Le bruschette  al pomodoro, mare e terra, piacciono a tutti, approfittiamone in questo periodo in cui possiamo trovare i pomodori dolcissimi, aggiungendo un profumo di mare.

INGREDIENTI PER LE BRUSCHETTE AL POMODORO, MARE E TERRA

Per 4 pers.

12 fette di pane casereccio raffermo di un paio di giorni

Sei pomodori a grappolo maturi ma sodi

Un ciuffo di basilico

Due spicchi di aglio

40 gr. di bottarga di tonno

Olio evo

Sale e pepe

PROCEDIMENTO

Tagliare a dadini I pomodori a grappolo, mescolarli alle foglie di basilico spezzettate, a gli spicchi di aglio tagliati a metà, sale, pepe e 4 cucchiai di olio. Lasciare insaporire per mezz’ora.

Tostare in forno le fette di pane casereccio,

disporle su un piatto di portata. Suddividervi i pomodori dopo aver eliminato l’aglio, tagliare a fette sottilissime la bottarga e distribuire su metà bruschette, finire con un filo di buon olio e servire. Servire subito le bruschette al pomodoro, mare e terra in modo che il pane sia ancora tiepido e croccante. BUON APPETITO

CURIOSITA’

LA BOTTARGA DI TONNO

Ricavata dalle uova del tonno rosso mediterraneo o pinna blu. In alcune località della Sicilia, la bottarga viene ancora prodotta esclusivamente con tonno locale. Lampedusa è una di queste e la fama della sua bottarga rende ragione della continuità del suo ciclo produttivo. Dopo la pesca le uova vengono estratte, adagiate su tavole di legno, pressate e salate, lasciate quindi essicare al sole. Il peso utilizzato per schiacciare la sacca ovarica e facilitare la fuoriuscita dell’acqua è tradizionalmente una grande pietra, ma oggi si usano lastre in PVC. La pesca deve essere effettuata in mare aperto, in quanto il fondale basso potrebbe compromettere l’aroma delle uova. Una sacca ovarica può arrivare a pesare fino a 6 kg. e contenere diversi milioni di uova. Per una bottarga di 1 kg. si dovrà considerare un periodo di essicazione di 30-40 giorni. La bottarga viene lasciata riposare per circa settimane prima di essere confezionata sottovuoto.

Commenti disabilitati su BRUSCHETTE AL POMODORO, MARE E TERRA