Torta salata “matta” con spinaci e formaggio

La torta salata “matta” è così chiamata perchè l’impasto che ho voluto utilizzare è appunto la…pasta matta! Ne avete mai sentito parlare?

Si tratta di una pasta povera di origine ligure, in particolar modo genovese, che veniva utilizzata sia per fare la pasta locale che come base per torte salate e strudel. Fu creata principalmente per sostituire la pasta sfoglia, da cui si differenzia sia per leggerezza che per l’economia di tempo ed energia necessari allo svolgimento della ricetta.

Vediamo subito come farla!

PASTA MATTA

  • 250 g di farina 00
  • 60 g di burro a fiocchetti
  • 100 ml di acqua minerale fredda
  • 1 cucchiaino di sale

Versate la farina in una ciotola, salate, fate un incavo e versatevi il burro con l’acqua. Con una forchetta amalgamate gli ingredienti in modo sommario. Rovesciate il composto sul tavolo e lavoratelo con le mani fino ad ottenere un composto liscio, elastico e omogeneo. Spianate la pasta con un mattarello, ricavando un rettangolo; piegate verso il centro un lato corto e copritelo poi con l’altro. Spianate la pasta nel senso opposto alla piegatura, ottenendo un altro rettangolo, e ripetete l’operazione. Infine, coprite il panetto con la pellicola e lasciate in frigo per almeno 30 minuti.

FARCIA:

  • 700 g di spinaci freschi
  • 100 g di mozzarella o formaggio a pasta filata
  • 40 g di parmigiano reggiano
  • sale
  • olio evo
  • noce moscata

Sbollentate gli spinaci in abbondante acqua salata; dopodichè, scolate e ripassate con un filo d’olio evo a fiamma alta per qualche minuto, aggiustando di sale ed aggiungendo una spolverata di noce moscata. Se gradite, potete aggiungere anche un pizzico di peperoncino.

Dividete in due la pasta matta e stendetela col mattarello, formando due dischi tondi; adagiate una metà sulla carta da forno, in una tortiera di 22-24 cm; farcitela con gli spinaci, aggiungete la mozzarella a dadini o il formaggio a pasta filata a fettine sottili, il parmigiano grattuggiato, e ricoprite con l’altro disco di pasta matta.

Infornate a 220° per circa 30-35 minuti, o finchè non risulterà ben dorata.

Lasciate intiepidire prima di servire in tavola!

Precedente Crostata di patate filante con zucchine e cotto Successivo Muffin salati con patate, piselli e zucchine