Un nome strano per questo semplicissimo e buonissimo sugo. Tra l’altro è anche poco calorico. Sembra che questo nome derivi da il suono che produce il pomodoro bollendo.
picchipacchi
Io metto in un tegame: il pomodoro rosso maturo, spellato e triturato, spicchi d’aglio tagliati a metà, foglie di basilico e olio il tutto a crudo. Faccio cuocere coperto a fuoco medio per una ventina di min., salare pepare e unire 1/2 cucchiaino di zucchero. Condire la pasta e servire con pecorino o parmigiano.

Commenti disabilitati su PASTA CON IL SUGO A PICCHI PACCHI