Crostata con semola rimacinata e olio extravergine di oliva

Buongiorno a tutti!! Finalmente inizio a pubblicare le mie ricette e, anzichè partire dall’antipasto, oggi vi proporrò un dolce molto leggero e gustoso e adatto a chi, come me, è perennemente attenta alla linea ma non vuole rinunciare ad una bella fetta di crostata. La ricetta prevede l’uso dell’olio extravergine di oliva al posto del burro e l’utilizzo della semola rimacinata, a mio avviso, molto più digeribile della farina bianca. Io utilizzo una semola rimacinata specifica per frolle, biscotti e crostate ma va benissimo anche la semola sempre rimacinata che trovate nei supermercati. L’utilizzo della semola rende la pasta di una croccantezza e friabilità unica che mixate all’olio e allo zucchero di canna crea un mélange di gusti e odori irresistibile..ma che ve lo dico a fare??Inoltre è una pasta frolla che va benissimo per gli intolleranti al lattosio.

Ingredienti:

Per la frolla all’olio:

  • 350 gr. di semola rimacinata di grano duro
  • 125 gr. di zucchero di canna
  • 2 uova medio-grandi intere
  • 80 gr. di olio extravergine di oliva dal sapore leggero e fruttato 
  • 1 bustina di vanillina o scorza di limone grattuggiata

Per la farcia:

  • marmellata o nutella q.b.

Preparazione:
  

Mettere a fontana la farina di semola rimacinata miscelata allo zucchero di canna leggermente frullato affinchè i granelli siano più sottili. Fare un buco nel centro e aggiungere le uova, l’olio e la vanillina o scorza di limone grattuggiata. Mescolare rapidamente fino ad ottenere un panetto compatto e piuttosto unto. Non occorre lasciare riposare l’impasto che sarà steso su un foglio di carta forno. Adagiare la pasta sulla carta forno nello stampo per crostata e bucherellare la pasta con una forchetta per non farla gonfiare durante la cottura. Condire con marmellata (io di albicocche ). Decorare la crostata come più vi piace, infornare sul piano medio basso del forno e cuocere a 180° fino a leggera doratura. Non appena inizia a dorarsi, estraete subito la crostata sennò si indurisce troppo. Se volete farla con la nutella, conviene mettere la crostata vuota per i primi 20 minuti, quando mancano circa 10 minuti alla fine, estrarre dal forno, mettere la nutella, creare le striscioline e ultimare la cottura in forno. Con questo metodo la nutella rimarrà cremosa al punto giusto!

Credetemi, non ha nulla da invidiare alla crostata con il burro!! Ottima anche quella, ma a mio avviso, in cucina bisogna anche sperimentare le novità, no??
Alla prossima ricetta! 







Precedente Presentazione Successivo Pasta con ragù di verdure

0 commenti su “Crostata con semola rimacinata e olio extravergine di oliva

  1. Ciao Mary come promesso eccomi qua….ma sai che è proprio bello il tuo blog complimenti….poi ho visto sta crostata che a me piace molto….ho pensato qua ci metto un commentino….anchio nella pasta frolla ci metto l'olio…viene molto più buona….devo provare ha fare la frittata al forno con fagiolini…mai fatta… ma è buona????? Se ti fa piacere ti puoi scrivere sul mio gruppo di facebook..e puoi presentare le tue ricette…si chiama INSIEMECONNANCY….ti aspetto alla prossima…

  2. Ciao Nancy, che piacere sentirti! Grazie mille per l'iscrizione e per i complimenti e grazie anche per l'invito sul tuo gruppo facebook..non mancherò sicuramente!!Comunque, la frittata con fagiolini te la consiglio perchè è davvero molto banale nel procedimento ( avevo quasi vergogna a pubblicarla), ma allo stesso tempo è appetitosa ed è un'ottima soluzione per i bimbi (e grandi )che non amano particolarmente le verdure! E poi cotta in forno e con questi ingredienti basilari, i sensi di colpa non ci sono!!:-D Ci risentiamo alla prossima e su fb anche!! Buona giornata:)