Frittata con la mortadella

frittata con mortadella

La Mortadella Bologna è un prodotto di salumeria realizzato con carne di puro suino, finemente triturata, mescolata con lardo, leggermente aromatizzata con spezie, insaccata e cotta.

L’origine del nome “mortadella” è tuttora fonte di dibattito, ma risalirebbe all’epoca dell’Impero Romano. Secondo alcuni deriverebbe da mortarium (mortaio), l’utensile usato per schiacciare la carne di maiale; condividerebbe quindi l’etimo con la mortandela trentina (salume niente affatto simile).

La mortadella è un prodotto estremamente versatile e utilizzato in diverse preparazioni.Può essere consumata affettata abbinata con il pane o tagliata a cubetti come antipasto. E’ protagonista dei piatti della tradizione bolognese: è infatti un ingrediente del ripieno dei tortellini, frullata compone la “spuma di mortadella”, e nel Gran fritto alla Bolognese compare come ingrediente dello Stecco petroniano.

Ricicliamo gli avanzi

Ricetta facilissima e velocissima per riciclare avanzi di mortadella, o altri salumi, che sono lì in un angolo del frigo.

Frittata con la mortadella

Ingredienti per 4 persone

5 uova, 4 fette di mortadella tagliate spesse, 50 gr. di parmigiano (ma potete usare qualsiasi altro formaggio avanzato), sale, olio per friggere.

Preparazione

Tagliate le fette di mortadella a cubetti e grattugiate il formaggio.
In una scodella sbattete le uova con il formaggio grattugiato e, se volete, il sale (io non l’ho messo perchè mortadella e formaggio sono già saporiti!). Mescolate bene gli ingredienti. Unite la mortadella e mescolate nuovamente. Potete insaporire con una manciata di prezzemolo tritato.
In una padella fate scaldare molto bene l’olio, su fiamma vivace, e versatevi il composto, distribuendolo uniformemente. Mettete il coperchio per qualche minuto e, quando la superficie sarà abbastanza rassodata, rigirate la frittata aiutandovi con un coperchio o un piatto. Fate cuocere per qualche altro minuto.

mortadella_tn

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Castagne al rum Successivo Polpette di quinoa con zucchine e semi di lino e di sesamo

Lascia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.