Ottimi i carciofi in tegame alla trapanese, saporiti e leggeri per chi è a dieta.

INGREDIENTI PER I CARCIOFI IN TEGAME ALLA TRAPANESE

Per 4 pers.

8 carciofi

Un grosso ciuffo di prezzemolo

6 spicchi di aglio

Olio evo

Sale e pepe

PROCEDIMENTO

Lavare i carciofi, tagliare i gambi e pelarli, aprire leggermente con le mani i carciofi, salarli e peparli. Tritare gli spicchi di aglio con il prezzemolo e suddividere il trito in tutti i carciofi in più aggiungervi il gambo del carciofo pelato e a pezzi.

 

.

In un tegame che li contenga tutti all’impiedi, mettere un dito di acqua, poco sale e un filo di olio, disporvi i carciofi.

 

Poi aggiungere acqua fino a metà altezza dei carciofi, coperchiare e cuocere a fuoco medio basso, l’acqua dovrà consumarsi tutta. Controllare che siano cotti, altrimenti aggiungere acqua calda fino a cottura. Condire con olio e.v.o., fare soffriggere due minuti e servire caldi i carciofi in tegame alla trapanese. BUON APPETITO


CURIOSITA’

I CARCIOFI

Il carciofo è una pianta di origine mediterranea, con un fusto robusto e ramificato; la sua altezza può raggiungere un metro e venti centimetri. Il carciofo è un ortaggio ben conosciuto e consumato fin dai tempi antichi. Era utilizzato come alimento fin dal popolo egiziano ed in seguito dai greci e dai romani. Il segreto delle sue virtù risiede nella cinarina, la sostanza aromatica che gli conferisce il caratteristico sapore amaro e molte delle sue proprietà benefiche e terapeutiche. Il carciofo è ricco di potassio e sali di ferro, mentre ha una scarso contenuto a livello di vitamine. Troviamo poi alcuni zuccheri consentiti ai diabetici, come mannite e inulina e altri minerali come rame, zinco, sodio, fosforo e manganese. L’organo che trae maggior beneficio dalle proprietà del carciofo è il fegato; la cinarina, i cui benefici vengono disattivati dalla cottura (per questo motivo è meglio consumare il carciofo crudo), favorisce la diuresi e la secrezione biliare. Secondo recenti ricerche scientifiche è stato dimostrato che mangiare carciofi contribuisce al benessere del nostro organismo e soprattutto a prevenire diverse malattie. Il carciofo ha proprietà digestive e diuretiche e, grazie alla presenza di inulina permette di abbassare i livelli di colesterolo; inoltre, nel cuore del carciofo è presente un acido clorogenico, antiossidante, che è in grado di prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari. Le sostanze con proprietà antiossidanti contenute nel carciofo hanno una potenziale attività antitumorale che è tutt’ ora oggetto di ricerche onde poterne confermare la veridicità. Infine, una raccomandazione alle mamme che allattano o che sono in procinto di farlo: meglio astenersi dal consumare carciofi in tale periodo, in quanto riducono la produzione di latte. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.