Crostata all’olio extravergine di oliva con crema alla nocciola

Il piacere di mangiare una fetta di crostata con crema alla nocciola è un piacere unico ed insostituibile. Una ricetta, la mia, che non vi farà rinunciare a tale piacere ed avere sensi di colpa leggermente inferiori a quelli che, puntualmente, subentrano dopo aver mangiato un dolce. Una crostata di pasta frolla all’olio extravergine di oliva, la mia preferita,  leggera, croccante e delicata e dalla leggera nota di vaniglia. Una volta provata ci si innamora di questa ricetta e la frolla classica al burro verrà totalmente dimenticata. D’altronde, da brava italiana meridionalista, l’utilizzo del nostro tanto desiderato ed invidiato olio extravergine di oliva diventa quasi un must in tutte le ricette, dolci compresi. Io ho aromatizzato la frolla con la vaniglia, potete, però, utilizzare la classica scorza di limone per contrastare il sapore deciso dell’olio, motivo per il quale vi consiglio di utilizzare uno dal sapore delicato.
Ingredienti per una crostata di circa 26 cm di diametro:
  • 200 grammi di farina 00
  • 200 grammi di farina di riso
  • 50 grammi di fecola di patate
  • 180 grammi di zucchero semolato
  • 120 grammi di uova intere
  • i semi di una bacca di vaniglia o scorza di limone
  • 100 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 8 grammi di lievito per dolci
  • 400 grammi di crema alla nocciola

Preparazione:

Setacciare le farine con la fecola, il lievito, lo zucchero ed il sale. In una ciotola, mescolare le uova con l’olio e aggiungere i semini della vaniglia. Mescoliamo rapidamente con una frusta fino a creare una sorta di “maionese” e, successivamente, aggiungere gradatamente gli ingredienti secchi ed impastiamo rapidamente a mano. Ottenuto un panetto piuttosto unto e compatto, avvolgerlo nella carta forno e lasciamolo riposare in frigo per circa 1 ora. Oliare ed infarinare una teglia per crostate e rivestirla di pasta frolla con spessore di circa 0,5 cm. Adesso ci sono due scuole di pensiero per far rimanere morbida la crema di nocciole in cottura. La prima consiste nel cuocere la frolla a secco per i primi 20 minuti e, successivamente, aggiungere la crema di nocciole e le relative decorazioni della crostata e  cuocere per altri 10 minuti. La seconda consiste nel cuocere la crema di nocciole fin dall’inizio ma, per i primi 20 minuti, coprire con carta d’alluminio. Personalmente, preferisco il primo metodo ma, ritengo che anche il secondo sia valido. Lasciare raffreddare la crostata prima di servire. 
Precedente Crostata di ricotta casereccia Successivo Biscotti occhi di bue senza glutine

4 commenti su “Crostata all’olio extravergine di oliva con crema alla nocciola

  1. Ottima questa ricetta. Anche io quando posso sostituisco l'olio al burro nelle mie ricette.Ciao dato che sei uno dei follower del mio blog zuccherante.com, volevo segnalarti che l’indirizzo nuovo del blog è http://www.zuccheramente.net, qui: http://www.zuccheramente.net/newsletter/ puoi trovare la newletter e la pagina di Facebook https://www.facebook.com/zuccheramente?fref=ts Spero continuerai a seguirmi, io farò lo stesso. Grazie Federica

  2. Ottima questa ricetta. Anche io quando posso sostituisco l'olio al burro nelle mie ricette.Ciao dato che sei uno dei follower del mio blog zuccherante.com, volevo segnalarti che l’indirizzo nuovo del blog è http://www.zuccheramente.net, qui: http://www.zuccheramente.net/newsletter/ puoi trovare la newletter e la pagina di Facebook https://www.facebook.com/zuccheramente?fref=ts Spero continuerai a seguirmi, io farò lo stesso. Grazie Federica

  3. Ciao Federica, con molto piacere continuerò a seguirti. Mi sono iscritta alla tua newsletter e seguo la tua pagina Fb. Ti ringrazio e alla prossima!Mary

  4. Ciao Federica, con molto piacere continuerò a seguirti. Mi sono iscritta alla tua newsletter e seguo la tua pagina Fb. Ti ringrazio e alla prossima!Mary

I commenti sono chiusi.