Crea sito

Riso

RISOTTO CREMOSO AL RADICCHIO DI CHIOGGIA

| Riso

Il risotto cremoso al radicchio di Chioggia. u primo piatto dal sapore delicato ma nello stesso tempo gustoso.

INGREDIENTI PER IL RISOTTO CREMOSO AL RADICCHIO DI CHIOGGIA

Per 4 pers.

350 gr. di riso per risotti

Un cespo grande di radicchio rosso di Chioggia

40 gr. di burro

Due cucchiai di olio evo

Uno scalogno

Mezzo bicchiere di vino bianco secco

Sale e pepe q. b.

Un litro e mezzo di brodo vegetale

100 ml. di panna da cucina

4 cucchiaiate abbondanti di grana grattugiato

PROCEDIMENTO


Pulire, lavare e far scolare bene il cespo di radicchio. In una casseruola capiente far rosolare nel burro e nei due cucchiai di olio lo scalogno tritato, unire il radicchio tagliuzzato e farlo ben insaporire, poi aggiungere il riso, lasciarlo tostare per qualche min. e bagnarlo con il vino bianco, fare evaporare, pepare e iniziare ad aggiungere un mestolo alla volta di brodo vegetale bollente,  portando a cottura mescolando. Un attimo prima di spegnere, regolare di sale, unire mezzo bicchiere la panna, le cucchiaiate di grana,  e mantecare bene. Lasciare riposare 3-4 min.  e servire il risotto cremoso al radicchio di Chioggia.  BUON APPETITO

CURIOSITA’

RADICCHIO DI CHIOGGIA

Il radicchio di Chioggia, rosso di Chioggia, radicio de Ciosa (in dialetto chioggiotto) e un’ortaggio appartenente alla famiglia delle cicorie. Ha proprietà diuretiche, lassative, toniche e digestive ed è utile per la salute di fegato, intestino e pelle. Il radicchio di Chioggia deriva dall’incrocio tra il radicchio trevigiano e l’indivia. Ha foglie di forma tondeggiante e colore rosso, con nervature centrali bianche. Può essere consumato sia crudo che cotto. Crudo, ovviamente, specie se freschissimo, apporta una maggiore quantità di nutrienti. Esistono due varietà: il radicchio di Chioggia tardivo e quello precoce. Il primo si trova da dicembre ad aprile; il tipo precoce, invece, si raccoglie a settembre/ottobre. La zona di produzione del radicchio di Chioggia tardivo ricade nelle province di Venezia, Rovigo e Padova. La tipologia precoce viene, invece, coltivata essenzialmente nei comuni di Chioggia e Rosolina.

100 g di radicchio di Chioggia contengono 13 kcal / 52 kj

Tratto da cure naturali .it
Commenti disabilitati su RISOTTO CREMOSO AL RADICCHIO DI CHIOGGIA

RISOTTO CON ZUCCHINE E PEPERONI

| Riso

  • Gustoso e colorato il risotto con zucchine e peperoni. Semplice e veloce da preparare.

    riszucpep1

    INGREDIENTI PER IL RISOTTO CON ZUCCHINE E PEPERONI

    Per 4 pers.

    Due peperoni rossi

    Due zucchine

    Una cipolla

    350 gr. di riso basmati

    Due cucchiai di olio evo

    40 gr. di burro

    Mezzo bicchiere di vino bianco secco

    Un litro e mezzo di brodo vegetale bollente

    Sale e pepe

    Due cucchiaiate di panna da cucina

    50 gr. di grana o parmigiano

    PROCEDIMENTO

    Preparare il brodo vegetale. Lavare i peperoni e le zucchine, asciugarli e tagliarli a bastoncini. In tegame fare appassire la cipolla tagliata finemente con i due cucchiai di olio e i 40 gr. di burro. Unire le verdure e cuocere per 5 minuti aggiungendo di tanto in tanto qualche cucchiaiata di brodo vegetale. Versarvi il  riso (io uso il basmati per questa ricetta) farlo ben assorbire del condimento e poi sfumare con il mezzo bicchiere di vino bianco. Continuare la cottura aggiungendo man mano il brodo caldo. Regolare di sale e pepare a piacere. A cottura quasi ultimata incorporarvi la panna e il grana grattugiato. Lasciare riposare 3-4 min. e servire il vostro risotto con zucchine e peperoni. BUON APPETITO

    CURIOSITA’

    ZUCCHINE

    Zucchine: proprietà e benefici

    Ipertensione: la presenza in grande quantità di potassio rende le zucchine un alimento anti fatica, consigliato per i suoi benefici anche per chi ha problemi di ipertensione. Inoltre, sempre grazie al potassio, contribuiscono a regolare la quantità di acqua nell’organismo.
    Utili per dimagrire: sono un alimento molto povero di calorie ed è per questo motivo che sono spesso alla base delle diete dimagranti. La presenza di fibre poi aumenta la sensazione di sazietà ed impedisce l’assunzione di altro cibo a breve termine.
    Abbassano il colesterolo: la presenza di fibra alimentare favorisce l’espulsione del colesterolo cattivo in eccesso e rappresenta una buona prevenzione nei confronti della formazione di pericolose placche nelle arterie.
    Favoriscono il sonno: il loro consumo, oltre che apportare benefici per il corpo, ha proprietà benefiche anche nei confronti della mente sulla quale hanno effetti rilassanti e favoriscono il sonno.
    Antinfiammatorio: vitamina C e vitamina A presenti nelle zucchine hanno proprietà antinfiammatorie che sono risultate utili nel trattamento di alcune patologie come l’asma, l’artrosi e l’artrite reumatoide.
    Altre proprietà: le zucchine hanno diverse proprietà salutari nei confronti dell’organismo tra le quali spiccano l’azione diuretica, lassativa e antinfiammatoria, non solo, sono anche un ottimo alleato nel contrastare le infiammazioni delle vie urinarie ed i problemi a livello intestinale quali diarrea e stitichezza.

Commenti disabilitati su RISOTTO CON ZUCCHINE E PEPERONI

RISOTTO CON COZZE E GAMBERI

| Riso

Il risotto con cozze e gamberi: un delicato primo dal sapore di mare.
risottocozzeegamberi
INGREDIENTI PER IL RISOTTO CON COZZE E GAMBERI
Per 4 pers.
350 gr. di riso per risotti
700 gr. di cozze
300 gr. di gamberi già sgusciati
Un bicchiere e mezzo di vino bianco secco
6 cucchiai di olio evo
Un ciuffo di prezzemolo
Uno spicchio di aglio
Una piccola cipolla
Una foglia di alloro
50 gr. di brandy
Sale e pepe q. b.
due litri di brodo di pesce o brodo vegetale
PROCEDIMENTO
Pulire le cozze e farle aprire su fuoco vivo con: un bicchiere di vino bianco, un cucchiaio di olio, il ciuffo di prezzemolo e lo spicchio di aglio. Sgusciarle e filtrare il liquido. Lavare i  gamberi ed eliminare il filo nero.  In un tegame far rosolare in 3 cucchiai d’olio la cipolla tritata, unire la foglia di alloro e i gamberi, farli rosolare e bagnare con il brandy e il mezzo bicchiere di vino bianco, salare, pepare e cuocere 10 min. Nel frattempo in un largo tegame far scaldare 2 cucchiai di olio, unire il riso e farlo rosolare, bagnare man mano con brodo bollente, a metà cottura unire il liquido delle cozze e qualche min. prima di spegnere unire anche le cozze e i gamberi.  Lasciare riposare il risotto con cozze e gamberi 3-4 min. prima di servire.  BUON APPETITO
CURIOSITA’
COZZE
Le cozze non sono alimenti difficili da reperire; i litorali del mar Adriatico ne risultano quasi infestati, così come alcune zone del mar Ionio e poche altre del Tirreno. Le cozze si nutrono sia di particelle organiche in sospensione, sia di plancton, entrambe componenti molto presenti nelle acque salmastre delle foci; non a caso, il mar Adriatico (litorale che parte dal Friuli Venezia Giulia e termina in Puglia – il versante marino più ricco di sbocchi fluviali) rappresenta quasi un’unica colonia ininterrotta di cozze spontanee; ma ciò non toglie che questa specie possa venir coltivata con successo (in acqua-colture, sia nelle sacche delle valli che in alto mare) in tutte le zone del mar Mediterraneo.

 

Commenti disabilitati su RISOTTO CON COZZE E GAMBERI

RISOTTO AGLI ASPARAGI CURCUMA E PANCETTA

| Riso

Lo squisito risotto agli asparagi curcuma e pancetta, un ottimo primo piatto con il quale si ottiene sempre successo a tavola.

risspekaspa1

INGREDIENTI PER IL RISOTTO AGLI ASPARAGI CURCUMA E PANCETTA

Per 4 pers.

500 gr. di asparagi

300 gr. di riso Arborio

100 gr. di pancetta

Un terzo di cucchiaino di curcuma

Uno scalogno

Due litri di brodo vegetale

Tre cucchiai di olio evo

1/2 bicchiere di vino bianco secco

Sale e pepe q. b.

Per mantecare:

4 cucchiai di parmigiano e una grossa noce di burro

PROCEDIMENTO

Pulire e lavare gli asparagi, lessarli al dente in acqua salata. Scolarli e tenere da parte le punte per la decorazione del risotto, il resto tagliarlo a rondelline. In un tegame far rosolare piano in olio lo scalogno tritato, aggiungere i dadini di pancetta e lasciar insaporire due min. Versarvi il riso, farlo tostare, sfumarlo con il vino. Aggiungere le rondelle di asparagi e iniziare a bagnare con il brodo bollente. Mescolare in continuazione e unendo brodo man mano che il precedente si asciuga. A metà cottura unire la curcuma sciolta in un po’ di brodo. Portare a cottura, aggiustare di sale se ce ne fosse bisogno, pepare. Mantecare con il burro e parmigiano, spegnere e lasciar riposare 3-4 min. prima di servire. Decorare il risotto agli asparagi curcuma e pancetta con le punte di asparagi tenute da parte. BUON APPETITO

risspekaspa2 CURIOSITA’

CURCUMA

In India è conosciuta ed utilizzata da almeno 5.000 anni, come medicina, spezia e anche colorante; botanicamente parlando, la curcuma appartiene alla famiglia delle Zingiberacee. Si tratta di piante erbacee, perenni, dotate di rizoma e coltivate prevalentemente nelle regioni tropicali. La pianta della curcuma è caratterizzata da foglie lunghe a forma ovale, mentre i fiori sono raccolti in spighe. Il suo nome deriva dalla lingua persiana-indiana e precisamente dalla parola Kour Koum, che significa zafferano; infatti la Curcuma è anche nota col nome di Zafferano delle Indie. I suoi rizomi, che sono la parte della pianta che contiene i principi attivi, o droga, vengono fatti bollire per parecchie ore e fatti seccare in grandi forni, dopodiché vengono schiacciati fino ad ottenere una polvere giallo-arancione che viene comunemente utilizzata come spezia nella cucina del Sud Asia.

2 Commenti

RISOTTO AI 3 FORMAGGI

| Riso

Molto delicato e gustoso questo risotto ai 3 formaggi.

risform

INGREDIENTI PER IL RISOTTO AI 3 FORMAGGI

Per 4 pers.

320 gr. di riso per risotti

100 gr. di prosciutto cotto in una sola fetta

50 gr. di burro

100 gr. di mascarpone

50 gr. di stracchino

50 gr. di parmigiano grattugiato

1/2 bicchiere di vino bianco secco

1/2 cipolla piccola

Due litri di brodo vegetale

Sale e pepe

Un ciuffetto di prezzemolo

PROCEDIMENTO

Far rosolare nel burro senza colorire troppo la cipolla tritata fine. Aggiungere il prosciutto tagliato a piccoli dadini e fare insaporire 2 min. Versarvi il riso, farlo rosolare e poi sfumare con il vino. Bagnare con due mestoli per volta di brodo bollente, mescolando in continuazione. Portare a cottura e prima di spegnere aggiustare di sale, pepare e amalgamare con il mascarpone, lo stracchino e il parmigiano. Il vostro risotto ai 3 formaggi è pronto, cospargere con qualche fogliolina tritata di prezzemolo e servire. BUON APPETITO

CURIOSITA’

Stracchino

Lo stracchino è un formaggio di origine lombarda: il nome stesso deriva da “stracc” che, nel dialetto regionale, significa “stanco”. Secondo la tradizione, il nome deriva dal fatto che il latte che originariamente veniva utilizzato per la produzione di questo formaggio, era quello delle mucche che tornavano dai pascoli dell’alpeggio estivo: secondo i pastori erano stanche, perché ne producevano in quantità minori. Tuttavia, come spesso accade con le tradizioni locali, le versioni sono più d’una: secondo altri, le mucche e il latte erano “stracc”, stanchi, perché la produzione originale del formaggio avveniva in inverno, con il latte prodotto dal bestiame alimentato in stalla con erba secca, meno ricca di nutrienti rispetto a quella estiva. Lo stracchino è un formaggio prodotto con latte vaccino intero, viene stagionato per un massimo di 30 giorni e ha pasta molle cruda ma compatta. Il disciplinare di produzione consente di utilizzare sia latte crudo che pastorizzato: l’essenziale è che si tratti di latte intero.

8 Commenti

SFORMATO DI RISO E CAVOLFIORE

| Riso

Un ottimo primo piatto questo sformato di riso e cavolfiore.

riscav

 

INGREDIENTI PER LO SFORMATO DI RISO E CAVOLFIORE

Per 4 pers.

Un cavolfiore di 1 Kg.

Una cipolla media

240 gr. di riso Arborio

100 gr. panna da cucina

Sale

Pepe

Noce moscata

Tre cucchiai di parmigiano grattugiato

Pangrattato q.b.

Burro per la pirofila

5 cucchiai di olio evo

PROCEDIMENTO

Suddividere in cimette e lavare il cavolfiore. Lessarlo al dente in acqua salata, scolarlo ma senza buttare l’acqua di cottura.  In una padella con un cucchiaio d’olio rosolare 1/2  cipolla tritata finemente e farvi insaporire il cavolfiore per 5 min. a fuoco basso,

riscav1

salare se ce ne fosse bisogno e pepare.  Nel frattempo lessare nell’acqua del cavolfiore per 12 min. il riso, scolarlo e versarlo in un’altra padella dove si avrà rosolato l’altra mezza cipolla tritatissima con 2 cucchiai di olio, salare, pepare e cuocere 2 min. mescolando. Imburrare una pirofila e cospargerla uniformemente con pangrattato. Disporre sul fondo 2/3 di cime di cavolfiore, irrorare con 2 cucchiai di olio, versarvi il riso, poi il rimanente cavolfiore.

riscav2

Mescolare la panna con 1 pizzico di sale, pepe e una grattata di noce moscata, versare sul riso e cavolfiore, cospargere con il parmigiano e 1 cucchiaio di pangrattato. Infornare a 180° per 15 min. Far riposare fuori dal forno per 5 min.

riscav3

e il vostro sformato di riso e cavolfiore è pronto da servire. BUON APPETITO

CURIOSITA’

CAVOLFIORE

Il cavolfiore contiene una grande quantità di vitamine: protovitamina e vitamina A, vitamine B1, B2, B9 (acido folico), PP, C, ( a parità di peso il cavolo rapa ne contiene più delle arance), K, U. Molto ampia la gamma di minerali: in primis fosforo, calcio, ferro, zolfo, potassio, rame, magnesio, iodio, e arsenico. Molto preziose le sue mucillagini, soprattutto per quel che riguarda la cura delle coliti ulcerose, ed altrettanto significativa la sua alta percentuale di clorofilla, che aiuta l’organismo nella produzione di emoglobina contrastando così le varie forme di anemia. Da sottolineare, in cavoli e broccoli, la presenza di antiossidanti e di indoli che si formano quando le pareti cellulari di questi vegetali vengono spezzate o dal taglio del coltello o dalla masticazione.
Secondo le ultime ricerche, chi consuma molti cibi ricchi di vitamina C, vitamina E e carotene, è molto meno esposto a malattie cardiovascolari, ictus e cataratta.

3 Commenti

RISOTTO AI PIOPPINI

| Riso

Un buon risotto ai pioppini, semplice, gustoso, facile da preparare…..:P

rispiop2INGREDIENTI:

Per il risotto ai pioppini per 4 pers. occorrono:

320 gr. di riso  Arborio o Carnaroli

500 gr. di funghi pioppini ( chiodini )

Due litri di brodo vegetale.

Uno spicchio di aglio

Uno scalogno

100 ml. di vino bianco secco

sale

pepe

Una bustina di zafferano

una noce di burro

Quattro cucchiai di olio evo

Prezzemolo

Procedimento:

Eliminare il gambetto ai funghi, lavarli velocemente sotto l’acqua corrente e farli scolare bene su un canovaccio da cucina. In una padella mettere lo spicchio di aglio tritatissimo con due cucchiai di olio evo, a fuoco bassissimo, non deve colorirsi, versarvi i funghi interi ( tanto sono piccoli ). Salare e pepare. Cuocere 5 minuti. Nel frattempo si sarà preparato il brodo vegetale. In un tegame rosolare nei restanti due cucchiai di olio evo: lo scalogno tritato finemente, aggiungere il riso e farlo tostare finchè sarà diventato bello lucido. Bagnarlo con il vino bianco e farlo asciugare completamente . A questo punto iniziare a versarvi il brodo bollente, sempre mescolando. Man mano che verrà assorbito aggiungere l’altro sempre un po’ per volta. Dopo 10 minuti aggiungere i funghetti e lo zafferano sciolto in 2 cucchiai di brodo. Portare a cottura. Aggiustare di sale se ce ne fosse bisogno, pepare e prima di spegnere mantecare con il burro. Lasciar riposare 3-4 minuti. Servire il risotto ai pioppini cosparso di prezzemolo tritato e parmigiano a parte.

risopiop1

CURIOSITA’

Il fungo  conosciuto  col nome di Pioppino, è uno dei funghi commestibili più apprezzati e ricercati. La polpa del cappello  è bianca e tenera ed ha un profumo gradevole, piuttosto fibrosa invece quella del gambo, ecco perchè va eliminato. I pioppini crescono sia sui tronchi di alberi morti che di alberi vivi come pioppi, salici, querce, olmi, sambuchi etc. E’ possibile trovare questi funghi prelibati a cominciare dall’inizio della primavera fino alla fine dell’autunno, soprattutto in presenza di tempo umido, solitamente qualche giorno dopo la pioggia.

1 Commento

IL MIO MINESTRONE DI RISO

| Riso

Inizia la stagione per mangiare ottime zuppe e minestroni come questo. Quindi cuciniamo un salutare piatto di buon minestrone.
mineriso
Fatto soffriggere 1/2 cipolla in 2 cucchiai d’olio, unito 2 patate a dadini, fatte rosolare, poi aggiunto 1 busta di verdure per minestrone surgelate da 450 gr., 1 pomodoro maturo a dadini, 1/2 cucchiaio di concentrato, 1 dado vegetale, faccio insaporire e aggiungo acqua quanto basta per portare a cottura in una mezz’ora. Versato 200 gr. di riso, cotto, aggiustato di sale e servito con pepe, un filo di olio crudo e parmigiano.

Commenti disabilitati su IL MIO MINESTRONE DI RISO

ARANCINETTE DI RECUPERO

| Riso

Se vi avanza del riso bollito, lo potete utilizzare in questo modo goloso come ho fatto io..oppure bollitelo per fare le arancinette…:P
arancinette
Mentre il riso è ancora tiepido condirlo con burro e parmigiano. Fare raffreddare completamente e conservare in frigo per utilizzarlo il giorno dopo. Con il riso formare delle palline grandi come mandarini.
arancinette1
Al centro di ogni pallina fare un foro e inserivi un pezzetto di mozzarella e uno di prosciutto cotto. Richiuderle e passarle in una pastella cremosa fatta con farina 00 e acqua.
arancinette2
Coprirle completamente con la pastella.
arancinette3
E poi rotolarle nel pangrattato.
arancinette4
e friggere in olio abbondante
arancinette5
Servire calde.
arancinette6

Commenti disabilitati su ARANCINETTE DI RECUPERO

ZUCCHINE PANTESCHE RIPIENE DI RISO

| Riso

Dolcissime zucchine tonde pantesche, ma potete usare delle zucchine normali. un ottimo primo che va assolutamente provato.
zucchinealriso
Lavare le zucchine.
zucchineal-riso1
Farle sbollentare in acqua bollente salata intere per 10 min. se son grandi e tonde, 5 min. se son quelle lunghe. Farle scolare e intiepidire.
zucchinealriso2
Tagliare la calotta, svuotarle dalla polpa e tagliuzzarla. Lessare 100 gr. di riso molto al dente (io ho usato il basmati), farlo scolare.
zucchineriso3

In 4 cucchiai di olio evo far rosolare poco 1 spicchio d’aglio intero che poi andrà tolto, unire la polpa tritata delle zucchine e 40 gr. di mollica di pane sbriciolata, far insaporire e spegnere. In una ciotola versare il riso, aggiungere la polpa delle zucchine, 50 gr. di parmigiano, 1 spicchio d’aglio tritato, 100 gr. di scamorza fresca a dadini, sale, pepe e mescolare .
zucchineriso4
Mescolare e unire 1 uovo e 1 tuorlo, 4 cucchiai di salsa di pomodoro fresco, mescolare bene e
zucchineriso5
riempirvi le zucchine. Disporle in teglia oleata e cospargere con salsa di pomodoro, parmigiano e olio,
zucchineriso6
coprire con la calotta. Infornare a 180° per 30 min. Sfornare, far riposare 10 min. e servire.
zucchineriso7

Commenti disabilitati su ZUCCHINE PANTESCHE RIPIENE DI RISO