Le melanzane alla pecorara, sono buonissime e saporite. Molto comode da preparare non richiedono una seconda cottura come la parmigiana.

INGREDIENTI PER LE MELANZANE ALLA PECORARA

Per 4 pers.

Una grande melanzana violetta o due medie

400 gr. di salsa di pomodoro fresco già cotta

100 gr. di pecorino siciliano grattugiato

 Due- tre spicchi di aglio

Una manciata di foglie di basilico fresco

Sale e pepe

Olio evo

PROCEDIMENTO

 Foderare la placca del forno con carta forno e spennellare con olio. Tagliare le melanzane a fette e sistemarle sulla carta, salare e pepare, irrorarle con un filo di olio. Infornare a 190° per una ventina di minuti o fino a leggera doratura e cottura.
Tritare finemente gli spicchi di aglio. Mentre tutti gli ingredienti sono ancora caldi: prendere una pirofila da portare poi a tavola e distribuirvi qualche cucchiaio di salsa, fare uno strato con qualche melanzana, un po’di aglio tritato, qualche foglia di basilico spezzettata, ancora salsa e cospargere con il pecorino, continuare gli strati fino alla fine degli ingredienti, finire con salsa e pecorino. Coprire il tutto con pellicola e lasciare riposare a temperatura ambiente per un paio di ore. Servire a tavola le melanzane alla pecorare. BUON APPETITO.

CURIOSITA’

IL BASILICO

Il basilico viene anche impiegato come sostanza stimolante dell’apparato intestinale, in quanto, le sue proprietà facilitano la digestione e favoriscono l’appetito, non solo; il basilico rafforza il sistema nervoso, allevia gli stati d’ansia e di nervosismo, è utile nei casi di insonnia ed utilizzabile anche in caso di asma, bronchiti e tosse.
In ultimo è in grado di aumentare la produzione di latte materno durante l’allattamento e di lenire il fastidio delle punture di insetti. Il basilico contiene grassi, proteine, fibre, zuccheri e naturalmente acqua; presenti i seguenti minerali: calcio, sodio, manganese rame, potassio, fosforo, ferro, magnesio e zinco. Buona la presenza di vitamine, A, B (niacina, tiamina, riboflavina), vitamina C (acido ascorbico) e vitamina E. In ultimo sottolineiamo l’abbondante presenza di amminoacidi come il Triptofano, la Lisina, la Leucina, l’Acido aspartico, l’Acido glutamminico, l’Alanina, l’Arginina e altri ancora.

 

Commenti disabilitati su MELANZANE ALLA PECORARA