Teglia di riso, patate e salmone fresco

Dopo cenette e pranzetti festivi vari, condivido un’idea per chi, come me, ha dei residui in frigo da smaltire al più presto. In realtà, non è una ricetta “innovativa” o degna di alta creatività culinaria, nonostante ciò, il risultato è stato più che apprezzato. Si tratta di una rivisitazione della oramai nota teglia barese di “Riso, patate e cozze”, sostituendo le cozze con il salmone fresco (ne avevo quintali in freezer) e adattando alcuni ingredienti secondo il mio gusto personale. E’, ovviamente, un piatto unico e adatto a questa breve pausa festiva prima dell’Epifania che porterà sicuramente l’ultima abbuffata :-D.

Ingredienti per 3 persone:
  • 3 pugnetti colmi di riso parboiled
  • 1 scalogno
  • 300 grammi di salmone fresco tagliato a tocchetti
  • prezzemolo fresco e rosmarino q.b.
  • pepe, olio extravergine di oliva q.b.
  • 10 pomodorini datterini
  • pangrattato e parmigiano grattuggiato q.b.
  • 1 kg di patate
  • 50 ml di vino bianco + acqua q.b. per la cottura
Preparazione:
Pulire le patate e tagliarle a fette sottili e metterle in una ciotola con acqua e qualche cubetto di ghiaccio. Nel frattempo, tritiamo lo scalogno e iniziamo a fare un primo strato nella teglia seguendo quest’ordine di ingredienti: 2/3 di scalogno tritato, metà dose di patate scolate, pepe, sale, parmigiano, prezzemolo e rosmarino tritati, 2/3 di pomodorini tagliati a metà, olio. Il secondo strato sarà costituito da: riso,  parmigiano, sale, pepe, olio. Il terzo strato: salmone, prezzemolo e rosmarino tritati, scalogno rimasto, parmigiano grattuggiato, parte dei pomodorini rimasti, sale, pepe. Ultimo strato: patate rimaste, prezzemolo e rosmarino tritati, pomodorini rimasti, sale, pepe, parmigiano grattuggiato e pangrattato, olio. Adesso, prendiamo un bicchiere da 100 ml e versiamo i 50 ml di vino e i restanti 50 ml di acqua leggermente salata (assaggiate durante la cottura, se occorre altro sale o meno). Iniziamo a riempire  lateralmente la teglia con l’acqua, quest’ultima dovrà ricoprire le patate appena, non inondarle. Poniamo il tutto su fiamma alta portando a bollore l’acqua. Dal bollore, mettere la teglia nel forno caldo a 200° sul piano basso del forno fino ad assorbimento dell’acqua. Il riso dovrà risultare al dente, qualora servisse, aggiungere altra acqua quanto basta per cuocere il riso. Quando l’acqua si sarà assorbita, accendiamo il grill e lasciamo dorare le patate.
Precedente Pandoro-chiffon alla vaniglia Successivo Pan di spagna (ricetta di Iginio Massari) con mele