Risotto al radicchio con noci, zola & vino rosso

Risotto al radicchio con noci, zola & vino rosso…

Ingredienti:

  • 300 g di riso Vialone Nano o Carnaroli
  • 1 radicchio trevigiano
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 15 noci francesi
  • 80 g di gorgonzola dolce
  • 1,5 lt di brodo vegetale (1 patata, 1 carota, 1 costa di sedano, 2 spicchi d’aglio, 1/2 cipolla dorata, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, 1 cucchiaio raso di sale grosso)
  • 2 alici sott’olio
  • 40 g di burro
  • 40 g di parmigiano reggiano
  • PER LA BESCIAMELLA:
  • 100 ml di latte scremato
  • 10 g di burro
  • 10 g di amido di mais o fecola di patata
  • noce moscata grattuggiata al momento
  • sale
  • pepe verde

Mettete a bollire il brodo vegetale e lasciatelo col paraschizzi o semicoperto per 20 minuti circa a fiamma minima.

In una padella antiaderente, dopo aver tagliato alla julienne il radicchio trevigiano, prediligendo le parti violacee anzichè le coste bianche, mettete a soffriggere con un giro d’olio; dopo appena qualche minuto, sfumate il vino rosso a fiamma media. Quando risulterà cotto per bene, aggiungete a pioggia burro e amido, mescolate bene e subito addizionate il latte tiepido. Abbassate la fiamma e portate ad ebollizione lentamente, salando, pepando e condendo con noce moscata grattuggiata al momento. Spegnete e lasciate da parte, sbriciolandovi grossolanamente all’interno le noci (lasciatene qualcuna da parte per decorazione!).

Ora è il momento di risottare: lasciate tostare il riso con un filo d’olio e le due alici sott’olio in casseruola (preferibilmente a bordi alti) per almeno un paio di minuti, prima di iniziare ad aggiungere il brodo a mestolate. Ricordatevi di mantenere il brodo sempre in ebollizione!

Dopo circa 5 minuti, aggiungete il condimento a base di radicchio, il gorgonzola, e continuate la cottura per altri 6 minuti.

Adesso passate alla mantecatura. Prendete il burro ed il parmigiano grattuggiato (mi raccomando, ben freddi di frigo o addirittura posti in congelatore per dieci minuti) e aggiungeteli al risotto. Mescolate bene con la cucchiarella e ondeggiate il riso con un movimento orizzontale e circolare: aiuterà la fuoriuscita dell’amido dal riso. Attenzione massima durante questa fase: non fate asciugare il riso!

 

Continuate a mantecare per due o tre minuti. Infine spegnete la fiamma, coprite il risotto e lasciate riposare per qualche minuto.

Servite infine in tavola il risotto al radicchio ben cremoso e decorato con qualche noce a crudo. Buon appetito!

Precedente Spaghetti in crema di piselli con porcini trifolati Successivo Rollè di pollo farcito con cime di rapa e formaggio