Crea sito

Lievito madre

Ben ritrovati amici! Sono qui a scrivervi dalla Svizzera tedesca, in semi-quarantena poiché in realtà qui si continua a lavorare normalmente, ma mantenendo le consuete regole di distanza. Ma a dirla tutta, anche qui i supermercati sono vuoti, la gente svuota gli scaffali, ed oltre la carta igienica, qui in Svizzera scarseggia come in Italia, il lievito fresco o secco. Ed ecco che mi sono data alla profusione del lievito madre. Ebbene si, il lievito me lo faccio da me, ed e´ veramente semplice! Basta avere pazienza e curarlo come se fosse una vera creatura!

Ingredienti:
100 gr di farina 00
50 gr di acqua tiepida
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Fase 1:
Impastate tutti gli ingredienti sopra elencati e formate un panetto che andrete ad incidere con una croce. Inserite l’impasto in un Boccaccio di vetro medio grande, lasciandolo riposare per 48 ore in un luogo che non e´ sottoposto a correnti, come uno stipetto.


Fase 2:

Trascorsi i 2 giorni, l’impasto dovrebbe essere raddoppiato. Ora doppiamo rinfrescarlo, e da questo momento in poi lo faremo tutti i giorni per una settimana circa.
Pesate l´impasto, aggiungetevi la stessa quantità di farina 00 e la metà di acqua. (vi spiego meglio: se l´impasto è 200 gr, allora metterete 200 gr + 100 gr di acqua tiepida).
Impastate il tutto, formando il consueto panetto e incidendo la classica croce sopra. Riposizionate nel boccaccio di vetro e chiudete ermeticamente col tappo.
Fate così il giorno dopo, per 7 giorni circa.

Fase 3:
Sicuramente avrete bisogno di più barattoli di vetro, può essere un regalo da dare ad una vostra vicina (che lascerete davanti alla porta in questi giorni di quarantena).
Comunque sia, il lievito madre e´ pronto quando in circa 4 ore ha raddoppiato il suo impasto!!
Sarà pronto per essere utilizzato nelle vostre ricette. Da questo momento in poi potete conservarlo in frigorifero (ciò permette una lievitazione rallentata) e lo rinfrescherete solo una volta a settimana.

Per come utilizzare il lievito madre, con la ricetta del pane, potete leggere la prossima ricetta!!!

Pubblicato da Giuditta

Amo cucinare, amo la mia città e le tradizioni. Il gioco del calcio fa parte di me come la squadra di calcio della mia città: ovvero Bari. Amo la fotografia. Amo viaggiare e assaporare le tradizioni e la cucina di ogni posto. Vorrei farvi assaggiare ogni piatto che cucino per un viaggio sensoriale nei vari posti che ho toccato con mia mano.