Bensone leggero ricoperto di scaglie di cioccolato fondente

La ricetta che ora condividerò con voi è tipica di Modena e ho avuto il piacere di assaggiarla, seppur in una città diversa dalla principale, l’estate scorsa ed è stato subito amore. Si tratta del famoso “Bensone” ovvero una ciambella “dura”, anche se della classica ciambella non ha nulla in comune. Innanzitutto, la consistenza di questo dolce non è morbida, bensì dura e friabile come un biscotto, inoltre, la forma non corrisponde alla classica ciambella col buco ma è di forma ovale. Insomma, vi direte ma allora perchè la chiami ciambella? Non so rispondere a questa domanda ma vi posso assicurare che loro la definiscono così e che il sapore è davvero da provare almeno una volta nella vita. Io, ho assaggiato l’originale, al burro e farcita con crema alla nocciola e ricoperta di granella. Potete farcirla come meglio preferite o farla, come me, al naturale e ricoperta di granella di zucchero o lasciare spazio alla vs. fantasia. Nel mio caso, la fantasia ha dato vita ad un bensone vuoto, più leggero vista la sostituzione del burro con l’olio e ricoperto di zucchero semolato e cioccolato fondente. Ecco la ricetta :

Ingredienti :

● 200 gr di farina 00
● 100 gr di fecola
● 3 uova grandi
● 80 gr di olio di semi
● la scorza di un limone grattuggiata
● 1 bustina di lievito per dolci
● 125 gr di zucchero semolato
● 1 pizzico di sale
● latte q.b.
● cioccolato fondente grattuggiato q.b.

Preparazione :

Mescolare la farina con la fecola e il lievito e il sale. Fare un buco al centro e mettere le uova, il limone e l’olio. Impastiamo velocemente e otteniamo un panetto morbido e compatto. Se durante la lavorazione, l’impasto risultasse eccessivamente morbido, aggiungete un pugnetto di farina in più per raggiungere la giusta consistenza. Mettere la carta forno sulla placca e adagiare il bensone, modellandolo e facendogli assumere la caratteristica forma ovale. Spennellare con latte e ricoprire di zucchero semolato e cioccolato fondente grattuggiato. Infornare a 180 ° per circa 50 minuti o fino a doratura. Lasciate raffreddare prima di servirla e buon appetito!

Precedente Risotto al tonno e verdure mantecato al latte Successivo Alici in umido