Crea sito

Insalate

ANELLI DI CIPOLLOTTI IN INSALATA

| Insalate

Gli anelli di cipollotti in insalata, un contorno da abbinare sia a piatti di carne sia a quelli di pesce. Per questa preparazione vanno usati i cipollotti rossi freschi di Tropea.

INGREDIENTI PER GLI ANELLI DI CIPOLLOTTI IN INSALATA

Per 4 pers.

Mezzo chilo di cipollotti freschi di medie dimensioni

Sale

Aceto di buon vino

Pepe

Olio evo

Origano

PROCEDIMENTO

Pelare i cipollotti, lavarli e tagliarli a rondelle alte un cm. In una ciotola mettere un litro di acqua fredda e sciogliervi mezzo cucchiaio di sale marino, aggiungervi gli anelli di cipolla e lasciarveli in ammollo per 3-4 ore (serve a renderli più dolci). Scolarli, buttare via l’acqua con il sale e mettere nella ciotola 300 ml. di aceto bianco e 300 ml. di acqua, immergervi gli anelli di cipollotti per un paio di ore. Scolarli bene, tamponarli con carta cucina, metterli in una insalatiera e condirli con: olio evo, pepe, origano e aggiustare di sale se ce ne fosse bisogno. Lasciare insaporire gli anelli di cipollotti in insalata una mezz’ora prima di servire. BUON APPETITO

 

CURIOSITA’

LA CIPOLLA DI TROPEA

Furono i Fenici e i Greci ad introdurre in Calabria l’uso della cipolla, appreso, a loro volta, da Assiri e Babilonesi. L’area storica di produzione in Calabria è il territorio di Capo Vaticano nel Comune di Ricadi, ma il nome “Rossa di Tropea” è scaturito dal semplice fatto che le spedizioni delle cipolle in tutto il mondo avvenivano dallo scalo ferroviario di Tropea. Il trasporto delle famosissime cipolle rosse dai campi alla stazione di Tropea, avveniva tramite somari o tramite carri trainati dai buoi, percorrendo sentieri a ridosso del mare. La cipolla di Tropea, che vanta la denominazione IGP fin dal 2008, rappresenta un souvenir davvero salutare dalla forma rotonda o ovoidale, dal sapore delizioso, leggero, raffinato e croccante. Questo magico dono della natura, coltivato sui suoli vulcanici, freschi, profondi, ricchi soprattutto di potassio, studiati dai pedologi di tutto il mondo al fine di risalire alle origini e di giustificare la nobile composizione, particolarmente fertile, rappresenta un vero e proprio elisir di lunga vita.

TRATTO DA METEOWEB.IT

 

 

Commenti disabilitati su ANELLI DI CIPOLLOTTI IN INSALATA

INSALATA DI BURGHUL CON MELANZANE

| Insalate

L’insalata di burghul con melanzane: una buona, bella, fresca e veloce insalata estiva da preparare in anticipo.

INGREDIENTI PER L’INSALATA DI BURGHUL CON MELANZANE

Per 4 pers.

250 gr. di bulghur precotto

Un limone

Una grossa melanzana

Una dozzina di pomodorini

Una cipolla rossa di Tropea

Un ciuffo di menta

Olio evo

Sale

PROCEDIMENTO

Lessare per 10 minuti il burghul precotto (o comunque leggere le istruzioni sulla confezione).
Scolarlo,


farlo freddare e spruzzare con il succo di 1 limone. Nel frattempo tagliare a dadi una melanzana e friggerla.

Lavare e tagliare in 4 spicchi i pomodorini, pelare e affettare la cipolla rossa di Tropea. Lavare e asciugare una manciata di menta fresca e tritarla, aggiungerla al bulghur insieme a i pomodori, le melanzane e la cipolla, salare, pepare e condire con 5 cucchiai di olio, mescolando bene.

Coprire con pellicola e mettere l’insalata di bulghur con melanzane in frigo almeno per 3 ore a riposare prima di servire.

curiosita’

BULGHUR

Il bulghur è un prodotto a base di cereali originario della Turchia; più precisamente, si tratta di un derivato dei semi integrali e germogliati di una Graminacea appartenente al Genere Triticum e alla Specie durum, ovvero il frumento di grano duro.
Il burghul è un cereale costituito da frumento integrale, grano duro germogliato, che subisce un particolare processo di lavorazione. I chicchi di frumento vengono cotti al vapore e fatti seccare, poi vengono macinati e ridotti in piccoli pezzetti; è molto diffuso in Medio Oriente, è molto simile al couscous. Il bulghur, se paragonato ad un qualsiasi sfarinato di frumento (sia integrale che non, sia di tipo semolato che farina 00), presenta una differenza sostanziale: essendo precotto, si avvale di una maggiore digeribilità anche SENZA l’utilizzo di ulteriori processi di lavorazione. Al contrario, gli sfarinati semplici contengono alcuni amidi, detti resistenti, che NON possono essere digeriti dai nostri enzimi intestinali

  1. Il bulgur è ottenuto da semi germogliati, mentre il cuscus da semi non germogliati
  2. Il bulgur è ricavato SEMPRE da semi integrali che conservano la crusca, mentre (ad oggi) il cuscus ne è privo
  3. Il bulgur è prodotto con una frantumazione grossolana del seme, mentre il cuscus viene macinato più finemente e setacciato
  4. Il bulgur è un prodotto tipico della Turchia, mentre il cuscus è originario dell’Africa.

Oggi, in Italia è relativamente semplice reperire il bulgur; viene venduto prevalentemente nei negozi alimentari etnici e in quelli di prodotti biologici, ma meno nei supermercati. E’ curioso notare che, al contrario, in molti altri paesi della Comunità Europea (CE) la sua presenza nella grande distribuzione pare ormai consolidata da diversi anni.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/bulgur.html

Commenti disabilitati su INSALATA DI BURGHUL CON MELANZANE

INSALATA DI PATATINE NOVELLE E FAGIOLINI

| Insalate

Siamo nella stagione delle insalatone, approfittiamone per disintossicarci. Questa insalata di patatine novelle e fagiolini, una tra le più gradite.

INGREDIENTI PER L’INSALATA DI PATATINE NOVELLE E FAGIOLINI

Per 4 pers.

600 gr. di patatine novelle

400 gr. di fagiolini

Una grande cipolla rossa di Tropea

Olio evo

Sale

Aceto di mele

PROCEDIMENTO

Lessare le patatine in acqua salata dopo averle lavate per bene, pelarle e metterle in una insalatiera. Spuntare i fagiolini, lavarli se sono troppo lunghi spezzarli a metà e lessarli in acqua bollente salata, scolarli per bene e aggiungerli alle patatine. Pelare e affettare la cipolla e aggiungerla alle verdure solo quando si saranno raffreddati. Preparare un’emulsione di olio, poco sale e aceto, versare sull’insalata di patatine novelle e fagiolini, mescolare e servire. BUON APPETITO

CURIOSITA’

ACETO DI MELE

L’aceto di mele potrebbe sembrare, a prima vista, il solito “rimedio della nonna”: esso non solo è un condimento che rende gustosi moltissimi piatti, ma due cucchiai di questo “elisir” al giorno portano al nostro organismo potassio (regola il metabolismo e il ricambio cellulare), calcio (previene l’osteoporosi e mantiene in forma l’apparato scheletrico), ferro, magnesio, beta-carotene, le vitamine A, B1, B2, B6, C ed E, acido acetico, altri acidi di frutta e la pectina, fosforo, sodio, zolfo e altri microelementi; inoltre svolge un’azione fluidificante del sangue, favorisce la diuresi e il metabolismo bruciando i grassi ed eliminando le tossine, è un potente disintossicante e ansietà, cura l’acne e favorisce il ricambio epidemico, grazie all’azione della pectina in esso contenuta combatte la stipsi e favorisce l’eliminazione delle scorie organiche che tendono a trasferirsi nei tessuti cutanei, regola il valore del pH del sangue, stimola gli organi escretori, disintossica e purifica il sangue; e tanto altro ancora. Nella dieta l’ideale sarebbe alternare l’aceto di vino con quello di mele per non “abituare” il palato allo stesso sapore, anche se l’aceto di mele è meno acido di quello di vino ed è quindi più digeribile.

 

Commenti disabilitati su INSALATA DI PATATINE NOVELLE E FAGIOLINI

INSALATA AMERICANA WALDORF

| Antipasti, Insalate

L’insalata americana Waldorf è nata come contorno ma io la servo come antipasto. Molto buona, gustosa e fresca.

INGREDIENTI PER L’INSALATA AMERICANA WALDORF

Per 4 pers.

200 gr. di sedano tenero

200 gr. di mele Granny Smith (quelle verdi)

50 gr. gherigli di noci più quelle per definire

150 gr. di maionese

Un cucchiaio di miele

100 gr. di yogurt bianco ( ottimo il greco )

Sale e pepe

PROCEDIMENTO

In una ciotola mescolare: la maionese, lo yogurt, il miele, sale e pepe. Lavare e asciugare il cuore del sedano ( più tenero ), tagliarlo a tocchetti e metterlo in una ciotola, unire le mele granny smith  (più acidule) tagliate a dadini e i gherigli di noci tritate grossolanamente, aggiungere alla maionese e mescolare bene. Versare l’insalata americana Waldorf in un piatto di portata, decorare con le noci e servire bella fresca. BUON APPETITO

CURIOSITA’

MELE GRANNY SMITH

Le mele contengono discrete ma equilibrate quantità di vitamine (C, PP, B1, B2, A) e sali minerali (potassio, zolfo, fosforocalcio , magnesio, sodio, ferro). I valori di questi elementi possono variare nelle oltre 1000 qualità oggi presenti sul mercato internazionale. Questo frutto deve le sue numerose proprietà ai princìpi attivi in esso contenuti. Contengono fruttosio, uno zucchero a basso indice glicemico, che mantiene relativamente costante la glicemia e che può essere consumato con moderazione anche dai soggetti diabetici. Grazie al buon contenuto in fibre ed acido ossalico, la mela ha proprietà sbiancanti e masticata a lungo al termine di un pasto pulisce i denti.La mela contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi) che ne determina il suo sapore lievemente aspro e che facilita la digestione. Se consumata cruda ha un’azione astringente, mentre mangiata cotta ha spiccate proprietà lassative grazie all’azione delle fibre a della pectina in essa contenute. La pectina, riduce l’assorbimento di colesterolo per cui il consumo di mele è particolarmente consigliato a chi soffre di ipercolesterolemia. Visto che buona parte della fibra è contenuta nella buccia, sarebbe buona regola mangiare il frutto intero senza sbucciarlo. Attenzione però alla provenienza del frutto visto il massiccio impiego di sostanze chimiche impiegate in agricoltura, specie nei paesi in via di sviluppo (Cina e Argentina in primis).

 

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/tabelle-nutrizionali/mele-granny-smith.htm

 

 

 

Commenti disabilitati su INSALATA AMERICANA WALDORF

INSALATONA PANTESCA DI PATATE

| Insalate

L’insalatona pantesca di patate: il top delle insalate estive con tutti i sapori e colori isolani.

INGREDIENTI PER INSALATONA PANTESCA DI PATATE

Per 4 pers.

600 gr. di patate

4 pomodori da insalata

Una grossa cipolla rossa di Tropea

Un cucchiaio di capperi di Pantelleria dissalati

Qualche foglia di basilico

Origano

Olio evo

Un cucchiaio di aceto

Sale

PROCEDIMENTO

Lavare e lessare le patate, pelarle e tagliarle a tocchetti. Metterle in un’insalatiera, unire i pomodori lavati, asciugati e tagliati a pezzi, la cipolla mondata e tagliata a fettine, i capperi dissalati e condire il tutto con abbondante olio evo, l’aceto, sale, origano, basilico spezzettato a mano. Mescolare e servire l’insalatona pantesca di patate con un buon pane casereccio.

CURIOSITA’

I CAPPERI

La pianta dei capperi, nome scientifico Capparis Spinosa, appartiene alla famiglia delle Capparidaceae; le sue foglie sono tondeggianti mentre i suoi fiori sono di colore bianco e molto odorosi. Le parti commestibili che vengono utilizzate a scopo alimentare, i capperi, sono contenute nei boccioli dei fiori.
I capperi sono diffusi nell’area mediterranea e crescono in modo spontaneo sui terreni calcarei; necessitano di pochissima acqua per vivere e svilupparsi. I capperi sono stati utilizzati a scopo gastronomico fin dai tempi più antichi tanto che il medico e farmacista greco Dioscoride, nel 70 d.C. circa, ne parlò nella sua opera De Materia Medica dove descriveva i capperi come un alimento diuretico ed efficace contro il mal di denti.
I capperi sono composti per l’84 % da acqua, dal 4,5% da carboidrati, il 2,3 % da proteine, il 3% da fibre e la restante percentuale è divisa tra zuccheri, grassi e ceneri; discreta la presenza di minerali tra cui troviamo il sodio in grande quantità, il calcio, il potassio, il ferro, il fosforo, il selenio, il magnesio, lo zinco, il rame ed il manganese.
Sono presenti la vitamina A, la B1, B2, B3, B5 e B6, la vitamina C, la E, la K e la vitamina J; i capperi contengono inoltre quercetina ( rispetto al proprio peso è la pianta che ne contiene la percentuale più elevata ), una sostanza appartenente al gruppo dei flavonoidi ed in possesso di proprietà antiossidanti che sappiamo essere in grado di apportare benefici all’organismo umano.

.

Commenti disabilitati su INSALATONA PANTESCA DI PATATE

PIATTO FREDDO DI PATATE E UOVA

| Insalate, Uova, Verdure

Il piatto freddo di patate e uova: un classico per le insalate, qui arricchito dalle cipolle. Semplicemente saporito e facile da preparare.

patuova1

INGREDIENTI PER IL PIATTO FREDDO DI PATATE E UOVA

Per 4 pers.

800 gr. di patate

4 uova

Due cipolle rosse di Tropea

5 cucchiai di olio evo

Due cucchiaini di aceto di mele

Sale e pepe

Un cucchiaino di origano

PROCEDIMENTO

patuova

Lessare le patate con la buccia in acqua salata dopo averle lavate per bene. Rassodare le uova per 10 min. Pelare, lavare le cipolle e cuocerle ( io al microonde per 7-8 min dopo avervi praticato alcuni taglietti con un coltello. Oppure cuocerle nel forno a 190° per 30 min. avvolte in carta di alluminio o carta forno. Lasciare intiepidire le patate, pelarle e tagliarle a tocchi. Sgusciare le uova e tagliarle a spicchi e affettare le cipolle. Sistemare il tutto in una insalatiera. In una ciotola emulsionare con una forchetta l’olio, l’aceto, il sale, il pepe e l’origano. Versare sull’insalata e mescolare. Far riposare 10 min e servite il vostro piatto freddo di patate e uova. BUON APPETITO

patuova2

CURIOSITA’

CIPOLLE

Appartiene alla famiglia delle Liliacee, viene coltivata in ogni parte del mondo e rappresenta uno degli aromi più utilizzati nelle cucine di tutto il mondo. La cipolla è un prodotto dell’orto molto antico, utile in cucina e ricca di proprietà terapeutiche. È una pianta erbacea che cresce ogni due anni, ma generalmente viene coltivata e in questo caso, produce i suoi bulbi annualmente. Il terreno sul quale cresce è generalmente un terreno fertile che non teme climi diversi, anche se “predilige” una temperatura piuttosto fredda. L’Emilia-Romagna, la Campania, la Sicilia e la Puglia sono tra le regioni più accreditate per la coltivazione di questo prodotto. La parte che noi mangiamo è il “bulbo” centrale, che può essere consumato sia crudo che cotto. Come riconoscere l’integrità di una cipolla e capire se è davvero fresca? È importante osservarne la forma che dovrà essere compatta, piuttosto soda e senza ammaccature o “strane” macchie, tipo muffa. La cipolla ha un gusto particolare che regala alle pietanze un sapore gradevole e spesso viene utilizzata come “base” per la preparazione di minestre, risotti, carni e gustosissimi sughi. Ma non solo: diversi sono i piatti che la contengono: i francesi ad esempio vanno matti per la zuppa di cipolle, nota in tutto il mondo, ma anche le cipolle ripiene, quelle crude in insalata e la frittata, hanno la loro notorietà.

Commenti disabilitati su PIATTO FREDDO DI PATATE E UOVA

INSALATA FANTASIA CON FAGIOLINI

| Insalate

Una bella, fresca e gustosa insalata fantasia con fagiolini, Un abbinamento di sapori che ben si amalgama.

insfung2

INGREDIENTI PER L’INSALATA FANTASIA CON FAGIOLINI

Per 4 pers.

400 gr. di fagiolini

100 gr. di funghetti sotto olio

100 gr. di mortadella in un sol pezzo

200 gr. di pomodorini

Un’acciuga sotto sale o due filetti di acciuga sotto olio

sale q. b.

5 cucchiai di olio evo

Un cucchiaio di aceto di mele

PROCEDIMENTO

insfung3


Pulire, lavare, lessare in acqua salata e scolare i fagiolini, farli asciugare e raffreddare. Tagliarli a pezzi e metterli in una insalatiera, unire i funghetti sotto olio sgocciolati, la mortadella a dadini, mescolare.
Tagliare a metà i pomodorini e disporli a raggiera nel bordo del piatto di portata, al centro mettere gli altri ingredienti. In una ciotolina mescolare l’acciuga tritata finemente, 1 pizzico di sale, l’aceto e i cucchiai di olio. Versare sull’insalata fantasia con fagiolini e portare subito a tavola. BUON APPETITO

insfung1

CURIOSITA’

ACETO DI MELE

L’aceto di mele potrebbe sembrare, a prima vista, il solito “rimedio della nonna”: esso non solo è un condimento che rende gustosi moltissimi piatti, ma due cucchiai di questo “elisir” al giorno portano al nostro organismo potassio (regola il metabolismo e il ricambio cellulare), calcio (previene l’osteoporosi e mantiene in forma l’apparato scheletrico), ferro, magnesio, beta-carotene, le vitamine A, B1, B2, B6, C ed E, acido acetico, altri acidi di frutta e la pectina, fosforo, sodio, zolfo e altri microelementi; inoltre svolge un’azione fluidificante del sangue, favorisce la diuresi e il metabolismo bruciando i grassi ed eliminando le tossine, è un potente disintossicante e ansietà, cura l’acne e favorisce il ricambio epidemico, grazie all’azione della pectina in esso contenuta combatte la stipsi e favorisce l’eliminazione delle scorie organiche che tendono a trasferirsi nei tessuti cutanei, regola il valore del pH del sangue, stimola gli organi escretori, disintossica e purifica il sangue; e tanto altro ancora…

Commenti disabilitati su INSALATA FANTASIA CON FAGIOLINI

INSALATA D’ARANCE ROSSE

| Insalate

Una solare e salutare insalata. Si può servire come antipasto o come contorno. Un sapore diverso dal solito ma che armonizza con gli altri ingredienti.
insalata-d'arance
Sbucciare e tagliare a pezzi 2 arance rosse. Pulire, lavare e asciugare 1 finocchio, tagliarlo a listarelle. Mettere in una insalatiera le arance, il finocchio e una manciata di olive nere. Condire semplicemente con un’emulsione di 3 cucchiai di olio, sale e pepe.

Commenti disabilitati su INSALATA D’ARANCE ROSSE