Torta di zucchine e riso alla sanremese

Oggi vi lascio questa deliziosa ricetta, La torta di zucchine, è una ricetta tipicamente di Sanremo Torta di zucchine e riso alla sanremese Si tratta di una torta di zucchine uova e riso, la sua particolarità è che va infornata a forno spento.

  • Difficoltà: Molto Bassa
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per il ripieno

  • Zucchine 1 kg
  • Parmigiano reggiano 100 g
  • Riso 100 g
  • cipolla 1/2
  • Uova 4
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Per la sfoglia

  • Farina 00 250 g
  • Olio di oliva 3 cucchiai
  • Acqua 50 ml

Preparazione

  1. Torta di zucchine e riso alla sanremese

    Lavate le zucchine, spuntatele alle estremità e poi tagliatele a dadini piccolissimi.
    Affettate sottilmente la cipolla e mettetela in un tegame e fatela soffriggere in 4 cucchiai di olio extravergine di oliva; levate quindi il recipiente dal fuoco, unite il riso, le zucchine, il parmigiano, le uova sbatture leggermente, sale e pepe.
    Con un cucchiaio di legno mescolate bene questi ingredienti in modo da amalgamarli.

     

  2. Mettete sulla spianatoia la farina, fate una fontana, porre al centro un pizzico di sale, 3 cucchiai di olio e impastate con 50 gr di acqua fredda de risulta dura aggiungere altra acqua o latte.
    Lavorate l'impasto, che deve restare piuttosto morbido, stendetela in una sfoglia il più sottile possibile.

  3. Prendete una tortiera di 28 cm, ungetela di olio e foderate il fondo ed i bordi con la sfoglia, versatevi il composto di verdure preparato e stendetelo bene; con la rimanente sfoglia coprite lo stampo unendo le due paste ai bordi.
    In una ciotola mettete un cucchiaio di olio e uno di acqua, emulsionateli bene con una forchetta e poi ungete la parte superiore della pasta; sempre con la forchetta bucherellatela,

  4. Mettete il recipiente in forno inizialmente freddo e cuocere la torta di zucchine e riso alla sanremese per un'ora a 180°C.
    E' pronta quando la pasta risulterà dorata e si staccherà bene dal bordo della teglia, può essere servita sia calda che fredda.

Consiglio

In inverno si possono sostituire le zucchine con zucca gialla.

leggete anche le altre ricetta di torte salate

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Torta salata con formaggio e prosciutto

Torta salata con formaggio e prosciutto

 torta salata con formaggio e prosciutto

Torta salata con formaggio e prosciutto

Oggi faremo la torta salata con formaggio e prosciutto un’ottima idea per un aperitivo con gli amici o in qualsiasi momenti dell’anno.

Ingredienti
300 gr di farina 00
100 gr di prosciutto cotto
100 gr di pecorino grattugiato
100 gr di grana padano grattugiato
100 gr di provolone grattugiato
50 gr di olio di oliva o 50 gr di strutto
3 uova
1 bustina di lievito per torte salate
lamelle di mandorle QB

Procedimento
In una ciotola sbattete le uova con le fruste elettriche, unite l’olio di oliva, la farina, il formaggio pecorino grattugiato, il grana padano grattugiato, il provolone tagliato a dadini piccoli, il prosciutto cotto tagliato molto finemente, e per ultimo il lievito, amalgamate il tutto con una spatola, dovrete ottenere un impasto morbido.

Imburrate uno stampo a forma che preferite rovesciate il composto livellatelo e spolverizzate la superfice con del formaggio grattugiato e scaglie di mandorle o se preferita potete sostituirle con noci triturati.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti.
La  torta salata con formaggio e prosciutto sarà pronta quando avrà preso un bel colore dorata.
Toglietela dal forno e lasciatela raffreddare, tagliatela a fette e servitela con i salumi, é buona sia tiepida che fredda, ottima per un aperitivo con gli amici.

Io l’ho preparata a pasqua a forma di colomba, ottima anche nel periodo di natale a forma di albero, per una scampagnata con gli amici, comunque la potete preperare in qualsiasi periodo dell’anno.

 torta salata con formaggio e prosciutto

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Polpette di patate ripiene con provola

Polpette di patate ripiene con provola

Polpette di patate ripiene

 

Polpette di patate ripiene con provola

Oggi facciamo un secondo adatto per tutta la famiglia, piaceranno ai più piccoli è ai grandi, facciamo le polpette di patate ripiene con provola e prosciutto cotto, gustosi e facile da realizzare. Basta avere a disposizione anche del purè avanzato che va, benissimo.

Ingredienti per 4 persone

400 gr di patate
150 gr di farina 00
2 cucchiaini di lievito istantaneo per preparazioni salate
sale pepe q.b.
50 gr di parmigiano  grattugiato

Per il ripieno
200 gr di provola dolce a cubetti
olio di arachidi per friggere
3 fette di prosciutto cotto

Procedimento per le polpette di patate ripiene:
Lessare le patate e passarle nello schiacciapatate, in alternativa anche del purè che vi avanza.
In una terrina unire le patate a purea, sale, pepe, parmigiano, lievito, e farina.
Impastare cercando di ottenere un panetto morbido ma elastico.
Sul piano di lavoro infarinato stendere il panetto e con un coppapasta ricavate dei dischetti.
Su metà dei dischetti mettere un pezzettino di crudo ed un pezzettino di provola e ricoprire con gli altri dischetti sigillando bene i bordi e dando la forma di polpette.
Mettere a scaldare abbondante olio di semi di arachidi e quando sarà caldo immergervi le polpette un po per volta .
Dorarle da entrambi i lati e scolarle su carta assorbente.
Servire calde e filanti accompagnare le polpette di patate ripiene con insalata mista.
Le polpette possono essere cotte anche in forno statico preriscaldato a 200 °C per circa 12/15 minuti.

Polpette di patate ripiene

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Hummus di ceci è una pasta di ceci

Hummus di ceci è una pasta di ceci

Hummus di ceci è una pasta di ceci

Hummus di ceci è una pasta di ceci

Hummus di ceci è una pasta di ceci con l’aggiunta di pasta di sesamo chiamata Tahina, aromatizata con prezzemolo, limone, olioextravergine di oliva, aglio, cumino, paprica.

Ingredienti

300 gr. di ceci secchi
2 spicchi di aglio
2 limoni (succo)
2 cucchiai di tahina
1 cucchiaino di cumino
Sale q.b.
Olio extravergine di oliva q.b.
Prezzemolo q.b.
Paprika q.b.

Procedimento: Veloce e facile da realizzare, ottimo come antipasto accompagnato con pane morbido

Mettete in ammollo i ceci per almeno 24 ore. Trascorso questo tempo, scolateli, sciacquarli bene e cuoceteli in acqua bollente fino a quando non si saranno ammorbiditi.

Se volete velocizzare i tempi potete utilizzare la pentola a pressione. Scolate i ceci sciacquateli sotto l’acqua corrente e fateli raffreddare.

Versare i ceci scolati  nel mixer, unire la tahina, (pasta di sesamo), l’aglio, il succo di limone, il cumino e un pizzico di sale, aggiungete tanto olio extravergine di oliva quanto basta per ottenere una consistenza che deve essere piuttosto densa.

Trasferitelo  in una ciotola e servite l’ hummus con un filo d’olio extravergine di oliva,una spolverizzata di prezzemolo tritato fresco e una spolverata di paprica.

Servitelo come antipasto con del pane o pita, potete conservarlo in frigorifero per 3/4 giorni. Hummus di ceci è una pasta di ceci

La tahina è un alimento derivato dai semi di sesamo bianco, molto diffuso in Grecia, Turchia, Nord Africa e nel Vicino Oriente. Viene detto anche burro di sesamo o crema di sesamo. Wikipedia

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Pane arcobaleno di Sara Papa

Pane arcobaleno di Sara Papa tratta dal libro “Tutta la bontà del pane”

Pane arcobaleno di Sara Papa

Pane arcobaleno di Sara Papa  “Tutta la bontà del pane”

 Ho visto questo pane e me ne sono innamorata. Oggi facciamo il pane arcobaleno colotato, profumato e morbidissimo. Di Sara Papa tratta dal libro Tutta la bontà del pane: il pane arcobaleno, realizzato con nero di seppia, paprika, concentrato di pomdoro, spinaci, curcuma.

Ingredienti

Per l’impasto bianco:
150 g farina 1
75 ml acqua
6 gr lievito di birra o 75 gr di lievito madre
3 g sale
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva

Per l’impasto rosso:
120 g farina 1
50 g concentrato di pomodoro
30 g paprica dolce
25 g di acqua
1 cucchiaino di olio evo
1 cucchiaino di miele
5 gr lievito di birra 0 75 g di lievito madre
3 gr di sale

Per l’impasto verde:
150 g farina 1
200 gr di spinaci crudi centrifugati
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di olio
5 gr lievito di birra o 75 di lievito madre
2 g sale

Per l’impasto giallo:
130 g farina 1
20 g curcuma
1 bustina di zafferano
75 g acqua
1 cucchiaino di miele
5 g lievito di birra 0o 75 di lievito madre
2 g sale
1 cucchiaio di olio evo

Per l’impasto nero:
150 g farina 1
5g di nere di seppia
75 g di acqua
1 cucchiaino di miele
5 gr di lievito di birra o l.m.
2 g sale
2 tuorli per spennellare

Preparazione
Per realizzare questo pane arcobaleno vanno preparati 5 impasti di 5 colori diversi.
Per prima cosa dovete preparare gli ingredienti: Per ottenere il succo dei spinaci lavateli e poi passateli alla centrifuga oppure in un frullatore e estraete il  75 gr di succo.

Ora preparate gli l’impasto, dovete fare 5 impasti uno per volta, il bianco, il rosso, il verde, il giallo, il nero. In ogni ciotola versate la farina e tutti gli ingredienti che servono per colorare. Mescolate fino ad ottenere un’impasto morbido e ben liscio.
Una volta preparati tutti gli impasti mettete i panetti ognono nella sua ciotola coperta da pellicola trasparente e lasciate lievitare per 30 minuti,quindi riprendete gli impasti e con un mattarello stendeteli rettangolare con uno spessore di un centimetro, sovrapponete i rettangoli a strati spennellati con i tuorli sbattuti.
Tagliate delle strisce di pasta e con una leggera torsione formate dei filoni avvolgendoli nella carta forno, trasferiteli sulla placca da forno e fate lievitare ancora finchè raddoppia di volume. Fate cuocere in forno preriscaldato a 180 ° C per 45 minuti. Pane arcobaleno di Sara Papa

Pane arcobaleno di Sara Papa

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Radicchio tardivo pastellato facile e veloce

Radicchio tardivo pastellato

Radicchio tardivo pastellato

Avete mai provato a fare il radicchio tardivo pastellato? questo è il momento giusto per realizzarlo in pochi minuti,

Radicchio tardivo pastellato

 Avete mai provato a fare il radicchio tardivo pastellato? questo è il momento giusto per realizzarlo in pochi minuti, facile e veloce da preparare: incominciamo? preparatevi gli ingredienti e incominciate! radicchio tardivo pastellato

Ingredienti per 4 persone

4 ceppi di radicchio tardivo
4 uova
sale e pepe q.b
farina q.b.
olio di arachide per friggere

Procedimento

Lavate e tagliate il radicchio in 4 parti, asciugatelo molto bene con un canovaccio (eviterete gli schizzi di olio durante la cottura).

In una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale e pepe, versate la farina su un foglio di stagnola (molto più comodo per infarinare).

Passate il radicchio uno per volta, primo nella farina poi nell’uovo e, ancora farina e uovo (due passaggi).

Intanto fate scaldare l’olio in una padella larga, quando arriva a temperatura tuffatevi man mano il radicchio nell’olio,  friggeteli prima da un lato e poi dall’altro finché saranno dorati, scolateli e fateli asciugare su carta da cucina.

Servire subito il radicchio tardivo pastellato come contorno, ottimo in un antipasto a buffet.

Il radicchio  di treviso, si presenta in due varianti: precoce o tardivo, il radicchio precoce è meno pregiato, mentre il radicchio tardivo IGP e più pregiato, ottimo consumarlo crudo, nella preparazione di antipasti, primi, secondi, come contorno, sulla pazza  e anche come dessert ecc…. esiste anche la birra aromatizzata al radicchio.

Non perdetevi anche queste ricette con il radicchio:

Risotto al radicchio e speck

Bigoli con crema al radicchio e noci.

Radicchio tardivo pastellato

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi, fatto con lievito madre. Ottima idea per un aperitivo o accompagnato a un antipasto. Ottimo anche per una scampagnata con amici.

 

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi, fatto con lievito madre. Ottima idea per un aperitivo o accompagnato a un antipasto. Ottimo anche per una scampagnata con amici.

Ingredienti

200 gr di lievito madre
1 kg di farina tipo 1
500 gr di passata di pomodoro
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di sale
10/15 pomodori secchi
2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Preparazione

In una planetaria versate la farina, unite il lievito madre e incominciate ad impastare, versate il concentrato e la passata di pomodoro, il sale e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, azionate la planetaria e fate impastare fino ad ottenere un’impasto morbido e lisco.
coprite con un canovaccio e fate lievitare tutta la notte.
La mattina seguente dividete l’ impasto in due parti uguali e formate due filoncini.
Imburrate e infarinate una teglia a forma di ciambella, sistemate un filoncino sulla base della teglia distribuite i pomodori secchi sott’olio ben tamponati con carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso.
Sistemate il secondo filoncino sui pomodori, fate aderire bene sui bordi, spennellate con un po di olio la superficie e lasciate lievitare l’impasto in luogo tiepido per 4-5 ore.
Fate riscoldare il forno a 200°c e infornate il vostro pane con pomodori secchi per 20 minuti, poi abbassate a 180°c e lasciate cuocere per altri 10 minuti.
Qualche consiglio: Potete utilizzare 500 gr di farina 00 e 500 gr di farina di semola di grano duro o manitoba. Versate la passata di pomodoro un po per volta cosi tenete sotto controllo la morbidezza dell’impasto, se vedere che l’impasto e un po duro aggiungete altra passata, (io non ho utilizzato acqua ma solo passata di pomodoro).

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madrePane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!