Lo gnocco fritto: così si chiama nella provincia di Reggio Emilia e Modena, mentre in quella di Bologna son le crescentine. Si mangiano accompagnati da affettati, squacquerone, stracchino o formaggi morbidi in genere. Ottimo comunque.

gnoccofritto

INGREDIENTI PER LO GNOCCO FRITTO

Per 4 pers:

400 gr. di farina 00

2/3 di un cubetto di lievito di birra.

Due cucchiai di latte.

170 ml. di acqua frizzante.

60 gr. di strutto.

Mezzo cucchiaino di sale

Strutto per friggere o olio di arachidi.

Salumi e formaggi misti per accompagnare

PROCEDIMENTO

Impastare in planetaria o in una ciotola grande: la farina 00, il lievito di birra sciolto nel latte tiepido, lo strutto, il sale e l’acqua a temperatura ambiente.  Lavorare poi per una decina di minuti con la planetaria o  su spianatoia, se a mano,

gnocco1

coprire e far lievitare per un’ora. Stendere la pasta ad un’altezza di 1/2 cm. ritagliare dei rombi di circa 8 cm.

gnocco2

e friggere in abbondante strutto, almeno 4 cm. di altezza in un tegame. Oppure usate olio di arachidi. Farli scolare su carta cucina e  servire lo gnocco fritto caldo con salumi e formaggi misti. BUON APPETITO

gnoccofritto1

 

CURIOSITA’

LIEVITO DI BIRRA

Per lievito di birra si è soliti intendere un fungo microscopico, formato da colonie di Saccharomyces cerevisiae, ottenute per fermentazione.In particolare, le cellule del lievito vengono coltivate su un substrato di malto (orzo germogliato) all’interno di fermentatori dove si moltiplicano migliaia di volte. Alla fine di tale processo, le cellule vengono separate dal substrato nutritizio, lavate ed essiccate ad una temperatura che non supera i 40 gradi centigradi. Il lievito di birra costituisce una fonte ricca e completa di vitamine B, spesso assunte in scarse quantità nelle diete iperlipidiche, o iperglucidiche, o iperproteiche, oppure quando il consumo di alcool, sigarette o caffè è elevato.
Il gruppo B è un insieme di vitamine molto importante anche per gli sportivi, i bambini in crescita e le persone convalescenti, perché facilita la trasformazione di proteine, carboidrati e lipidi in energia.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/lievito-birra.html

Commenti disabilitati su LO GNOCCO FRITTO