Questa è una conserva che ormai si può preparare tutto l’anno vista la reperibilità degli ingredienti. L’antipasto piemontese di verdure è ottimo per risolvere l’apertura di un pranzo. Come pasto unico accompagnato con fette di pane, per chi ha fretta oppure per un’ospite improvviso.

 

INGREDIENTI PER L’ANTIPASTO PIEMONTESE DI VERDURE

Tre kg. di pomodori da salsa

Tre etti di fagiolini

Tre etti di cipolline

Tre etti di sedano

Tre etti di carote

Tre etti di cavolfiore

Tre etti di peperoni

Tre etti di zucchine

Un bicchiere di olio evo

Un bicchiere di aceto bianco

Sale e zucchero a piacere

PROCEDIMENTO

Cuocere i pomodori freschi tagliati a metà in un tegame,  passarli al passapomodoro e mettere il passato sul fuocoin una pentola capiente che possa contenere anche tutte le verdure. Quando inizierà a bollire aggiungere le verdure, iniziare da quelle più dure. 3 etti  per ogni verdura si intende peso netto già pulite, in sequenza: carote a rondelle, cavolfiore a cimette, cipolline intere, sedano a pezzetti, fagiolini a metà, peperoni a pezzi e zucchine a tocchi. Tra l’inserimento di una verdura e l’altra far trascorrere 4-5 min. Infine con l’ultima verdura unire il bicchiere di olio, il bicchiere di aceto bianco, sale e zucchero a piacere. Versare nei vasetti, chiudere bene e sterilizzare per 30 min. Lasciare raffreddare nella pentola. Conservare in dispensa. Al momento di servire aggiungere tonno sotto olio sgocciolato. L’antipasto piemontese di verdure si conserva in dispensa anche 2 anni.

CURIOSITA’

PEPERONI

I peperoni si possono distinguere fra dolci e piccanti, grandi e
piccoli, forma allungata, forma tronca e di forma quadrangolare.
I peperoni sono composti per il 92% circa da acqua, il 4,2% da zuccheri, il 2% da fibre, lo 0,50% da fibre, proteine e grassi. Questi i minerali presenti: potassio ( in buona quantità ), fosforo, sodio, calcio, magnesio. Manganese, zinco, rame e ferro sono presenti in minime quantità.
I peperoni contengono vitamina A, alcune del gruppo B in piccole quantità, vitamina C in grande quantità, vitamina E, J e K.
Tra gli amminoacidi citiamo: acido aspartico e glutammico,
arginina, alanina, valina, leucina, lisina, fenilananina e triptofano.
Come abbiamo visto i peperoni contengono un’alta percentuale di vitamina C che sappiamo essere un ottimo antiossidante; per questo motivo l’assunzione di peperoni è indicata per contrastare l’attività dei radicali liberi.

Commenti disabilitati su ANTIPASTO PIEMONTESE DI VERDURE