Questo è il periodo delle conserve. Quindi perchè non preparare questi ottimi peperoncini ripieni sott’olio da utilizzare tutto l’Inverno. Anche se son talmente buoni che non dureranno tanto tempo.

peperoncinipost

INGREDIENTI PER I PEPERONCINI RIPIENI SOTT’OLIO

Un kg. di peperoncini tondi

Un litro di aceto bianco più quello per lavare le acciughe

1/2 Kg. di acciughe sotto sale

Due-tre cucchiaiate di capperi sotto aceto

Olio di semi di girasole

Sale q. b.

PROCEDIMENTO

Lavare e asciugare i peperoncini,  indossare un paio di guanti in lattice, eliminare la calotta e svuotarli da tutti i semi. (Attenzione sono molto piccanti). Portare a bollore l’aceto bianco, l’acqua e sale,  immergervi i peperoncini, un po’ per volta,  non appena riprende il bollore: far cuocere circa 1 min.  non di più. Scolarli subito e metterli su un canovaccio da cucina a scolare e raffreddare.

peperoncini2

Nel frattempo pulire le acciughe sotto sale ( non usare i filetti in barattolo ). Lavarle con aceto e sfilettarle. Riempire ogni peperoncino con 1 filetto d’acciuga e 2-3 capperi sott’aceto.

peperoncini3

Sistemarli nei vasetti sterilizzati, coprirli con olio di semi di girasoli, ma non chiuderli subito, aspettare 12 ore in modo che se ci fosse ancora bisogno di olio, aggiungerlo. Chiudere e conservare in dispensa al buio e fresco. Sono consumabili già dopo 1 settimana. I peperoncini ripieni sott’olio si possono farcire anche con tonno e olive verdi.

CURIOSITA’

I CAPPERI

La raccolta dei capperi avviene nei mesi estivi in coincidenza con il periodo di fioritura della pianta; in particolare è importante che i capperi vengano colti non appena i boccioli germogliano.
I capperi sono composti per l’84 % da acqua, dal 4,5% da carboidrati, il 2,3 % da proteine, il 3% da fibre e la restante percentuale è divisa tra zuccheri, grassi e ceneri; discreta la presenza di minerali tra cui troviamo il sodio in grande quantità, il calcio, il potassio, il ferro, il fosforo, il selenio, il magnesio, lo zinco, il rame ed il manganese.
Sono presenti la vitamina A, la B1, B2, B3, B5 e B6, la vitamina C, la E, la K e la vitamina J; i capperi contengono inoltre quercetina ( rispetto al proprio peso è la pianta che ne contiene la percentuale più elevata ), una sostanza appartenente al gruppo dei flavonoidi ed in possesso di proprietà antiossidanti che sappiamo essere in grado di apportare benefici all’organismo umano.
Grazie alla grande quantità di quercetina, che abbiamo visto essere un antiossidante naturale, i capperi svolgono una funzione anti infiammatoria e la stessa quercetina è ora allo studio per le sue ipotetiche proprietà antitumorali.

 

Commenti disabilitati su PEPERONCINI RIPIENI SOTT’OLIO