Crea sito

Antipasti

FIORE DI SALMONE

| Antipasti

Una semplice realizzazione questo fior di salmone che ben si accoppia alle mozzarelline per un delizioso antipasto di pesce.

boccosalm3

INGREDIENTI PER IL FIORE DI SALMONE

Per 5 pers.

10 fettine di salmone affumicato

16 mozzarelline fresche

crackers a forma di foglia

Pepe

Olio evo q.b.

Procedimento

Scolare le mozzarelline dal loro liquido. Spennellare leggermente con l’olio, da un solo lato e pepare le fettine di salmone. posizionare una mozzarellina su ogni fettina e chiudere a pacchettino, coprire con pellicola e tenere in frigo. Al momento di servire il fiore di salmone  sistemare in un piatto di portata: come in foto. BUON APPETITO

boccosalm1

CURIOSITA’

SALMONE AFFUMICATO

Il Salmone è un pesce tipico dei mari del Nord. Depone le sue uova in acque fresche ed ossigenate, dopo aver risalito i freddi fiumi di montagna. Dopo la riproduzione ritorna al mare, ma spesso muore durante il lungo ed estenuante viaggio di ritorno.

Il salmone affumicato è ottenuto grazie all’omonimo metodo di cottura con l’impiego di legni aromatici come ginepro, rosmarino e lauro.

Vivendo in acque fredde il salmone è ricco di acidi grassi polinsaturi, utili per isolare il corpo e mantenere costanti le temperature interne. E’ considerato un pesce grasso ma molto salutare in quanto i grassi in esso contenuti riducono il colesterolo cattivo ed aumentano il colesterolo buono.

Dal punto di vista nutrizionale è inoltre ricco di proteine e fosforo, oltre ad avere un discreto contenuto in calcio e ferro. Valore energetico: 147 kcal. Il salmone ha molte proprietà benefiche: abbassa il colesterolo, previene i tumori, protegge il sistema cardiovascolare sia che venga consumato fresco, sia affumicato. Questo pesce è ricco di omega 3, che possono essere considerati dei veri e propri alleati per la nostra salute. Riescono ad abbassare il livello del colesterolo, incidono positivamente sul rallentamento dell’invecchiamento, prevengono i tumori e aiutano a combattere l’osteoporosi.

boccosalm

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/tabelle-nutrizionali/salmone-affumicato.htm

2 Commenti

LIME RIPIENI AL TONNO

| Antipasti

I lime ripieni al tonno sarà un antipasto molto gradito ai vostri commensali. Semplici e veloci da preparare, il che non guasta !!

lime ripieni

 

INGREDIENTI PER I LIME RIPIENI AL TONNO

Per 4 pers.

4 lime

150 gr. di robiola Tomasoni

100 gr. di tonno sotto olio

1/2 cucchiaino di pasta d’acciughe

2-3 gocce di salsa tabasco

PROCEDIMENTO

Passare al mixer il tonno sgocciolato, fino a ridurlo in crema. In una ciotola lavorare la robiola Tomasoni con un cucchiaio, aggiungervi il tonno, la pasta di acciughe e il tabasco. Amalgamare accuratamente. Lavare e asciugare i lime, tagliarli a metà per il lungo, svuotarli dalla polpa. Mettere la crema di tonno in un sac a poche e riempire i mezzi lime. Sistemarli in un piatto di portata e potrete servire i vostri lime ripieni al tonno, accompagnati con crostini o grissini.  BUON APPETITO

lime ripieni2

 

CURIOSITA’

LIME

Il lime conosciuto anche come limetta, è un agrume di origine asiatica, molto diffuso soprattutto nell’area caraibica, in Messico, nell’America latina e nel Sud-Est asiatico. Di questo frutto di medie dimensioni, dalla scorza di colore verde o giallo-verde, sottile e ricca di oli essenziali, esistono diverse varietà che si distinguono per il sapore più o meno agre. Secondo alcuni teorie scientifiche, il lime sarebbe nato da una ibridazione tra il limone e il cedro, anche se oggi la limetta è ormai considerata una specie a sé stante del genere Citrus. L’agrume sarebbe stato introdotto nelle Americhe dai portoghesi, che lo importavano dall’Asia e lo usavano, per il suo contenuto di vitamina C, come rimedio per prevenire la diffusione dello scorbuto tra i marinai. Con lo stesso scopo veniva impiegato anche dagli inglesi, aggiunto al grog, la bevanda a base di rhum e acqua somministrata ai marinai durante le lunghe traversate oceaniche.
Il lime, come il limone, ha proprietà dissetanti, depurative, antisettiche e astringenti, anche se contiene una minor quantità di vitamina C rispetto agli altri agrumi.

Vegolosi.it

6 Commenti

ANTIPASTINI VERSIONE DUE

| Antipasti

Ed ecco il secondo piatto di stuzzichini, come promesso gli antipastini versione due !

antipastini2

INGREDIENTI PER GLI ANTIPASTINI VERSIONE DUE

Per 8-10 pers.

Due mazzetti di rucola

4 cucchiai di olio evo q. b.

pepe

24 crostini di pane tostato

24 piccoli bignè

200 gr. di formaggio robiola

100 gr. di salmone affumicato

24 fette di bresaola

250 gr. di formaggio philadelphia

Due sfoglie di mozzarella

150 gr. di salame a fettine.

PROCEDIMENTO

Per i crostini alla rucola: frullare la  rucola lavata e ben scolata, con il parmigiano grattugiato e olio a filo quanto basta per ottenere una crema, aggiustare di sale, pepare  e disporre sui crostini di pane tostato.

I bignè al salmone, preparati: frullando al mixer il salmone affumicato e mescolato alla robiola, riempire con il sac a poche i bignè.

I cannoli di bresaola spalmati con il formaggio Philadelphia lavorato con una forchetta, un pizzico di sale e pepe, arrotolare a cannolo.

Per le girelle di mozzarella disporvi le  fette di salame e  arrotolare, avvolgere strette in pellicola e tenere in frigo almeno 2 ore, poi tagliare a rondelle. Disporre su piatto di portata e i vostri antipastini versione due son pronti da servir con l’aperitivo o come antipasto.

CURIOSITA’

SALMONE AFFUMICATO

Il Salmone è un pesce tipico dei mari del Nord. Depone le sue uova in acque fresche ed ossigenate, dopo aver risalito i freddi fiumi di montagna. Dopo la riproduzione ritorna al mare, ma spesso muore durante il lungo ed estenuante viaggio di ritorno.Il salmone affumicato è ottenuto grazie all’omonimo metodo di cottura con l’impiego di legni aromatici come ginepro, rosmarino e lauro. Vivendo in acque fredde il salmone è ricco di acidi grassi polinsaturi, utili per isolare il corpo e mantenere costanti le temperature interne. E’ considerato un pesce grasso ma molto salutare in quanto i grassi in esso contenuti riducono il colesterolo cattivo ed aumentano il colesterolo buono. Dal punto di vista nutrizionale è inoltre ricco di proteine e fosforo, oltre ad avere un discreto contenuto in calcio e ferro.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/tabelle-nutrizionali/salmone-affumicato.htm

5 Commenti

ANTIPASTINI VERSIONE UNO

| Antipasti

Buonissimi e sfiziosi finger food, questi antipastini versione uno (ne seguirà una seconda versione), Possono accompagnare l’aperitivo o seguirlo.

antipastini1

INGREDIENTI PER GLI ANTIPASTINI VERSIONE UNO

Per 8-10  persone

Due sfoglie di mozzarella

150 gr. di salmone affumicato a fettine

Due mazzetti di rucola

Quattro cucchiai di parmigiano grattugiato

24 piccoli crostini di pane tostato

Olio evo q.b.

24 piccoli bignè

Una scatola di tonno sotto olio da 170 gr.

200 gr. di formaggio Philadelphia

24 piccoli vol au vent

250 gr. di gamberetti già lessati

5 cucchiai di salsa cocktail

Sale e pepe q. b.

PROCEDIMENTO

Per le girelle al salmone: stendere le sfoglie di mozzarella e disporvi sopra le fettine di salmone affumicato, arrotolare a salame, avvolgere strette in pellicola e tenere in frigo almeno 2 ore, poi tagliare a rondelle.

Per i crostini alla rucola: frullare la  rucola lavata e ben scolata, con il parmigiano grattugiato e olio a filo quanto basta per ottenere una crema, aggiustare di sale, pepare  e disporre sui crostini di pane tostato.

Bignè al tonno: riempire dei piccoli bignè con una crema preparata tritando al mixer del tonno sott’olio sgocciolato e poi mescolato al formaggio Philadelphia. Riempire i bignè con un sac a poche.

Infine dei piccoli vol au vent riempiti con i gamberetti mescolati alla  salsa cocktail. Disporre il tutto su piatto di portata a proprio piacere. I vostri antipastini versione uno son pronti per essere serviti.

CURIOSITA’

RUCOLA

La rucola è composta per il 91 % da acqua, dal 2,5 % di proteine, dal 3,5 % di carboidrati e per la restante parte da ceneri, fibre, grassi e zuccheri; per quanto riguarda i minerali sono presenti in buona quantità calcio e fosforo ed a seguire troviamo il sodio, il fosforo, lo zinco, il ferro ed il manganese.
Nella rucola sono presenti la vitamina A, la vitamina C, alcune del gruppo B, la E, la vitamina K e la vitamina J; molto importante la presenza del Beta-Carotene, sostanza con proprietà antiossidanti e
quindi in grado di apportare benefici al nostro organismo.
Una delle proprietà riconosciute alla rucola è quella di facilitare il processo digestivo, infatti la sua assunzione è in grado di favorire la produzione di succhi gastrici; oltre alle proprietà digestive la rucola facilita l’espulsione dei liquidi dall’organismo ed è quindi un discreto diuretico.

12 Commenti

ACCIUGHE AL VERDE

| Antipasti

Ottime per essere servite come antipasto. Le acciughe al verde sono una tira l’altra.

acciugheverde

INGREDIENTI PER LE ACCIUGHE AL VERDE

Per 200 gr. di acciughe sotto sale

Un grosso ciuffo di prezzemolo

Un tuorlo di uovo sodo

Un pugno di mollica di pane del giorno prima

Uno spicchio di aglio

Un filetto di acciuga salata

Un pezzettino di peperoncino (facoltativo)

Sale q.b.

Olio evo q.b.

PROCEDIMENTO

Pulire e diliscare le acciughe salate, sciacquarle velocemente in aceto, farle scolare. Nel  frattempo con il frullatore tritare: il prezzemolo,il tuorlo, la mollica precedentemente ammollata in aceto per 10 min. e poi strizzata , lo spicchio di aglio, il filetto d’acciuga e avviare, man mano aggiungere olio fino a ottenere una densità cremosa come un pesto verde, aggiustare di sale se ce ne fosse bisogno. Versare in una ciotola da portata, aggiungere le acciughe, dare una mescolata coprire con pellicola e lasciare insaporire almeno 3-4 ore a temperatura ambiente. Servire le acciughe al verde accompagnate da crostini di pane. Buon Appetito

CURIOSITA’

PREZZEMOLO

La pianta del prezzemolo è originaria del sud dell’Europa ed è a carattere biennale nel senso che al secondo anno di vita, dopo la fioritura, muore.
Il prezzemolo contiene il 5,80 % d’acqua, il 50% di carboidrati, il 26% di proteine, fibre, zuccheri ceneri e grassi ( 5,50% ); i minerali presenti sono calcio, potassio, sodio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, selenio e manganese.
Tra le vitamine presenti vi sono la vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, la vitamina C, E, K e J; questi invece gli aminoacidi: acido aspartico e glutammico, cistina, arginina, alanina, fenilalanina, glicina, valina, treonina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, serina e tirosina. Sono
inoltre presenti buone quantità di flavonoidi.
Sono molte le proprietà terapeutiche ed i benefici attribuiti al prezzemolo, vediamo quali. I flavonoidi presenti nel prezzemolo hanno proprietà antiossidanti, la luteolina in particolare, e sono in grado di ritardare l’invecchiamento cellulare; gli olii essenziali hanno invece dimostrato di essere in possesso di proprietà antitumorali contrastando e neutralizzando alcune sostanze ritenute cancerogene.

2 Commenti

ROTOLINI ALLO STRACCHINO

| Antipasti

Ottimi questi gustosissimi rotolini allo stracchino per essere serviti come antipasto freddo, per un buffet o come finger food per un aperitivo. Nati dalla collaborazione con l’azienda Tomasoni e i suoi buonissimi formaggi.

rotmort

INGREDIENTI PER I ROTOLINI ALLO STRACCHINO

Per circa 16 rotolini

200 gr. di stracchino probiotico Tomasoni

Quattro fette di mortadella un po’ più spesse del normale

Un pizzico di peperoncino in polvere

Due pizzichi di zenzero in polvere

un cucchiaio di olio evo

Un pizzico di sale

Due cucchiai di pistacchi sgusciati

PROCEDIMENTO

In una ciotola mescolare lo stracchino con il peperoncino in polvere, lo zenzero in polvere, il cucchiaio di olio e il pizzico di sale.

rotolmorta2

Amalgamare bene

rotomort3

e distribuirlo sulle  fette di mortadella disposte su un foglio di pellicola

rotmort4

(uno per fetta). Arrotolare a cannolo stretto aiutandosi con la pellicola, chiudere bene e mettere in frigo  per 2-3 ore. Al momento di servire tagliarle in 4-5 rotolini ciascuno di 5 cm. e decorare con un pistacchio.  I vostri rotolini allo stracchino son pronti da servire. BUON APPETITO

CURIOSITA’

MORTADELLA

La mortadella di Bologna Igp è costituita dalla carne di puro suino; ha forma ovoidale o cilindrica e, secondo il disciplinare specifico, può essere prodotta in tutta l’Emilia-Romagna, in Piemonte, in Lombardia, in Veneto e in alcune province del Trentino, della Toscana, delle Marche e del Lazio.
La mortadella di Bologna Igp è composta da carne magra e grassa cruda, che viene tritata finemente in 3 passaggi consecutivi, dopodiché l’impasto viene lardellato, salato, pepato, aromatizzato, speziato ed addizionato in pistacchi sgusciati; il tutto viene lavorato e insaccato dentro involucri naturali o sintetici di misura variabile dai 500g ai 50kg. La mortadella di Bologna Igp viene quindi cotta in stufe ad aria secca fino a raggiungere una temperatura “al cuore dell’alimento” di circa 70°C, poi viene raffreddata con docciature in acqua (abbattendo fino a 10°C la temperatura interna della mortadella) e stoccata in celle frigorifere.
Tagliando la mortadella di Bologna Igp si deve apprezzare una notevole compattezza dell’impasto che, tuttavia, NON deve presentare alcuna elasticità; il colore – sul quale compaiono zone bianche costituite dal lardo (aggiunto per un minimo del 15% del peso totale) – è di colore rosa. Il gusto della mortadella di Bologna Igp è dolce e mai acido.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/mortadella.html

18 Commenti

BASTONCINI DI SFOGLIA ALLA PAPRIKA

| Antipasti

Da offrire per accompagnare l’aperitivo o semplicemente per sgranocchiare qualcosa.
stuzzichini-di-sfoglia
Stendere un rettangolo di pasta sfoglia, spennellarlo con burro fuso freddo e cospargere a piacere con paprika dolce o piccante. Tagliare a strisce di 2 cm. di larghezza, attorcigliarle leggermente su loro stesse e disporre su placca con carta forno. Infornare a 190° per 10 min. circa o fino a doratura…..

Commenti disabilitati su BASTONCINI DI SFOGLIA ALLA PAPRIKA

PANELLE

| Antipasti

Ormai famose dappertutto, chi non ha mai mangiato o sentito parlare di pane e panelle? Mentre nel palermitano aggiungono prezzemolo tritato all’impasto, nel trapanese sono semplicemente fatti così:
panelle1
Sciogliere 500 gr. di farina di ceci in 1500 ml. di acqua fredda, aiutandosi con una frusta e non lasciando grumi, salare e mettere in un tegame a cuocere, sempre mescolando come per la polenta. Quando inizia ad addensarsi cuocere almeno altri 10-15 min. Inumidire uno stampo da plum cake e versarvi il composto, livellare e lasciar raffreddare almeno 8 ore coperto con un telo da cucina bagnato e strizzato, non mettere in frigo. Passato questo tempo, sformare su un tagliere a metà diagonalmente e affettare con uno spessore di 1/2 cm. ( io per velocizzare l’affetto con le grigliette dell’affetta uovo sodo. Friggere e far dorare in abbondante olio di arachidi ben caldo, far scolare dell’unto in eccesso. servire calde cosparse con sale e pepe………oppure in mezzo a un panino. Saranno come le ciliegie una tira l’altra.
panelle2

Commenti disabilitati su PANELLE

ALBERELLI AL SALMONE

| Antipasti

alberellisalmone
Tritare a crema nel tritatutto: 200 gr. di salmone affumicato.
alberelli-salmone1
In una ciotola lavorare con un cucchiaio: 200 gr. di formaggio spalmabile per renderlo più cremoso.
alberellisalmone2
Aggiungere il salmone ed amalgamare bene.
alberellisalmone3
Con dei taglia biscotti di forma a stella ritagliare da fette di pancarrè le tartine, spalmarle con la crema di salmone, decorarle con uova di lompo rosso e infilzarle su uno stecchino a tre a tre in ordine decrescente. Disporre su piatto di portata.
alberellisalmone

Commenti disabilitati su ALBERELLI AL SALMONE