Le bistecche di maiale alla toscana: un secondo di carne molto saporito da accompagnare con della polenta o spinaci saltati in padella.

INGREDIENTI PER LE BISTECCHE DI MAIALE ALLA TOSCANA

Per 4 pers.

4 grandi braciole di maiale con osso

Un cucchiaino colmo di concentrato di pomodoro

4-5 cucchiai di olio evo

Due spicchi di aglio

Due dl. di vino chianti classico

Farina 00 per infarinare

Sale e pepe

PROCEDIMENTO

Infarinare, salare e pepare le braciole. Scaldare l’olio in una larga padella e farvi rosolare la carne a fuoco vivo, abbassare la fiamma e portare a cottura, sgocciolarla, tenere in caldo e unire all’olio gli spicchi di aglio tritati finemente, far imbiondire appena e aggiungere il concentrato diluito nel chianti rosso, fare quasi ridurre quasi del tutto aggiustare di sale e pepe abbondante, rimettervi le bistecche e lasciarle insaporire 3-4 minuti. Servire le bistecche di maiale alla toscana ben calde. BUON APPETITO


  .CURIOSITA’

IL CHIANTI CLASSICO

Il Chianti Classico è uno dei vini più nobili al mondo e si fregia del nome della terra da cui nasce, nel rispetto di norme severe che ne tutelano e garantiscono la qualità.Il vino Chianti Classico ha colore rubino brillante, tendente al granato e odore profondamente vinoso. Il gusto è asciutto, sapido tendente con il tempo al morbido vellutato. La quantità di zucchero massima deve essere di 4 grammi al litro di zuccheri riduttori, l’estratto secco totale minimo 2,3% e l’acidità totale minima 5 per mille. Il Chianti Classico deve essere invecchiato per almeno 11 mesi (può essere ammesso al consumo solo a partire dal 1° ottobre dell’anno successivo alla vendemmia) ed avere una gradazione alcolica minima di 12°. Protagonista indiscusso del Chianti Classico è il Sangiovese di qualità superiore, presente in percentuali che possono andare dall’80 al 100%. Sono ammesse altre uve a bacca rossa per un ammontare complessivo che può arrivare al massimo al 20%: Canaiolo,ColorinoCabernet Sauvignon e Merlot. Il Chianti Classico di medio corpo di bassa tannicità adatto ad accompagnare carni rosse alla griglia. I piatti più elaborati, invece, come ad esempio la selvaggina, richiedono il più strutturato Riserva.

 

Tratto da: chianticlassico.it

 

 

Commenti disabilitati su BISTECCHE DI MAIALE ALLA TOSCANA