Crea sito

TORTA AL CIOCCOLATO E ARANCIA

| Dolci

Buonissima questa torta al cioccolato e arancia. Da mangiare a colazione o semplicemente quango si ha voglia di un po’ di dolcezza.miatorta

INGREDIENTI PER LA TORTA AL CIOCCOLATO E ARANCIA

280 gr. di farina 00

Tre uova

Un vasetto di yogurt bianco da 125 ml.

200 gr. di zucchero

Un pizzico di sale

60 ml. di olio di semi di mais

La scorza grattugiata e il succo di una arancia bio

Due cucchiai abbondanti di cacao amaro

Una bustina di lievito per dolci

Zucchero a velo

Burro e farina per la pirofila

Procedimento

Sbattere le uova con lo yogurt , 1 pizzico di sale e lo zucchero. Aggiungere l’olio di semi di mais, la scorza dell’arancia e il succo, poi unire la farina 00 setacciata con il cacao amaro e la bustina di lievito . Versare in stampo imburrato e infarinato.  Infornare a 180° per 30-35 min., fare la prova stecchino e se ce ne fosse bisogno lasciar per altri 5 min. in forno. . Far raffreddare e spolverizzare con lo zucchero a velo. La vostra torta al cioccolato e arancia è pronta per esser divorata.

CURIOSITA’

CACAO
La pianta del cacao è un sempreverde che può raggiungere i 10 metri di altezza e produce fiori bianchi con sfumature rosa da cui si sviluppano poi i frutti che all’inizio, prima di scurirsi, richiamano la forma del cedro. Il cacao viene ricavato dai semi che si trovano all’interno dei frutti mediante vari processi che possono essere torrefazione, triturazione e fermentazione.
Il nome scientifico della pianta del cacao è Theobroma cacao, appartiene alla famiglia delle Sterculiacee e si trova prevalentemente in Sud America. Fu Cristoforo Colombo ad importare dall’America la pianta del cacao; egli, più che dalle proprietà alimentari della pianta, fu colpito dal valore che gli indigeni davano al cacao; infatti era
allora utilizzato come una vera e propria moneta.
Le sostanze contenute nel cacao sono rappresentate da lipidi, glucidi e proteine oltre a minerali come il magnesio, potassio, calcio, fosforo, ferro e sodio. Molto importante la presenza di sostanze chimiche con proprietà benefiche per l’organismo umano come la caffeina, le serotonina, la tiramina e la feniletilamina. In ultimo è da annoverare la presenza nel cacao di alcune vitamine del gruppo B, in particolare la vitamina B3 che è presente in quantità discreta.
Innanzitutto è bene precisare che grazie al suo contenuto di sali minerali, vitamine e carboidrati il cacao è un alimento molto energetico e quindi consigliato a chi svolge attività sportiva ma anche a chi è nell’età dello sviluppo. il cioccolato fondente (quello amaro per intenderci) contiene una buona quantità di sostanze antiossidanti in grado di combattere i dannosi radicali liberi e rallentare il processo di invecchiamento delle cellule.

 

Commenti disabilitati su TORTA AL CIOCCOLATO E ARANCIA

FRITTURA MISTA DI PESCIOLINI

| Pesce

Buoni, buoni, buoni………un misto di acciughine e piccoli zerri.
frittura-di-pesciolini

Pulito e lavato i pesciolini eliminando le teste. li ho salati e fatti riposare mezz’ora in un colapasta. Poi infarinati con farina di semola di grano duro e fritti in olio abbondante. Servire caldissimi.

Commenti disabilitati su FRITTURA MISTA DI PESCIOLINI

PASTA CU QUALEDDU

| Primi

Questa buonissima ricetta mi è stata suggerita dalla mia amica Isabella, la quale gentilmente mi ha fornito il qualeddu raccolto dalla sua mamma (che ringrazio ancora).
A Trapani il qualeddu ( brassica fruticulosa ) è una verdura spontanea un po’ amarognola, ma buonissima che cresce in abbondanza nei nostri terreni. ( la si può sostituire egregiamente con le cime di rapa o con i friarielli )
pasta_qualeddu
Per 4 pers. Lessare 2 mazzi di verdura in acqua bollente salata, scolarla e poi tagliuzzarla. Nel frattempo spellare e sbriciolare 200 gr. di salsiccia fresca. farla rosolare in padella con 2 cucchiai d’olio, unire la verdura e fare insaporire 2 min., aggiustare di sale, pepare. Aggiungere 1 confezione di panna e mescolare. Nel frattempo si cuoce la pasta ( consigliate le orecchiette, io avevo fatto le tagliatelle fresche ed ho usato quelle ) scolarle, e versare in padella con il condimento e 2 cucchiai di acqua di cottura, mescolare e servire

Commenti disabilitati su PASTA CU QUALEDDU

MOUSSAKA’ DI MELANZANE

| Verdure

Ottimo piatto completo della cucina turca, una sorta di nostra parmigiana ma più ricca, da provare assolutamente.
moussaka3
Fare spurgare 1 Kg. di melanzane a fette con sale in un scolapasta per un’ora, tritare uno spicchio d’aglio con una cipolla e rosolare in 3 cucchiai d’olio, poi unirvi 500 gr. di tritato ( anche d’agnello ) e 2 foglie d’alloro rosolare x 5-6 min. e unirvi 400 gr. di polpa di pomodoro, cannella e pepe. Cuocere x un’ora a fuoco basso mescolando spesso e salando alla fine. Passare le melanzane nella farina e friggerle. Fare una besciamella con mezzo litro di latte, quando è fredda incorporarvi 2 uova e la metà di 80 gr. di pecorino grattato. Imburrare una pirofila fare uno strato di melanzane, pecorino, besciamella e sugo dove prima si sarà mescolato un uovo e 2 cucchiai di pangrattato, continuare gli strati fino alla fine infornare a 180° x 40 min. Servire calda o tiepida.
moussaka

Commenti disabilitati su MOUSSAKA’ DI MELANZANE

LINGUINE ZUCCHINE E PISTACCHI

| Primi

Nasce da un’idea improvvisa dopo aver fatto rifornimento di pistacchi alla sagra di Bronte, bisognava provare nuove ricette oltre alle classiche. Questa è stata un successone a un pranzo importante.
linguine-ai-pistacchi1

Qui vi darò le dosi per 4 pers. Tagliare a rondelle sottilissime 2 zucchine, metterle in padella antiaderente con 3 cucchiai d’olio e poco sale, coperchiare e far brasare lentamente. Alla fine pepare, prezzemolare, unire 1 cucchiaio di pistacchi tritati e amalgamare con 200 ml. di panna fresca. Nel frattempo si saranno lessate 350 gr. di linguine, scolate e versate nel condimento, insaporire e servire cosparsa di pistacchi tritati grossolanamente e parmigiano a parte.

Commenti disabilitati su LINGUINE ZUCCHINE E PISTACCHI

CARBONARA DI TAGLIATELLE AL TONNO AFFUMICATO

| Dolci

E’ una normale e tradizionale carbonara, sostituendo il guanciale di maiale con dadini di tonno affumicato.
carbonara-di-tonno-affumica
Io per 2 pers. ne ho usato 100 gr., fatto rosolare poco in olio d’oliva, su fuoco basso, per non farlo seccare troppo. Lessato 200 gr. di tagliatelle, sbattuto 2 uova con sale, pepe e parmigiano. Condito la pasta e servito subito. Un sapore diverso ma buonissimo.

Commenti disabilitati su CARBONARA DI TAGLIATELLE AL TONNO AFFUMICATO

MELANZANE PASTICCIATE

| Verdure

melanzane pasticciate
Tagliare a grossi dadi 2 melanzane, metterle in un colapasta, salarle e coprire con un piatto e un peso sopra per una mezz’ora. Scolarle e metterle in una casseruola larga e non molto alta con: 1 spicchio d’aglio e 2 cipolle affettate, 6 cucchiai d’olio, pepe, poco sale e 3 pomodori a pezzetti. Coprire ermeticamente con carta stagnola e il coperchio. Cuocere a fuoco basso. Mescolare ogni tanto e se occorre aggiungere un po’ d’acqua. Dopo 30 min. versarvi sopra: 1 uovo sbattuto con sale, pepe e 2 cucchiai di grana. Cuocere qualche minuto e distribuirvi sopra 4 sottilette, continuare la cottura a fuoco basso ancora 5 minuti e servire caldo. BUON APPETITO

Commenti disabilitati su MELANZANE PASTICCIATE

FISH AND CHIPS A MODO MIO

| Secondi

fisch-e-chips
E chi può resistere a tanta bontà?
Pulito, lavato, tagliato a rondelle e asciugato per bene i calamari. Sbucciato, lavato, asciugato e affettate sottilissime le patate. Messo sul fuoco 2 tegami con molto olio di semi, portato a calore l’olio, in uno friggevo le patatine e nell’altro i calamari infarinati in farina di semola di grano duro. In questo modo si avranno i 2 cibi caldi nello stesso tempo. Salare alla fine della frittura. Servire subito.

Commenti disabilitati su FISH AND CHIPS A MODO MIO

RIGATONI PROSCIUTTO E CARCIOFI

| Primi

rigacarci
Tritare uno scalogno e farlo rosolare dolcemente in olio e burro, unire 4 carciofi tagliati a fettine sottili, 1etto di cotto a dadini, farli insaporire per qualche minuto poi unire 1 dado sbriciolato, pepe e finire di cuocere unendo ½ bicchiere di latte. lessare 350 gr. di rigatoni, scolarli e versarli nel sugo unendo un pochino di burro, parmigiano, prezzemolo e una mozzarella a dadini mescolare e servire.

Commenti disabilitati su RIGATONI PROSCIUTTO E CARCIOFI

I MIEI MAXI BIGNE’

| Dolci

maxib
Fatto bollire 200 gr. di acqua con 1 pizzico di sale e 100 gr. di burro, quando il burro si è sciolto, ho spostato il tegame da fuoco e vi ho versato in un sol colpo 200 gr. di farina 00 prima setacciata, mescolato e rimesso sul fuoco, sempre mescolando finchè si è formata una palla che si staccava dalle pareti. Fatto intiepidire e ho aggiunto 3 uova, uno alla volta ( non aggiungere il successivo se il primo non si è ben amalgamato ). Trasferito l’impasto in un sac a poche, ho formato dei bignè un po’ più grandi di una noce, ben distanziati perchè si gonfieranno molto, sulla placca foderata con
carta forno. Infornati in forno già a 190° per 25 min. Non sfornarli subito, ma lasciarli raffreddare con lo sportello leggermente aperto. Io li ho farciti con una crema chantilly fatta con panna fresca montata con zucchero a velo vanigliato. Spolverizzati con zucchero a velo, fotografati e divorati.

Commenti disabilitati su I MIEI MAXI BIGNE’