Le nuvole o il fiocco di neve?

Le nuvole o il fiocco di neve? A Napoli in questo momento ci sono due dolci molto simili che lottano tra loro a suon di crema di latte e bontà. Questi due dolci sono prodotti da due pilastri della tradizione partenopea: la pasticceria Poppella e lo storico tarallificio Leopoldo, diventato da poco anche un’ottima pasticceria. Assaggiate entrambe queste semplici brioscine ripiene di soffice e deliziosa crema di latte io e le mie amiche abbiamo deciso di provare a riprodurle. Che dire? Risultato strepitoso sia per le nuvole che per il fiocco di neve. L’impasto semplice e pressoché identico, le creme entrambe vicine al 99% …mi tengo l’1% di margine giusto per modestia 😉  Qui vi presento le nuvole, qui invece troverete il fiocco di neve. Impasto e crema sono praticamente quasi identici con una sola differenza nella crema. Personalmente ho preferito le nuvole, ma va a gusto. Due dolci molto molto simili ed entrambi golosissimi!

Se il Paradiso tu vuoi toccare

una Nuvola devi mangiare!!

nuvole 4

Le nuvole

Ingredienti per 20 nuvole

Impasto

  • 125 gr di farina 00
  • 100 gr di farina manitoba
  • 40 gr di zucchero
  • 40 gr di burro
  • 8 gr di lievito di birra fresco
  • 85 gr di latte
  • 40 gr di acqua
  • una presa di sale
  • qualche goccia di aroma vaniglia Panenageli

Crema

  • 250 ml di latte intero
  • 2 cucchiai colmi di zucchero semolato (40 gr)
  • 2 cucchiai rasi di amido di mais (20 gr)
  • 300 ml di panna fresca
  • 2 cucchiai colmi di zucchero a velo (20 gr)
  • una fialetta di aroma vaniglia Panenageli

Per decorare

  • zucchero a velo

nuvole collage

Preparare l’impasto inserendo nella planetaria tutti gli ingredienti tranne il burro. Lavorare utilizzando la frusta K o foglia fino ad incordare. Quando l’impasto sarà incordato, aggiungere il burro (giusto tirato fuori dal frigo 10 minuti prima) in tre volte. Sostituire la frusta K con il gancio e lavorare per pochi minuti fino a rendere l’impasto molto elastico e morbidissimo. Lasciare lievitare fino a triplicare l’impasto dopodiché passare alla pezzatura. Dividere l’impasto in 20 pezzi da 20 gr ciascuno circa. Formare le palline pirlando benissimo ogni singolo pezzo. Mettere a lievitare le palline fino al raddoppio. Quando le palline saranno pronte, cuocere in forno statico a 175°  per circa 7 minuti. Controllare che l’interno sia cotto con uno stuzzicadenti. La cottura sarà veloce per la pezzatura ridotta.

le nuvole

Mentre l’impasto fa la sua prima lievitazione, preparare la crema di latte.

Mescolare lo zucchero con l’amido ed aggiungere il latte leggermente tiepido. Mettere sul fuoco e far addensare. La crema non diventerà molto soda, ma lo farà quando si sarà completamente raffreddata.

Quando la crema sarà freddissima, montare la panna fresca con lo zucchero a velo. Aggiungere alla crema la panna e la fialetta di aroma vaniglia, montando velocemente il tutto. La crema dovrà prendere molta aria per acquistare la classica consistenza nuvolosa.

le nuvole 2

Ed eccoci alla farcitura delle nuvole. Il trucco per avere delle perfette nuvole è farcirle calde! In questo modo la struttura della mollica cede e lascia tutto lo spazio necessario al ripieno. Ciò che vedete in foto non è una esagerazione, il dolce deve essere proprio così. Una leggera pasta intorno con una nuvola di ripieno interno.

Quindi, inserire la crema in una sac a poche con beccuccio liscio, praticare un piccolissimo foro alla base di ogni dolce e farcire. Capirete che di crema non ne entra più quando non potrete più fare pressione con la sac a poche. Le nuvole, inserendo la crema, si fredderanno quasi subito, a questo punto si può decorare con abbondante zucchero a velo e lasciarle riposare un’oretta a temperatura ambiente prima di servirle.

Una nuvola nuvolosissima e golosissima!

le nuvole 3

“COOKING CHALLENGE 2016 – sfida a 4 mani tra food blogger”

 

58 thoughts on “Le nuvole o il fiocco di neve?

  1. Ciao Clara….questa ricetta era un obbligo…
    Sognavo le tue nuvole appena le ho viste!!! Stamattina le ho preparate!! Unica pecca dovrò rimpastare xke sono andate a ruba a pranzo!!!! Un impasto semplice ed è un piacere formare le pezzature….complimentoni :-*

  2. Volevo chiederti ma quando unisco la panna alla crema devo farlo montando con il battitore o solo mescolando con una spatola? se monto, la panna non si smonta? grazie

    1. Ciao Sabrina, puoi inserire la panna come meglio ti trovi. Personalmente uso la spatola da pasticceria oppure la frusta della planetaria a velocità medio bassa, ma se preferisci puoi farlo anche a mano. Se ben montata, la panna non si smonta 😉

  3. Ciao ricetta molto golosa e semplice da fare, voglio provarla questo fine settimana ^_^
    solo una cosa, una volta ben raffreddati, si conservano in frigorifero o a temperatura ambiente e per quanto tempo?
    Grazie.

    1. Ciao e grazie! Se hai un clima fresco puoi conservare a temperatura ambiente, ma vanno consumate in giornata. Se hai un clima caldo, conservi in frigorifero e tiri fuori mezz’ora prima di servire. Sono comunque un impasto lievitato quindi vanno consumate al massimo in due giorni.

      1. Ok, grazie domani le provo 😛
        Scusa, un’ultima domanda: La crema, la posso preparare la sera prima (mi riferisco alla parte cotta della crema) così quando inserisco la panna ben montata è bella fredda e non rischio di far “sciogliere” la panna con il calore?
        Grazie ancora

  4. Ciao, potrei farle la sera prima e servirle il giorno dopo? Vorrei anche chiederti se posso farle più piccole (10-15 gr) e in questo caso come cambia la cottura in forno.grazie.

    1. Ciao Viola, sì puoi prepararle il giorno prima e conservarle in un contenitore chiuso in frigorifero. Poi le tiri fuori un 30ina di minuti prima di servirle e decorandole al momento con lo zucchero a velo. La pezzatura già è mignon ma sì, puoi farle di 15 gr volendo.. 10 veramente sarebbero troppo piccole. Calcola che una nuvola la finisci con tre morsetti 😉 Per la cottura dai un occhio già a 4 minuti, credo che in 5 saranno cotte.

  5. ciao, vorrei farle x domani, il problema è che nn ho trovato i pirottini di carta, posso farli in quelli di alluminio, usa e getta? se è si, li devo ungere con del burro? grazie!

  6. Ciao… le ho preparate ieri. Le ho fatte da 15 gr e si son cotte comunque in 8 min. Nonostante le abbia riempite quando erano ancora tiepide la crema non ha occupato tutto lo spazio… però per essere la prima volta sono soddisfatta. Buonissime. La prossima volta preparerò i fiocchi di neve. Grazie!

    1. Mi fa piacere che ti siano piaciute. La prossima volta non avere paura di farcire, spingi tanto la crema, le sentirai gonfiarsi tra le mani. Ricorda di farle riposare un attimo quando le sforni, le lasci intiepidire e poi le farcisci. Andrà sicuramente meglio 😉

  7. Buongiorno carissima, purtroppo sono alle prime armi con i lievitati e mi piacerebbe fare queste nuvole. Potresti dirmi i tempi indicativi delle due lievitazioni? Capisco che variano secondo la temperatura, però a me servono. Grazie!

  8. io le ho fatte diverse volte la crema e’ molto densa ma si scioglie con il calore della pasta e fuoriesce quasi tutta

    1. Ciao Annagrazia, c’è qualcosa di sbagliato allora nel procedimento della farcitura. Lascia intiepidire le nuvole, senza farle raffreddare completamente, e poi le farcisci. Tieni la crema in frigo fino al momento di farcire, se la crema la fai il giorno prima è ancora meglio.

  9. Ciao fatte tre giorni fa …come prima volta non male ma notavo che le brioscine erano piuttosto chiuse di pasta, non lasciavano lo spazio alla farcia pertanto l’impasto non si stendeva con la pressione della siringa.Cosa ne pensi?Grazie

    1. Ciao! In realtà vanno farcite calde ma non bollenti e la brioche è morbidissima, quindi l’interno cede molto bene. Probabilmente, se hai avuto un risultato diverso, ci sono stati problemi di lievitazione. Magari hanno lievitato poco o troppo. Dovrei vedere una foto delle brioches prima dell’infornata per aiutarti meglio.

    1. Ciao Laura, quando utilizzi il ventilato almeno 10° in meno per i lievitati, soprattutto quando hai pezzature così piccole. Controlla anche i minuti, è sempre indicativo sia il tempo che la temperatura comunque. Ogni forno cuoce diversamente. Magari prova con qualche pezzo prima e ricorda di annotare sempre la cottura perfetta del tuo forno 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.