L’ossobuco di vitello in gremolata, ricetta milanese. Molto saporita e golosa, insaporita dalla gremolata finale.

 

INGREDIENTI PER L’OSSOBUCO DI VITELLO IN GREMOLATA

Per 4 pers.

4 ossobuchi di vitello

Una cipolla

50 gr. di burro

Tre cucchiai di olio evo

Farina 00 per infarinarli

1/2 bicchiere di vino bianco

Brodo leggero anche di dado (un litro)

Sale e pepe

Due spicchi di aglio

Un ciuffo di prezzemolo

Un limone bio

PROCEDIMENTO

In una larga padella antiaderente fare appassire nel burro e olio la cipolla tritata, poi unire gli ossobuchi infarinati e farli colorire da entrambi i lati, salare e pepare, sfumare con il vino bianco e cuocere 1 ora e 30 minuti unendo man mano il brodo caldo, girandoli ogni tanto. Cinque minuti prima di spegnere unire un trito fine, di: gli spicchi di aglio, prezzemolo e la buccia del limone. Servire gli ossobuchi di vitello in gremolata ben caldi. BUON APPETITO

CURIOSITA’
LIMONE
I limoni giungono a maturazione in tre diversi periodi dell’anno, la prima fruttificazione, chiamata invernale o primofiore, giunge a maturazione in Ottobre; la seconda fruttificazione avviene a Marzo (i limoni di questo tipo – conosciuti anche come bianchetti – sono di minor pregio commerciale); nel corso della terza fruttificazione, tra Giugno e Luglio, maturano i limoni verdelli, così chiamati per il colore della buccia, che è particolarmente compatta e aderente alla polpa.
Il limone è ricco di oli essenziali, il principale dei quali è il limonene, concentrato prevalentemente nella scorza. Gli oli essenziali del limone hanno un elevato potere antibiotico e disinfettante. Applicati sulla pelle, svolgono anche un’azione revulsiva (richiama il sangue in superficie) e per tale motivo risultano utili in caso di reumatismi, inoltre, sono cicatrizzanti. Il limone (assieme al pomodoro) è il vegetale con il più alto contenuto di acido citrico, una sostanza essenziale per il ricambio energetico delle cellule. Contiene inoltre citrati di sodio e di potassio, che hanno un notevole potere depurativo.
Dal limone lo scienziato ungherese Albert Szent-Gyorgy riuscì per primo a isolare la vitamina C, di cui il frutto è particolarmente ricco.

Commenti disabilitati su OSSOBUCO DI VITELLO IN GREMOLATA