Pesche al kirsch un ottimo dessert……

Pesche al kirsch un ottimo dessert

Per preparare le nostre pesche al kirsch ci occorre una teglia da plumcake. Ottimo dessert fresco e goloso

Pesche al kirsch un ottimo dessert
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    60 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per la pasta maddalena:

  • Burro 50 g
  • Zucchero a velo 120 g
  • Uova 4
  • Farina 100 g
  • Fecola di patate 50 g
  • Vaniglia 1 bustina

Per la crema frangipane:

  • Tuorli 2
  • Zucchero 50 g
  • Farina 4 cucchiai
  • Farina di mandorle 4 cucchiai
  • Latte (Circa 200 ml) 1 bicchiere

Meringaccio

  • Albumi 4
  • Crema chantilly 200 g
  • Farina di mandorle 50 g
  • Zucchero a velo 200 g
  • kirsch 2 bicchierini
  • Caramello 3 cucchiai
  • Pesche 4

Preparazione

  1. Sciogliere il burro a bagnomaria e lasciatelo raffreddare.

    Settacciare lo zucchero a velo e la farina separatamente.

  2. In un recipiente a bagnomaria amalgamate uova e zucchero, togliere dal fuoco e montate con una frusta elettrica  fino a quando cosistenza e colore degli ingredienti risulteranno simili a quelli dell’albume montato a neve, incorporare al composto la farina, la fecola, la vaniglia infine il burro fuso ormai raffreddato; versare tutto il composto nello stampo rettangolare rivestito con carta da forno, porre in forno gia caldo a 170°C per 45 minuti.

  3. Appena tolta dal forno punzecchare la pasta maddalena con un stecchino in modo che si possa inzupparla facilmente con il kirsch, coprirla e lasciarla raffreddare.

  4. Preparare inoltre una crema frangipane; montare i tuorli con lo zucchero fino ad avere un composto bianco e spumoso aggiungere la farina e la farina di mandorle incorpotatevi il latte, fare passare tutto da un colino perchè non rimangano grumi.

    Porre il tutto in un pentolino e passate sul fuoco sino che la crema non si addensi, lascire raffreddare.

  5. Per il meringaccio: sciogliere lo zucchero in una casseruola a fuoco lentissimo poi toglierlo da fuoco, montare a neve gli albumi incorporarvi lo zucchero sciolto, aggiungere e mescolare delicatamente prima la farina di mandorle e poi la crema di chantilly.

  6. Con un pennello irrorare di kirsch la superfice della pasta maddalena, stendere la crema frangipane dello spessore di circa 1 cm, adagiare sulla crema le pesche fresche tagliate a fette, sovrapponendole l’una sull’altra; riempire una sacca da pasticcere con il meringaccio e guarnire tutto intorno della torta.

  7. Decorare le pesche con fili di caramello usando i lembi di una forchetta e prima di servire irrorare con altro kirsch sulle pesche e fiammeggiare le vostra torta con pesche al kirsch

  8. Pesche al kirsch un ottimo dessert

Note

 Se desideri un dessert da gustare quando lo desideri passate nella mia pasticceria

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Taralli con finocchietto tipici lucani

Questi taralli con finocchietto tipici lucani sono molto friabili. Ideale per spezzare l’appetito o per un antipasto, sono molto buoni accompagnato da salumi e formaggi, oppure pucciati nel vino.

Taralli con finocchietto tipici lucani
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    45 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Farina 00 1 kg
  • Strutto 150 g
  • uovo 1
  • Vino bianco 100 ml
  • Sale 1 cucchiaio
  • Semi di finocchio 1 cucchiaino
  • Bicarbonato (O se preferite mezzo cubetto di lievito di birra) 1 pizzico
  • Acqua (Per bollire i taralli) q.b.

Preparazione

  1. Taralli con finocchietto tipici lucani

    Su una spiananatoia mettete la farina a fontana unite il sale, il lievito sciolto in un po d’acqua (o se preferite un pizzico di bicarbonato), l’uovo, lo strutto ammorbidito a temperatura ambiente, i semi di finocchietto, aggiungete man mano il vino bianco e continuate ad impastare..incorporate poco per volta dell’acqua e continuando a lavorare fino ad ottenere un’mpasto liscio e consistente, (15 minuti)

    Continuate ad impastare per alcuni minuti fino ad ottenere un bel panetto..mettete l’impasto in una ciotola, coprite con un canovaccio umido e lasciate riposare per circa 2 ore.

  2. Trascorse le 2 ore dividete l’impasto in palline uguali che lavorerete dandole la forma di un serpentello lungo 30 cm. circa dandole la classica forma a 8 come se vorreste fare un fiocco..Disponete i taralli con finocchietto su una tavolo ricoperta con carta forno e lasciate riposare per altri 30 min..

  3. Portate ad ebollizione 2 litri di acqua e immergete i taralli con finocchietto 2 per volta lasciandoli cuocere per meno di un minuto..o fino a quando vengono a galla.

    Prendete i taralli con finocchietto con una schiumarola e metteteli su di un canovaccio pulito.

  4. Disponete i taralli con finocchietto  sulla placca rivestita con carta forno ben distanziati tre loro e con un ago fate dei tagli in superfice .. Infornate i i taralli con finocchietto  tipici lucani in forno gia caldo a 200° per 20 min..

Note

Potete servire i vostri taralli con finocchietto con salumi di qualsiasi genere.. vi assicuro che sono buonissimi anche il giorno dopo e si conservono per parecchi giorni in una scatola di latta ben chiusa. Questi taralli con finocchietto tipici lucani  e una tradizzione lucana che venivano preparati sotto le feste natalizie.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Gazpacho con polpa di pomodoro

Gazpacho con polpa di pomodoro

 Il gazpacho con polpa di pomodoro è un piatto tradizionale spagnola, soprattutto nella regione meridionali. Si tratta di un zuppa fredda a base di verdure crude (a volte si utilizza anche verdure cotte) ed è molto apprezzata nella stagione calda.
Gazpacho con polpa di pomodoro
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Porzioni:
    4 Persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Passata di pomodoro 500 g
  • Peperoni verdi 2
  • cipolla 1
  • cetriolo 1
  • spicchio d’aglio 1
  • Aceto balsamico 2 cucchiaini
  • Basilico 3 rametti
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Cumino in polvere 1 pizzico

Preparazione

  1. Questa ricetta è molto facile da realizzare, vi basta solo frullare tutti gli ingredienti  a crudo con un frullatore a immersione ed il gioco è fatto, se desiderate lasciate qualche verdure a pezzettini.  Questa è la ricetta classica, ma  nessuno  vi vieta di personalizzarla a modo vostro. Potete utilizzare anche verdure cotte. Il gazpacho e adatto a tutti i tipi di cucina, come piatto principale, o come antipasto.

  2. Sbucciate il cetriolo, tagliatelo per lungo, privitelo dei semi e riducetelo a pezzetti.
    Sbucciate la cipolla, tagliatela a tocchetti, sbucciate anche l’aglio.
    Tagliate per il lungo i peperoni eliminate i semi e tagliatelo a pezzi.

  3. In una ciotola, mescolate la polpa di pomodoro, il cetriolo, il peperone, la cipolla, l’aglio, l’aceto balsamico, sale, pepe, basilico, cumino in polvere, e un filo di olio.
    Frullate il tutto con un frullatore a immersione fino ad ottenere una salsa semidensa.

  4. Coprite con la pellicola e lasciate raffreddare per almeno 2 ore in frigorifero. Servite il gazpacho con polpa di pomodoro molto freddo.

Note

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Biscotti di pasta di mandorle con ciliege candite

Biscotti di pasta di mandorle con ciliege candite

Oggi facciamo insieme  questi  biscotti di pasta di mandorle con ciliege candite, sono dei dolcetti della tradizione siciliana, morbidi all’interno e friabili all’esterno. Sono facilissima da fare vi occorre della farina di mandorle senza la buccia. Io vi consiglio di utilizzare la farina già pronta che risulta essere più asciutta di quella macinata in casa.

biscotti di pasta di mandorle con ciliege candite
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    30 pezzi
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Farina di mandorle 500 g
  • Zucchero 300 g
  • Miele di acacia 2 cucchiaini
  • Uova 2
  • Albumi 3
  • Estratto di mandorla q.b.
  • Ciliegie candite q.b.
  • Mandorle q.b.
  • Zucchero a velo q.b.

Preparazione

  1. In una ciotola lavorate tutti gli ingredienti : farina, uova, zucchero, miele, 2 fialette di aroma alla mandorla,lavoratela fino a formare un impasto non troppo molle, ( se troppo duro aggiungere un altro bianco d’uovo, o se troppo molle agiungere altra farina di mandorle).
    Riempite con il composto una sacca a poche di tela con la bocchetta a stella.
    Rivestite una teglia con carta forno e formate delle roselline distanti 3 cm circa l’una dall’altra, mettete su ognuna una ciliegina candita e delle mandorle schiacciandoli leggermente, e lasciate riposare per 15 minuti. Preriscaldate il forno a 180°C.
    Mettete in forno a 180°C per 10 minuti circa o fino a quando prenderanno un bel colore dorato.
    Toglieteli dal forno, spolverizzate subito con lo zucchero a velo, con un pennellino imbevuto di acqua togliete lo zucchero in eccesso sulle ciliege e mandorle.
    Lasciateli raffreddare i vostri biscotti di pasta di mandorle con ciliege candite  prima di servirli.
    Si conservono anche per una settimana in un sacchetto si plastica.
    Dolcetti molto conosciuti in tutta l’italia, ma la tradizione  siciliana e quella più conosciuta.
  2. Provate anche altre ricette

  3. biscotti di pasta di mandorle con ciliege candite

Note

Provate anche voi a preparare questi biscotti di pasta di mandorle con ciliege candite i vostri famigliari vi ringrazieranno.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Biscotti al limone e succo di amarene morbidi

Morbidi  questi dolcetti di cui oggi vi propongo la ricetta. Biscotti al limone e succo di amarene morbidi sono dei biscotti molto gustosi e profumati al gusto di limone. Sono ottimi in qualsiasi momenti della giornata. Si possono fare in tanti gusti e colori, al cacao, al caffè, all’arancia, alle mandorle, ecc…  io oggi ve li propongo al limone e al gusto di amarene, sono facili da preparare ci vuole veramente poco.

biscotti al limone e succo di amarene morbidi
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    40 minuti
  • Cottura:
    12 minuti
  • Porzioni:
    25 biscotti
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Farina 00 300 g
  • Uova 1
  • Zucchero 100 g
  • Burro (morbido) 100 g
  • Succo di limone 1
  • Scorza di limone 1
  • Lievito chimico in polvere 1/2 bustina
  • Zucchero a velo q.b.
  • zucchero semolato q.b.
  • colorante alimentare giallo (Facoltativo) 3-4 gocce

Preparazione

  1. Per realizzare i biscotti al limone mettete in una ciotola il burro e fatelo ammorbidire a temperatura ambiente, unite la farina, lo zucchero, l’uovo, il lievito,  la scorza e il succo di un limone, un pizzico di sale e, qualche goccia di colorante giallo per dare un po di colore al biscotto (facoltativo).

    Amalgamate gli ingredienti molto bene fino ad ottenere un impasto  morbida e liscia. Copritela con un foglio di pellicola trasparente e mettetela in frigorifero a riposare per un’ora.

    Riprendete il panetto e incominciate a formare delle palline,( io li ho pesati a 25 gr l’una) , passatele prima nello zucchero semolato e poi nello zucchero a velo.
    Posizionatele su una teglia ricoperto con carta da forno e infornatele in forno caldo a 180°C per 10/12 minuti.

    Toglieteli dal forno e lasciateli  raffreddare.

    Per prepararle all’amarena proseguite allo stesso modo, eliminate solo il limone e la buccia aggiungendo 25 gr di succo di amarene, (Io ho utilizzato il succo delle amarene sciroppate) e per darle un po di colore rosso unite qualche goccia di colorante alimentare (facoltativo).

Note

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Caponata di zucchine alla siciliana

Caponata di zucchine alla sicilana
La caponata e una famosa specialità regionale siciliana a base di melanzane,  ma io oggi ve la propongo con le zucchine e vi garantisco che e una vera delizia, arricchita e insaporita anche da cipolle, pomodori, olive, capperi e pinoli.
E’ un piatto che sostituisce egregiamente la carne.
caponata di zucchine alla sicilana
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    4 Persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Zucchine 500 g
  • Olio extravergine d’oliva 100 g
  • Cipolle 100 g
  • Polpa di pomodoro 500 g
  • Olive verdi (snocciolate) 150 g
  • Sedano bianco 200 g
  • Capperi sotto sale 2 cucchiai
  • Aceto 1 bicchierino
  • Zucchero 25 g
  • Pinoli 20 g
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Prima di preparare la caponata di zucchine alla sicilana

    Tagliate le zucchine a dadi non troppo piccoli senza sbucciarle, mettetele in una terrina e ricopritele con un po di sale fino; scolatele dopo mezz’ ora, passatele sotto l’acqua corrente strizzatele, e asciugatele bene in un canovaccio pulito.

    Mettete metà olio in un tegame e fatelo riscaldare; gettetevi le zucchine, conditele leggermente con sale e pepe e fatele imdiondire bene; scolateli poi con un mestolo bucato e tenetele da parte.

    Versate l’olio di cottura e l’olio rimasto in un tegame mescolatevi la cipolla affettata e fatela stracuocere, ma senza farle prendere colore, aggiungete il sedano tagliato a pezzetti, (dopo averlo sbollentato per 3-4 minuti e den sgocciolato), le olive, mescolate e subito dopo unite la polpa di pomodoro ben schiacciato con una forchetta; condite con un altro pizzico si sale e fate cuocere a fiamma bassissima per circa 10 minuti; quindi aggiungete i capperi, i pinoli, e l’aceto (nel quale avrete sciolto lo zucchero) e continuate la cottura, a recipiente scoperto, mescolando spesso per altri 15 minuti, aggiustate di sale se necessario.

    In una terrina versate le zucchine che avevate messo da parte la salsa preparata e, mescolate bene per far si che il tutto si insapori.
    Lasciatela raffreddare completamente la caponata di zucchine alla sicilana  prima di servirla.

Note

La vera caponata alla siciliana è preparata con le melanzane, ma io oggi l’ho voluta preparare con le zucchine e vi assicuro che il risultato è lo stesso.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Maffin di rose al cioccolato e mandorle

Maffin di rose al cioccolato e mandorle

Ideale per la merenda dei vostri bambini, con un buon maffin fatto in casa molto semplice e genuino fate felice grandi e piccini.

Maffin di rose al cioccolato e mandorle
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    6 roselline
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Cioccolato fondente 50 g
  • Burro (A temperatura ambiente) 100 g
  • Zucchero 100 g
  • uovo 1
  • tuorlo 1
  • Farina 00 100 g
  • Farina di mandorle 70 g
  • Lievito in polvere per dolci 1/2 bustina
  • Sale 1 pizzico
  • Zucchero a velo q.b.

Preparazione

  1. Per preparare i maffin di rose al cioccolato e mandorle fate sciogliere il cioccolato a bagno maria, poi lasciatelo raffreddare.

    Nel frattempo lavorate il burro con lo zucchero, incorporate l’uovo intero e il tuorlo, il cioccolato sciolto, la farina di mandorle e la farina00, il sale, e per ultimo il lievito sciolto in un po di latte.

    Lavoratelo con una spatola fino ad attenere un composto liscio e omageneo.

    Versate il composto nello stampo in silicone  a forma di rose (potete utilizzare anche altre forme a vostro gusto),  e inforate a forno caldo a 170 gradi per circa 20-25 minuti.

    Sfornate, e lasciate raffreddare.  SPOLVERIZZTE CON ZUCCHERO A VELO.

    I vostri maffin di rose al cioccolato e mandorle  sono pronte per la gioia dei vostri bambini.

Note

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!