Melanzane sott’olio con metodo casalingo

Share

Melanzane sott’olio con  metodo casalingo

melanzane sott'olio con metodo casalingo

Melanzane sott’olio con metodo casalingo

Oggi faremo insieme le melanzane sott’olio con metodo casalingo, un cottorno che è molto gradito nei giorni invernali. Provatele sono molto gustosi.

Ingredienti

Melanzane fresche di media dimensione
1 l di aceto di vino bianco
1/2 l di acqua
olio extravergine di oliva q.b.
sale, prezzemolo, menta q.b.
pepe in grani

Procedimento

Lavate e asciugate le melanzane, eliminate i piccioli, e scbucciatele.
Tagliatele a fette grosse mezzo cm con una mandolina, poi a striscioline.
Mettetele in uno scolapasta, cospargetele con un pò di sale, mescolatele e lasciatele riposare per una notte.
La mattina dopo mettete a bollire l’aceto e acqua e quando arriva a bollore tuffateci le melanzane ben striszzate, e fate cuocere per pochissimo tempo ,( giusto il tempo che riprende il bollore).
Quindi scolatele con un mastolo bucato e strizzatele delicatamente con un canovaccio pulito per levare l’aceto in eccesso.
Ponetele in una baccinella e conditele con olio, aglio, prezzemolo, e mentuccia.
Riempite i barottoli mettendo le melanzane a strati inframmezzati con qualche fogliolina di menta, prezzemolo, aglio, e qualche granello di pepe per ogni barattolo.
Ricoprite l’ultimo strato d’olio, in modo che le melanzane restino sommerse.
Chiudete energicamenre i barattoli con il loro coperchio, conservate i barattoli al fresco. Potete assaporare le vostre melanzane sott’olio con metodo casalingo dopo 3 mesi.

Ricordatevi di sterilizzare i barattoli prima di usarli, dopo averli lavati molto bene con il detersivo, sciaquateli e metteteli (anche i coperchi) in una pentola, riempitela di acqua fredda fino a coprire i vasetti e fate bollire per almeno 40 minuti. Lasciate raffreddare l’acqua prima di togliere i barattoli, e fateli asciugare.

melanzane sott'olio con metodo casalingo melanzane sott'olio con metodo casalingomelanzane sott'olio con metodo casalingo melanzane sott'olio con metodo casalingomelanzane sott'olio con metodo casalingomelanzane sott'olio con metodo casalingo

Seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Ti aspetto!
Share

Taralli salati napoletani ricetta facile

Share

Taralli salati napoletani

Taralli salati napoletani

Taralli salati napoletani
Sono ottimi per un aperitivo o, in qualsiasi momento della giornata quando avete voglia di qualcosa di salato.

Taralli salati napoletani

Oggi voglio deliziarvi con questi taralli salati napoletani della tradizione culinaria partenopea,  questi taralli con strutto, mandorle e un pizzico di pepe, sono ottimi per un aperitivo o, in qualsiasi momento della giornata quando avete voglia di qualcosa di salato.

Ingredienti

500 kg di farina
225 gr di strutto
150 gr di mandorle
1 pizzico di pepe
10 gr di sale
20 gr di lievito di birra

Preparazione per taralli salati napoletani

Per prima cosa  tostate le mandorle in forno caldo a 200° per 5-6 minuti.
Toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare, quando sono raffreddate metteteli nel mixer e tritateli grossolamanente.
In una ciotola mettete, acqua e strutto, aggiungete sale e pepe, poi il lievito le mandorle ed infine la farina.
Impastate il tutto fino a ottenuto un impasto morbido ed asciutto (Non lavoratela troppo deve essere come una frolla).
Dividetela in pezzi del peso di 15 grammi, create dei bastoncini di 20 cm di lungezza ed intrecciateli. Mettete i taralli su una teglia e lasciateli lievitare per un’ora.
Infornate a 230 gradi per 25 minuti.
Una volta che i taralli salati napoletani sono cotti, lasciateli riposare per 24 ore, poi rimetteteli in forno a biscottare a 150 gradi per altri 40 minuti.
Dovranno assumere un colore bruno, dopo di chè i vostri taralli salati napoletani sono pronti per essere gustati croccanti e friabili che si sciolgono in bocca.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

 

Share

Pasta frolla i trucchi del mestiere

Share

Pasta frolla i trucchi del mestiere

Pasta frolla i trucchi del mestiere

Pasta frolla i trucchi del mestiere

Ingredienti

  • 250 gr di farina
  • 75 gr di zucchero
  • 125 gr di burro
  • 2 uova
  • un pizzioco di sale
  • mezzo limone grattugiato
  • 1 bustina di lievito

Procedimento

Predisponete sulla spianatoia la farina a fontana e unite il burro a temperatura ambiente a pezzetti; impastate aggiungendo lo zucchero, le uova, un pizzico di sale, la scorza lavata e grattugiata del limone, e il lievito. Impastate rapidamente lavorando la pasta il minimo indispensabile affinchè sia liscia ed omogenea. Fate con essa una palla, e mettetela a riposare per 30 minuti a riposare in frigorifero, avvolta con una pellicola. Tiratela a sfoglia spessa circa 1/2 cm e con essa rivestite l’interno di uno stampo per crostate imburrato ed infarinato. Con una forchetta praticate alcuni fori sul fondo, farcite la pasta frolla con marmellata, o cioccolato  lascio a voi alla vostra creatività e passate in forno già caldo (190°) per circa 30 minuti. Spegnete il forno e lasciatevi il dolce per 5 minuti. QUALCHE CONSIGLIO Al posto dello zucchero semolato, usate  la stessa quantità di zucchero a velo, la vostra pasta frolla sarà piu friabile, sostituendo 100 gr di burro con 100 gr di panna da cucina, avrete una pasta frolla dal sapore delicato.

I trucchi del mesiere: Per avere una pasta frolla che veramente si sciolga in bocca senza risultare troppo dura o elastica, usate una farina possibilmente povera di glutine ed impastatela dapprima col burro: eviterete un’ecessiva idratazione del glutine che renderebbe troppo elastica la pasta.  Per amalgamare gli ingredienti, lavorate l’impasto il minimo indispensabile: eviterete così che il calore delle mani faccia sciogliere il grasso e che la pasta si sbricioli inesorabilmente, col risultato di non poter tirare la sfoglia. Il riposo in frigorifero fa perdere alla pasta buona parte dell’elasticità acquistata durante la lavorazione, cosicchè, in cottura , mantiene inalterata la propria forma senza ritirarsi.

Pasta frolla i trucchi del mestierePasta frolla i trucchi del mestiere

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share

Cantuccini alle mandorle fatti in casa..

Share

Cantuccini alle mandorle

cantuccini alle mandorle

 Cantuccini alle mandorle

Vi propongo i cantuccini alle mandorle un dolce toscano.

INGREDIENTI

  • 1kg di farina 00
  • 350 gr di zucchero
  • 500 gr di mandorle pelate e tostate
  • 100 gr di olio di mais
  • 180 gr di burro
  • 1 bicchierino di grappa
  • 1 limone
  • 1 bustina di lievito per dolce
  • un pizzico di sale
  • 7 uova

Preparazione

  • Prepariamo i cantuccini alle mandorle

  •  Tostare le mandorle in forno per 5 minuti, fatele raffreddare e macinatele grossolanamente con il mixer.
  •  Usate le mandorle pelate così avrete un prodotto più delicato e friabile.
  • Preparare l’impasto partendo dalle uova mescolato allo zucchero, poi agguingete l’olio, il burro molto morbido,  un pizzico di sale, la scorza grattugiata del limone, la grappa e il lievito. Impastare a mano. Unire le mandorle e lavorare ancora per alcuni minuti, infine aggiungete la farina e impastate. Mettete il composto sul tavolo da lavoro con un po di farina, e impastate velocemente con le mani, ottenete una palla liscia e morbida che lasciarete riposare per un’ora
  • Con l’impasto formare dei rotoli largo 5 o 6 cm e lungo quanto la teglia che si intende utilizzare disponeteli, ben distanziati, nella teglia, rivestita con carta da forno.
    Infornate a 200° finche la superficie diventa dorata, togliete la teglia dal forno e lasciate intiepidire per 5-6 minuti. Tagliate i  rotoli di pasta in diagonale e rimette i cantuccini alle mandorle  in forno a dorare su tutti i lati. Una volta preparati i cantuccini  alle mandorle questi si possono immergere nel cioccolato fuso per avere dei cantuccini alle mandorle al cioccolato, ideale per i bambini, oppure aggiungendo gocce di cioccolato nell’impasto. Con questa ricetta   Auguro a tutti Buone Feste!!.

  • cantuccini alle mandorle cantuccini alle mandorle  cantuccini alle mandorlecantuccini alle mandorle cantuccini alle mandorlecantuccini alle mandorle
  • Seguitemi sul blog In cucina con Marghe E sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace”  Ti aspetto! ciao a presto

 

Share

Zenzero in salamoia fatto in casa…….

Share

Zenzero in salamoia fatto in casa…….

zenzero in salamoia

Zenzero in salamoia fatto in casa…….

Per chi ama mangiare giapponese in particolare il sushi conoscie sicuramente lo zenzero in salamoia, che si mangia nei sushibar tagliato a fettine sottili da gustare con il riso e il pesce crudo. Ha un gusto molto particolare ed è difficile trovarlo in commercio.  Io l’ho preparato in casa ed è molto facile da fare, ecco la mia ricetta:

Ingredienti

  • 500 gr di zenzero fresco
  • 300 ml di aceto
  • 75 ml di acqua
  • 60 gr di zucchero
  • 3 cucchiaini di sale

Procedimento

 Lavate e sbucciate lo zenzero fresco, tagliatelo a fettine sottili con un pelapatate fino ad arrivare alla parte legnosa. Mettetelo in una ciotola e  salatelo con un pizzico di sale, aggiungete nel contenitore d’acqua fino a coprire lo zenzero e lasciatelo a bagno per una notte, in modo da far ammorbidire le fettine.

Il giorno dopo scottatelo in una padella antiaderente per 50-60 secondi circa, poi sciacquatelo sotto acqua corrente. In seguito scolatelo senza sciacquarlo e lasciatelo riposare nel colino. Nel frattempo, mettete 75 ml di acqua, aceto, zucchero e il sale in una terrina e fate cuocere a fuoco basso  fino  a sciogliere lo zucchero mescolando con cura. Inserite lo zenzero in un barattolo a chiusura ermetica (lavato e sterilizzato) e poi versateci sopra lo sciroppo ottenuto con l’ aceto, acqua e zucchero caldo fino a coprire completamente lo zenzero. Chiudete bene il barattolo, capovolgetelo e fate raffreddare completamente la preparazione.  Prima di servire le fettine di zenzero tiratene fuori un po fatele scolare e disponetele vicino al sushi in una ciotolina. Una volta freddi si possono etichettare e conservare in un luogo fresco. I barattoli aperti si conservano in frigorifero.
Lo zenzero in salamoia si conserva molto a lungo e migliora con il tempo. Potete consumare li vostro zenzero in salamoia dopo una settimana dalla preparazione.

Seguitemi su blogspot e pag. fb

zenzero in salamoia

Share

Cioccolato plastico bianco plissè ricetta

Share

Cioccolato plastico bianco

Cioccolato plastico bianco

Cioccolato plastico bianco plissè

  • Ingredienti
  • 100 gr di  cioccolato bianco
  • 1 cucchiaio raso di acqua naturale
  • 2 cucchiai di miele
  • Il cioccolato plastico bianco non è altro che cioccolato con sciroppo di glucosio. Esiste anche una preparazione che prevede l’utilizzo di miele al posto del glucosio.
  • Bisogna però tenere presente che il miele conferisce alla preparazione un sapore inconfondibile e leggermente meno dolce rispetto al glucosio, le dosi per una buona riuscita della ricetta con il miele sono: il cioccolato bianco acqua naturale, che va aggiunto al cioccolato sciolto, e infineil miele che vanno amalgamati con cura al composto.
  • Il cioccolato plastico bianco va poi fatto raffreddare.
  • Il risultato dovrebbe essere quello di un impasto malleabile al quale andrà aggiunto poi zucchero a velo per ottenere la giusta densità.
  • Ricordate inoltre che se decideretedi utilizzare dei coloranti, questi devono essere liposolubili ed e consigliabile unirli all’impasto fin dall’inizio della lavorazione,se si intende realizzare una pasta di un solo colore,oppure successivamente,se si preferisce ottenere panetti di varie tonalità.
  • Ora prepariamo il cioccolato plastico bianco sciogliete il cioccolato a bagnomaria riducendo  il cioccolato a pezzi, unite un cucchiaio di acqua, e il miele.
  • In questa fase ricordate di mantenere la fiamma molto bassa e di non mettere mai il cioccolato a contatto con la fonte di calore.
  • Una volta sciolto mettetelo su un piano e  lavorate con cura aiutandovi con lo zucchero a velo fin quando il composto comincerà ad addensarsi leggermente e a raggiungere una consistenza plastica.
  • Infine lasciate rapprendere il composto per circa mezz’ora.
  • Riducete a pezzi l’impasto ottenuto e ricavate una sfoglia.
  • Per questa operazione potete utilizzare una macchinetta per la pasta.
  • Spolverate la pasta  con zucchero a velo in modo che non si attacchi alla macchinetta.
  • Procedete allo stesso modo per ogni pezzo di cioccolato plastico in modo da ottenere delle sfoglie piuttosto lunghe e sottili.
  • Ripiegate con dolcezza le striscie di pasta di cioccolato plastico bianco a fisarmonica creando un leggero plissè.
  • Decorate la torta a vostra fantasia con il cioccolato plastico bianco
  • Qui trovate la ricetta del pan di spagna
Cioccolato plastico biancoCioccolato plastico biancoCioccolato plastico bianco
Share

Biscotti pasta di mandorle fatti in casa

Share

Biscotti  pasta di mandorle fatti in casa

Biscotti pasta di mandorleBiscotti  pasta di mandorle

  • Ingredienti
  • 100 gr di  mandorle
  • 250 gr di farina 00
  •  mandorle bianche già pelate per guarnire
  • 100 gr di burro
  • 75 gr di zucchero
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 uovo intero
  • Un pizzico di sale
  • ½ limone,latte.
  • Biscotti pasta di mandorle
    passate le mandorle in un mixer e riducietele molto finemente aggiungete lo zucchero il tuorlo d’uovo e amalgamate il composto molto bene.
  • Unite alla farina la scorza del mezzo limone grattugiato finemente e versatela sulla spianatoia in modo da formare una fontana ; all’interno dell’incavo mettete l’impasto di mandorle, zucchero e tuorlo preparato precedentemente.
  • Aggiungete il burro ammorbidito, poco latte, l’uovo intero e lavorate per pochi minuti tutti gli ingredienti cosi da ottenere un impasto omogeneo, ma non ancora elastico
  • Date all’impasto la forma di un panetto,avvolgetelo in un foglio di alluminio e riponetelo in frigorifero per 30 minuti.
  • Trascorso questo tempo, spianate la pasta sulla spianatoia o su carta da forno,aiutandovi con un mattarello, sino a ottenere uno spessore di ½ cm circa. Utilizzando gli appositi stampini, ricavate quindi dei biscotti a vostra fantasia.
  • Disponeteli su una placca ricoperta con un foglio di carta oleata.
  • Appoggiate su ogni biscotti pasta di mandorla una mandorla e pigiate delicatamente, in modo che il biscotti pasta di mandorla s’appiattisca, spennellate con un po di latte e cospargete dello zucchero su ognibiscotti pasta di mandorla.
  • Infine mettete nel forno preriscaldato a calore moderato, intorno a 160 gradi e cuocete sino a quando i biscotti assumeranno un colore piacevolmente dorato.
  • Se volete potete fare questi biscotti pasta di mandorle al cioccolato aggiungendo 15 gr di cacao amaro in polvere alla farina settacciandoli insieme.
  • Potete sostituire le mandorle del decoro con delle ciliegine candite.
  • Otterrete dei biscotti pasta di mandorle molto morbidi all’interno, e con un profumo di mandorle, ottimi come merenda per i vostri bambini.
  • Vedrete che andranno a ruba.

 

 

Share