Ottime le frittelle di pane raffermo al sugo, molto saporite e in questo modo si può recuperare anche il pane raffermo.

INGREDIENTI PER LE FRITTELLE DI PANE RAFFERMO AL SUGO

Per 4 pers.

400 gr. di pane casereccio raffermo (non panini di grano tenero)

250 ml. di latte

Un uovo

Tre cucchiaiate di parmigiano o pecorino grattugiati

Un ciuffo di prezzemolo

Due spicchi di aglio

700 gr. di passata di pomodoro casalinga
una cipolla

basilico
olio evo

Sale pepe q. b.

Olio per friggere q. b.

PROCEDIMENTO

Eliminare  la crosta del pane, tagliare a pezzi la mollica e metterla in una ciotola. Bagnare con il latte e lasciare riposare almeno mezz’ora, mescolando ogni tanto. Poi strizzarla leggermente con le mani e in un’altra ciotola mescolarla sempre con le mani  a: l’uovo, il parmigiano o se vi piace un gusto più deciso, il pecorino, uno spicchio di aglio tritatissimo, il prezzemolo tritato, salare e pepare a piacere. in una padella con olio di semi, friggere a cucchiaiate il composto per ottenere le frittelle.   Preparare la salsa di pomodoro con la cipolla soffritta e lo spicchio di aglio, in olio evo, la passata di pomodoro, il basilico e cuocere una ventina di minuti, aggiustare di sale e pepe, versarvi le frittelle e cuocere per altri 10 minuti. Servire le frittelle di pane raffermo al sugo ben calde. BUON APPETITO

CURIOSITA’

AGLIO

L’aglio è una pianta conosciuta fin dai tempi antichi tanto che era già utilizzata dagli Egizi nel III millennio a.C e, successivamente, dai Greci, dai Romani, dai Cinesi e dagli Indiani. I bulbilli oggi vengono usati fin dall’antichità come condimento di cibi. Utilizzati, crudi, in insalate o aggiunti a sughi, stufati, piatti di pesce o verdure. Molto impiegati anche nella preparazione di insaccati (salame all’aglio) e nell’industria conserviera per antipasti sott’olio e sott’aceto. Oggi viene coltivata in tutti i continenti ed è molto nota per l’uso culinario. In Italia viene coltivata maggiormente in Campania, Emilia-Romagna, Veneto e Sicilia.

 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*