I babbaluci (lumachine) alla palermitana, un piatto saporitissimo di cibo povero. Piatto famosissimo che si cucina per tradizione il giorno del festino  di Santa Rosalia patrona della città.

INGREDIENTI PER I BABBALUCI (LUMACHINE) ALLA PALERMITANA

Per 4 pers.

Un chilo di babbaluci

4 spicchi di aglio

Un bel ciuffo di prezzemolo

Olio evo

Pepe

Sale

Una manciata di semolino

PROCEDIMENTO

Mettere in un colapasta le lumachine, cospargerle con semolino, e lasciarle spurgare 48 ore con un coperchio sennò fuggono e ve le ritrovate per tutta casa. Lavare bene le lumachine, metterle in una casseruola con acqua fredda, coprire con coperchio e farle andare a fuoco bassissimo ( in questo modo loro usciranno dal guscio). Portare a bollore, cuocere 10 minuti. Scolarle, risciacquarle e metterle in acqua pulita e salata, far cuocere altri 30 minuti. Scolare. In una larga padella: far soffriggere in mezzo bicchiere di olio: l’aglio tritatissimo, versarvi le lumachine, dopo 5 minuti aggiungere il prezzemolo tritato e pepe abbondante, cuocere altri 5 minuti mescolando. Ora potete servire i vostri babbaluci (lumachine) alla palermitana. Buon Appetito

CURIOSITA’

LUMACHINE


Uno dei proverbi siciliani sulle lumache recita: “babbaluci a sucari e fimmini a vasari nun ponnu mai saziari” (lumache da mangiare e donne da baciare non saziano mai!).
L’origine della parola babbaluci deriva dall’arabo babush (lumaca) per la somiglianza dell’involucro delle lumache alla scarpe orientali che hanno la punta rivolta verso l’alto.
Le lumache da terra commestibili apportano un valore energetico molto basso e, se lessate (senza l’aggiunta di grassi da condimento), potrebbero rientrare tranquillamente nella dieta ipocalorica contro il 
sovrappeso. Le chiocciole sono gasteropodi dalle carni ricche di proteine ad alto valore biologico ed estremamente magre, anche se non sono disponibili dettagli sul contenuto in colesterolo e sulla ripartizione degli acidi grassi in esse contenuti. la bava di lumaca viene ampiamente sfruttata come ingrediente cosmetico antiage, mentre nella medicina popolare l’ingestione di lumache vive è descritta come un eccellente rimedio contro gastriti ed ulcere gastriche.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/lumache-chiocciole.html

 

Commenti disabilitati su BABBALUCI (LUMACHINE) ALLA PALERMITANA