Radicchio tardivo pastellato facile e veloce

Share

Radicchio tardivo pastellato

Radicchio tardivo pastellato

Avete mai provato a fare il radicchio tardivo pastellato? questo è il momento giusto per realizzarlo in pochi minuti,

Radicchio tardivo pastellato

 Avete mai provato a fare il radicchio tardivo pastellato? questo è il momento giusto per realizzarlo in pochi minuti, facile e veloce da preparare: incominciamo? preparatevi gli ingredienti e incominciate! radicchio tardivo pastellato

Ingredienti per 4 persone

4 ceppi di radicchio tardivo
4 uova
sale e pepe q.b
farina q.b.
olio di arachide per friggere

Procedimento

Lavate e tagliate il radicchio in 4 parti, asciugatelo molto bene con un canovaccio (eviterete gli schizzi di olio durante la cottura).

In una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale e pepe, versate la farina su un foglio di stagnola (molto più comodo per infarinare).

Passate il radicchio uno per volta, primo nella farina poi nell’uovo e, ancora farina e uovo (due passaggi).

Intanto fate scaldare l’olio in una padella larga, quando arriva a temperatura tuffatevi man mano il radicchio nell’olio,  friggeteli prima da un lato e poi dall’altro finché saranno dorati, scolateli e fateli asciugare su carta da cucina.

Servire subito il radicchio tardivo pastellato come contorno, ottimo in un antipasto a buffet.

Il radicchio  di treviso, si presenta in due varianti: precoce o tardivo, il radicchio precoce è meno pregiato, mentre il radicchio tardivo IGP e più pregiato, ottimo consumarlo crudo, nella preparazione di antipasti, primi, secondi, come contorno, sulla pazza  e anche come dessert ecc…. esiste anche la birra aromatizzata al radicchio.

Non perdetevi anche queste ricette con il radicchio:

Risotto al radicchio e speck

Bigoli con crema al radicchio e noci.

Radicchio tardivo pastellato

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Share

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi, fatto con lievito madre. Ottima idea per un aperitivo o accompagnato a un antipasto. Ottimo anche per una scampagnata con amici.

 

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi, fatto con lievito madre. Ottima idea per un aperitivo o accompagnato a un antipasto. Ottimo anche per una scampagnata con amici.

Ingredienti

200 gr di lievito madre
1 kg di farina tipo 1
500 gr di passata di pomodoro
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di sale
10/15 pomodori secchi
2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Preparazione

In una planetaria versate la farina, unite il lievito madre e incominciate ad impastare, versate il concentrato e la passata di pomodoro, il sale e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, azionate la planetaria e fate impastare fino ad ottenere un’impasto morbido e lisco.
coprite con un canovaccio e fate lievitare tutta la notte.
La mattina seguente dividete l’ impasto in due parti uguali e formate due filoncini.
Imburrate e infarinate una teglia a forma di ciambella, sistemate un filoncino sulla base della teglia distribuite i pomodori secchi sott’olio ben tamponati con carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso.
Sistemate il secondo filoncino sui pomodori, fate aderire bene sui bordi, spennellate con un po di olio la superficie e lasciate lievitare l’impasto in luogo tiepido per 4-5 ore.
Fate riscoldare il forno a 200°c e infornate il vostro pane con pomodori secchi per 20 minuti, poi abbassate a 180°c e lasciate cuocere per altri 10 minuti.
Qualche consiglio: Potete utilizzare 500 gr di farina 00 e 500 gr di farina di semola di grano duro o manitoba. Versate la passata di pomodoro un po per volta cosi tenete sotto controllo la morbidezza dell’impasto, se vedere che l’impasto e un po duro aggiungete altra passata, (io non ho utilizzato acqua ma solo passata di pomodoro).

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madrePane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share

Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Share

Quiche di topinambur e porro

Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Quiche di topinambur e porro un tortino molto semplice da preparare.

Quiche di topinambur e porro

Oggi vi do in’idea par l’antipasto per le feste di natale, questa quiche di topinambur e porro un tortino molto semplice da preparare. Potete prepararlo in anticipo anche il giorno prima poi tagliarlo a quadrotti e prima di servire passate a riscaldare in forno.

Ingredienti
4 uova, leggermente sbattuto
un pizzico di pepe
3 topinambur
2 porri
40 gr di pancetta
100 gr di formaggio emmental
50 gr di parmigiano grattugiato
un rotolo di pasta sfoglia
Preparazione

In una ciotola, mescolare uova, sale e pepe; e mettere da parte. In una padella sofriggere il porro e il topinambur lavato e affettato sottilmente, aggiungere la pancetta tagliata a striscioline e fare dorare per 15 minuti, fare raffreddare.Versare nel composto di uova i formaggi il porro con il topinambur e la pancetta. Rivestire uno stampo con la pasta sfoglia. Versare il composto nello stampo livettare bene chiudere con la pasta che fuori esce dallo stampo e cuocere 20 minuti o fino a quando non risulta dorato.. Lasciare riposare per 10 minuti; tagliare a spicchi prima di servire la

quiche di topinambur e porro.

Il topinambur è anche conosciuto come rapa tedesca ha un sapore delicato e dolciastro che ricorda quello del carciofo ed ecco perchè viene anche chiamato carciofo di gerusalemme. Il topinambur è un tubero e la sua pianta appartiene alla famiglia della Asteracee. Il fiore del topinambur sembra quello della margherita gialla. Se ne volete sapere di più cliccate QUì

Vi invito a visitare le pagine di ricette per il menù di natale e capodanno.

Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!
 

 

Share

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Share

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Farinata di ceci con pancetta e cipolla, anche conosciuta come fainà, cecina o torta, è una torta salata molto bassa, preparata con farina di ceci

 

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

 Oggi vi propongo una ricetta facilissima da relizzare. La farinata di ceci con pancetta e cipolla, anche conosciuta come fainà, cecina o torta, è una torta salata molto bassa, preparata con farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine di oliva.

 Ingredienti 
400 gr di farina di ceci 
1 litro di acqua
1/2 bicchiere di olio evo
1 dado vegetale
una macinata di pepe

Per farcire: 100 gr di pancetta e una cipolla

Procedimento

Far sciogliere la farina di ceci in acqua fredda, aggiungete 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, pepete, e salate come preferite sale o dado (sciolto in un po di acqua) in una ciotola e sbattete il tutto con una frusta.

Lasciate riposare un’ora la farinata a temperatura ambiente e man mamo con un cucchiaio togliere la schiuma che si forma in superficie, versare in una teglia con un diametro di 32 cm. unta abbondantemente con dell’olio d’oliva extra-vergine. Girare il tutto in modo che l’olio venga in superficie, farcite con la pancetta tagliata a dadini e la cipolla affettata assicuratevi che sia tutto uniforme ed infornare a 250° per 20 minuti. Potete prepararla come più vi piace: con prosciutto crudo, con salsiccia, se preferite anche con zucchine tagliate a fettine sottili, o come suggerisce la vostra fantasia.

Servite la farinata di ceci con pancetta e cipolla  ancora calda tagliata a spicchi, buona anche fredda. La farina di ceci la trovate al supermercato nel reparto delle farine.

Farinata di ceci con pancetta e cipollaFarinata di ceci con pancetta e cipolla

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share

Straccetti di pasta fritta salata per aperitivo

Share

Straccetti di pasta fritta salata

Straccetti di pasta fritta salata per aperitivo

Straccetti di pasta fritta salata

Oggi faremo assieme questi squisiti straccetti di pasta fritta salata, ottimo come aperitivo o anche come dessert.
Per ottenere una pasta leggera e digeribile deve lievitare almeno 8,9 ore, se preferite mangiarli prima delle 9 ore dovete aumentare la dose del lievito per accellerare la lievitazione.
Ingredienti per 4 persone
250 gr di fatina 00
50 gr di farina di grano duro o manitoba
150 ml di acqua
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di zucchero
5 gr di lievito di birra
olio di semi di arachidi per friggere.
Preparazione
In una ciotola amalgamate la farina, il sale, lo zucchero, l’ olio extravergine di oliva, acqua, e lievito sciolto con mezzo bicchiere di acqua.
Lavorate il tutto fino a ottenere un impasto morbido.
Lasciate lievitare in luogo caldo per 8/9 ore.
In una pentola alta versate olio per friggere e portatelo ad alta temperatura.
Trascorso tutte queste ore riprendete l’impasto senza smontarlo.
Tagliate dal panetto degli straccetti con una spatola ottenendo dei bastoncino larghi 1/2 centimetri, e lunghi 6, 7 centimetri, calcolando che poi aumentano di volume una volta fritti.
Mano mano che li tagliate straccetti di pasta fritta salata tuffateli nell’olio bollente e fateli dorare.
Scolateli con un mastolo forato e fateleli asciugare su carta assorbente da cucina.
Conditeli con dei pomodori e rucola se preferite la versione salata per servirli come antipasto, ottimi anche in un  aperitvo, oppure potete servirli come dessert ricoperti con della cioccolata e zucchero a velo. Buon appetito con gli straccetti di pasta fritta salata
Straccetti di pasta fritta salata per aperitivoStraccetti di pasta fritta salata per aperitivoStraccetti di pasta fritta salata per aperitivoStraccetti di pasta fritta salata per aperitivo
Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!
Share

Filetti di branzino gratinato al forno su letto di fagiolini

Share

Filetti di branzino gratinato al forno

filetti di branzino gratinato al forno

Filetti di branzino gratinato al forno

Oggi vi propongo filetti di branzino gratinato al forno con contorno di freschissimi fagiolini. Molto facile da realizzare e gustosissimo. Il branzino è conosciuto anche come spigola. La spigola è conosciuta, nelle varie regioni italiane, con nomi dialettali diversi per saperne di più cliccate Quì

Ingredienti per 4 persone

4 filetti di branzino
200 gr di pomodorini ciliegino
pan grattato q.b.
sale pepe q.b.
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 limone e fagiolini lessati per accompagnamento
Zenzero fresco (facoltativo)
Preparazione
Dal vostro pescivendolo fatevi pulite il branzino in filetti togliendo tutte le lische, oppure potete optare con filetti di branzino surgelati che sono già puliti e pronti per essere cucinati.
Lavate i pomodorini e tagliateli a metà.
Foderate una teglia con un foglio di carta forno bagnato, strizzato e unto con un filo di olio.
Adagiatevi i filetti di branzino dalla parte della pelle, salate e pepate.
Copriteli con i pomodorini tagliati a metà, spolverizzate con origano e irrorate con un filo di olio e cuocete in forno già caldo a 180°C per 10 minuti.
Cospargete di pan grattato tutta la superficie e lasciate che filetti di branzino gratinato al forno diventino ben dorati.
Intanto spuntate i fagiolini lavateli e fate cuocere in acqua bollente per 20 minuti.
Scolateli e lasciate raffreddare, poi conditeli con olio extravergine di oliva e salate.
Servite i filetti di branzino con i fagiolini, i pomodorini e una bella grattata di zenzero fresco.
Decorate con fettine di limoni e ciuffetti di prezzemolo i filetti di branzino gratinato al forno su letto di fagiolini

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share

Melanzane gratinate al forno a ventaglio

Share

Ventaglio di Melanzane gratinate al forno

ventaglio di melanzane gratinate al forno

Ventaglio di Melanzane gratinate al forno

Le melanzane si prestano in tante ricette, grigliate, fritte, alla parmigiana, e tanto altro ancora. Io oggi vi propongo un ventaglio di melanzane gratinate al forno un  piatto molto gustoso, che può essere un secondo,  un piatto unico, o come contorno. 

Ingredienti per 4 persone

2 melanzane
2 pomodori ramati
1 peperone arrostito
origano, sale q.b.
pan grattato

Preparazione

Lavate ed asciugate le melanzane, praticate dei tagli verticali senza arrivare fino in fondo (cercate di far restare le fettine attaccate al picciolo).
Disporre le melanzane in una teglia rivestita da carta forno bagnata, apritele a ventaglio e disponete tra le fette il pomodoro a fettine, una fettina di peperone o quello che suggerisce la vostra fantasia, spolverizzate con l’origano, salate, aggiungere un filo d’olio.
Fate cuocere in forno caldo per circa 30 minuti o fino a quando le vedete ben dorate.
Cinque minuti prima di spegnere spolverizzate con del pane grattugiato e lasciate gratinare solo con il gril.
Servire le melanzane a ventaglio ben calde.

ventaglio di melanzane gratinate al fornoventaglio di melanzane gratinate al forno

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share