pici paci (2)

.

.

.

Vino

un buon bianco secco, corposo dal gusto asprigno: (Pignoletto dell’ Emilia) o anche un rosso giovane (Sangiovese di Romagna).

peperoni-ripieni-di-frico-di-romagna

 Il Fricò
È un trionfo di verdure, un accordo stupendo di sapori e colori.

Ingredienti

  • 3 belle cipolle
  • 2-3 melanzane
  • 4 zucchine
  • 2 peperoni
  • 4-5 bei pomodori maturi ma tosti
  • sale e pepe
  • olio abbondante

Le verdure – pomodori, melanzane, zucchine, peperoni e cipolle – si lavano, si tagliano a listarelle, si passano in padella una per una: pronta la prima, si toglie dalla padella (è sufficiente tenerla leggermente inclinata), al suo posto si mette la successiva e così via fino ai pomodori, che sono l’ultima. Poi, tutte insieme, si rimettono in padella, si salano e pepano, si portano a fi ne cottura, mescolando di frequente perché non attacchino.
Ottimo come contorno, il fricò è perfetto anche per preparare una frittata con le uova o per condire la pastasciutta.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Seitan pie in pasta sfoglia con funghi champignon fioroni Successivo Bomboniere a Punto Croce per la Comunione di Daniele

Lascia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.