Cavoli alla romagnola: Piadina romagnola farcita con verza e pancetta

piadina pancetta verza

Procuratevi un grosso cavolo verza. Toglietegli le foglie esterne più dure. Lavatelo e lessatelo in abbondante acqua salata. Scolatelo e fatelo raffreddare.

In una padella, intanto, fate soffriggere un cucchiaio di strutto o di burro con 2 spicchi d’aglio e 50 gr. di pancetta a pezzetti.

Aprite le foglie del cavolo. Tagliatele in pezzi piuttosto grandi e fatele rosolare con il soffritto, con il sale ed il pepe. Fate cuocere per circa 20 minuti mescolando spesso.

I cavoli accompagnati con la piadina sono una delle più antiche combinazioni della cucina romagnola.

La ricetta in dialetto romagnolo, Romagna in cucina 1998

cavoli romagnola piadina

La piadina romagnola: a sn. la riminese e a ds. la forlivese

piadina-pancetta-verza

La piadina romagnola

è un prodotto alimentare composto da una sfoglia di farina di grano, strutto od olio di oliva, bicarbonato o lievito, sale e acqua, che viene tradizionalmente cotta su un piatto di terracotta, detto teglia (teggia in romagnolo), ma oggi più comunemente viene cotta su piastre di metallo oppure su lastre di pietra refrattaria chiamate “testo” (test in dialetto). È, per dirla con Giovanni Pascoli, «il pane, anzi il cibo nazionale dei Romagnoli»: in realtà, lo era innanzitutto per i più poveri.

romagna crescione    kebab piada    piadina-salsiccia-e-cipolle

tortelli lastra     Piadina romagnola “imbottita”     piadina romagnola...natalizia

 

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Piadina romagnola con il formaggio Squäquaròn Successivo La Torta paesana è una torta dolce di pane

Lascia un commento

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.