Waffle di pan focaccia ripieni al formaggio

La “gaufre”, altrimenti nota come wafel e waffle, è un dolce a cialda (che ne è la traduzione esatta), croccante fuori e morbido dentro, cotto su doppie piastre roventi che gli conferiscono il caratteristico aspetto goffrato (vale a dire, una superficie a grata).

Ne esistono diverse varianti, tipiche del Belgio, della Francia, della Germania, della Scandinavia e dei Paesi Bassi. In Italia esiste un dolce pressoché identico nella tradizione abruzzese e molisana, chiamato ferratella, nella Alta Val Chisone e nella Alta Val di Susa esistono dei dolci simili chiamati gofri ed in Canavese una preparazione assimilabile prende il nome di “ofela” o “canestrel”.

Suo “parente prossimo” è il pancake e della stessa famiglia fanno parte le crespelle e i biscotti croccanti, come le tegole dolci. (da Wikipedia)

Oggi vediamo come fare degli ottimi Waffle salati in poche e semplici mosse!

Ingredienti x 4 waffle:

  • 300 g di farina
  • 150 ml di acqua
  • 30 ml di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 5 g di lievito di birra secco
  • sale
  • 8 fette di salame (o qualunque altro affettato vogliate usare)
  • 4 fette grandi di formaggio a pasta filata

Iniziamo l’impasto dei waffle: mettiamo in una ciotola capiente l’acqua tiepida assieme al lievito, mescoliamo e lasciamo riposare per dieci minuti. Dopo possiamo versare a pioggia la farina ed il bicarbonato, e iniziare a impastare a mano, lavorando con decisione avanti e indietro; aggiungiamo l’olio evo a filo, continuando a impastare, un cucchiaino da caffè di sale e lavoriamo per almeno 10 minuti.

L’impasto dovrebbe essere ora liscio, elastico e molto morbido. Lasciamo lievitare, coperto da pellicola, per minimo due ore. Allo scadere del tempo, riprendiamo la pasta e stendiamola col mattarello, fino ad ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro. Evitate di farli troppo doppi, perchè nella piastra potrebbero non cuocere bene all’interno!

Prendiamo le misure della piastra, tagliamo a rettangoli la pasta della focaccia, farciamola e ricopriamola. Mettiamo tutto nella piastra e lasciamo cuocere per circa 10 minuti.

waffle1 waffle2 waffle3

Il risultato? Un dorato e croccante pranzetto alternativo, assolutamente delizioso e di bell’aspetto, tutto fatto in casa! Potete anche prepararne in quantità e riscaldarli, conservandoli in frigorifero per non più di due giorni!

waffle4waffle5waffle6waffle7

Seguitemi su Facebook per restare sempre aggiornati con le novità!

https://www.facebook.com/incucinaconfloriana/

Precedente Ravioli di ricotta e spinaci gratinati al forno Successivo Sformatini di patate, cous cous e verdure