La Torta paesana è una torta dolce di pane

torta paesana pane (2)

Per le ricette dedicate al riciclo degli avanzi, niente di meglio che questa torta povera, ma golosissima. È una torta di origine popolare, che troviamo un po’ dovunque, con vari nomi (Torta di Canegrate, Torta del Michelaccio, Paciarella, Torta nera) anche se, pare, arrivi dalla tradizione contadina della Lombardia (Canegrate è una cittadina in provincia di Milano).

In tutte le cucine povere, il pane è un ingrediente molto presente: pane come antipasto, pane come minestra, pane come dolce, bruschette all’aglio e olio, crostini con fegatini
Nel Rinascimento, alla corte di Lorenzo de’ Medici in Toscana, arrivò il pane azzimo (pane senza lievito) servito come base a pietanze di carne e di pesce ricche di spezie ed aromi. Le fette di pane venivano poi date al popolo che le usavano per la Minestra di pane e la Ribollita con cavolo nero.

Ingredienti e dosi per 4 persone

500 gr. di pane avanzato, 50 gr. di cacao amaro, 500 gr. di latte, 200 gr. di zucchero, 70 gr. di burro, 1 uovo, 70 gr. di mandorle pelate, 100 gr. di canditi misti a tocchetti, 1 pizzico di sale, 1 bicchiere scarso di rum.
.
Preparazione

Tagliate il pane a fette e mettetelo in una ciotola. Aggiungete il latte e mescolate finchè tutto il pane sarà bagnato. Lasciate riposare per non meno di un’ora: deve diventare una “pappa”.

Torta dolce di pane (3)t.di pane1Torta dolce di pane (2).t.dolce di pane

.

.

.

Infarinate bene i canditi e la frutta secca, così in cottura non affonderanno e si distribuiranno uniformemente. Aggiungete alla “pappa di pane” lo zucchero, il burro a temperatura ambiente e a fiocchi, l’uovo, il rum, i canditi, le mandorle e/o le noci ed il pizzico di sale.

Mescolate. Unite il cacao e mescolate per amalgamare bene il tutto.

t.dolce di pane (2) t.dolce di pane (3)t.dolce di pane (4)t.dolce di pane (6).

.

.

.

Versate il composto in una teglia foderata con carta da forno o imburrata (in questo caso meglio usare una teglia con cerniera). NON LIVELLARE. Ricoprire la superficie con qualche mandorla intera e zucchero. In tal modo, in cottura, si formerà una deliziosa crosticina. Quindi più zucchero si metterà e più la crosta sarà golosa.

.Cuocete in forno preriscaldato a 200 gradi per 30-40 minuti. Per verificare la cottura nfilate uno stecchino nell’impasto, se estraendolo sarà asciutto la torta è pronta.

Lasciate intiepidire la torta nel forno. Toglietela dalla teglia e fatela raffreddare su una griglia perchè asciughi bene.  Una volta raffreddata, se volete, spolverate con zucchero a velo vanigliato.

Vino

Albana amabile di Romagna, Vin Santo (Toscana), Elba Spumante (Toscana), Moscato (Piemonte – Lombardia), Moscato Passito di Pantelleria, Marsala soleras (Sicilia).

In alternativa al vino, data la presenza del rum per la preparazione della torta, non sarebbe male far seguire: un bicchierino di rum per gli adulti, ed un bicchiere di latte con una spolverata di cacao, in superficie, per i bimbi.

  • Il pane nella cucina povera della Toscana è un ingrediente molto presente. Pane come entrata, pane come minestra, pane come dolce, bruschette all’aglio e olio, crostini con fegatini.
torta paesana pane
Print Friendly, PDF & Email
Precedente Cavoli alla romagnola: Piadina romagnola farcita con verza e pancetta Successivo Ciambelline di San Martino con batate (anche dette patate dolci americane)

Lascia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.