Crea sito

Maritozzi Baresi

I maritozzi baresi, a differenza di quelli romani, sono delle grosse brioche a treccia ricoperta di zucchero semolato. Sono buone come tutte le cose semplici che la vita ci offre, sono cariche di ricordi, perché mio nonno panettiere, ce le faceva trovare prima di andare al mare al Lido San Francesco le mattine di estate, avvolte nella classica carta bianca del panificio. Sono buone per colazione, merenda a scuola, o come dolce, potete mangiarli appena sfornati o mettere in freezer e riscaldarli a tempo debito, riempirli di marmellata o nutella, se volete.
Prendete carta e penna e appuntatevi la ricetta!!!!!


Ingredienti:

500 gr di Farina 00
60 gr di burro morbido
1 uovo intero (+ 1 uovo per spennellare)
100 gr zucchero semolato (+ un altro po’ di zucchero)
1 cubetto di lievito (ma se avete tempo potete utilizzare 200 gr di lievito madre)
1 pizzico di sale

250 ml di latte (io ho usato quello senza lattosio, quindi secondo me potete utilizzare il tipo di latte che più vi aggrada)

tempo di preparazione 2 1/2 ore (se si utilizza lievito normale) 5 ore se si utilizza lievito madre

Sciogliete il lievito nella quantità di latte caldo che abbiamo a disposizione, fin quando non si forma una leggera schiumetta. Lasciate poi riposare per pochi minuti.
In una coppa aggiungete tutti gli ingredienti, compreso il latte caldo. Amalgamate il tutto fino a farlo diventare un composto omogeneo. Se il composto risulta troppo duro, potete aggiungere altri 20gr di latte, fino a che la consistenza soda, ma morbida ed elastica.
(Se invece utilizzate una planetaria o il Bimby potete mettere gli ingredienti tutti insieme 3 min. velocità Spiga)
Lasciate lievitare l’impasto in una ciotola coperta con pellicola, per circa 2 ore fino a che l’impasto non sarà raddoppiato di volume.
Riprendete l’impasto e formate dei bastoncini di circa 1 cm di diametro e di 10cm di lunghezza. Prendetene 3 e intrecciateli tra di loro in maniera morbida. Continuate in questo modo fino ad esaurimento impasto.
Adagiateli man mano su la carta da forno, ben distanziati tra di loro.
Spennellateli delicatamente con un uovo intero sbattuto con un cucchiaio di latte, cospargete i maritozzi con abbondante zucchero semolato e fate lievitare altre 2 ore in forno con luce accesa. (io ho fatto una prova, potete anche non cospargere con lo zucchero i maritozzi già da prima della cottura, ma potete farlo a cottura ultimata, spennellando con un po´ di latte alla fine)
A lievitazione ultimata, estrai la teglia dal forno, scaldatelo a 200º e poi infornate per 15/20 minuti fino a doratura, modo ventilato. (se vedete che stanno cucinando troppo in fretta gli ultimi 5 minuti usate lo statico)
Disponete in un bel piatto da portata, o nella carta bianca come si vendevano a Bari, nei panifici.
Maritozzi baresi

Pubblicato da Giuditta

Amo cucinare, amo la mia città e le tradizioni. Il gioco del calcio fa parte di me come la squadra di calcio della mia città: ovvero Bari. Amo la fotografia. Amo viaggiare e assaporare le tradizioni e la cucina di ogni posto. Vorrei farvi assaggiare ogni piatto che cucino per un viaggio sensoriale nei vari posti che ho toccato con mia mano.