Gli zerri marinati con cipollata: sono una ricetta tipica siciliana. Gli zerri si possono sostituire con altri pesci, tipo: le boghe, o le minnule, o le sarde o altri tipi di pesciolini.
INGREDIENTI PER GLI ZERRI MARINATI CON CIPOLLATA
Per 4 pers:
Un chilo di zerri o altro pesce azzurro di piccole dimensioni.
400 gr. di cipolle
Due bicchieri di aceto di vino bianco
Due cucchiai di zucchero
Farina di semola di grano duro per infarinare

Sale e pepe
Quattro cucchiai di olio evo
Olio di semi per friggere
PROCEDIMENTO
 
Squamare gli zerri, pulirli dalle interiora, poi  lavarli e metterli in un scolapasta, salarli e lasciar riposare mezz’ora in frigo. Infarinarli e friggerli  in olio di semi. Metterli poi a scolare dell’olio in eccesso su carta cucina. Tenere da parte a raffreddare.
Nel frattempo In una padella, lasciare brasare dolcemente, le cipolle affettate con l’olio evo e un paio di cucchiai di acqua,
sciogliere lo zucchero nell’aceto e versare sulle cipolle. Lasciare insaporire per 3-4 min. a fiamma media, salare e pepare. Fare raffreddare. Disporre gli zerri in una pirofila di vetro e coprire con la cipollata. Coprire con pellicola lasciar insaporire mezza giornata. Conservare in frigo e se consumati il giorno dopo saranno ancora più buoni. Servire gli zerri in marinata con cipollata tirandoli fuori dal frigo mezz’ora prima. BUON APPETITO
CURIOSITA’
GLI ZERRI
Gli zerri hanno un  corpo fusiforme, molto allungato ricoperto di squame. Occhio molto grande, muso appuntito con assenza di squame. Mascelle dotate entrambi di piccoli denti.Ha un’unica pinna dorsale ed anale, pinna codale forcuta. Colorazione rosa-argentea più chiara ventralmente. Lunghezza massima 20 cm. Carni poco apprezzate. Commercializzato prevalentemente fresco. Il pesce è fresco quando si presenta con colore vivo, con carne compatta e soda; le squame devono essere ben attaccate al corpo. Specie diffusa nella parte sud-occidentale del Mediterraneo e nell’Atlantico orientale.
 

Commenti disabilitati su ZERRI MARINATI CON CIPOLLATA