Ravioloni ripieni di erbette e robiola in salsa delicata

Questi ravioloni ripieni di erbette e robiola in salsa delicata sono un primo piatto vegetariano di grande effetto. Assolutamente deliziosi, con sentori leggeri di agrume, basilico e verdurine fresche, potranno essere arricchiti maggiormente da una bella grattugiata di tuorlo marinato…di cui vi lascio il link prima di vedere la ricetta!

Tuorlo marinato 15 giorni alla Cracco

 

Ingredienti per 30 ravioloni:

  • 450 g circa di pasta fresca all’uovo
  • 350 g di erbette fresche
  • 100 g di robiola
  • 70 g di parmigiano
  • 1 uovo
  • 1 carota
  • 1 scalogno
  • 1/2 limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 costa di sedano con le foglie
  • 50 g di polpa di pomodorino fine
  • 1 mazzetto di basilico
  • 1 tuorlo marinato (facoltativo)
  • noce moscata
  • pepe verde
  • sale
  • olio evo

Iniziamo col fare la pasta fresca con la seguente guida, che troverete (spero) esaustiva e interessante. La ricetta riportata in basso è ovviamente per una quantità maggiore di pasta di quella richiesta dai ravioloni, quindi vi consiglio di mantenervi sui 300 g di farina, 2 uova grandi e un filo d’olio e di acqua a seconda della necessità: in questo modo otterrete più o meno 450 g di pasta fresca.

La pasta fresca: Guida di cucina per principianti

Mentre lasciate riposare nel frigo la pasta all’uovo, preparate il ripieno: lessate in una casseruola le erbette in poca acqua leggermente salata, tenendola da parte: sarà la base per la cremina di condimento. In una ciotola dai bordi alti metterete allora un uovo, circa 35 g di parmigiano grattugiato, la robiola, le erbette strizzate, un bel filo d’olio, una presa di sale, una macinata di noce moscata e di pepe verde. Passate tutto al minipimer e otterrete un composto ben solido e saporito.

Dopo aver steso la vostra pasta fresca riposata, sottile ma non al massimo livello, potrete riempire i vostri ravioloni con l’aiuto di un cucchiaino. Chiudeteli, sigillando per bene i bordi e passateli alla rotella tagliapasta. Infarinateli un poco e metteteli subito in congelatore fino al momento dell’utilizzo.

Passate al condimento! Riportate a ebollizione l’acqua di cottura e lasciamo che si riduca un poco. Aggiungiamo la carota grattugiata, lo scalogno, il succo di mezzo limone, il basilico e le foglie di sedano interi, lo spicchio d’aglio e un filo d’olio. Salate il tutto e lasciate che cuocia per una decina di minuti a fiamma bassa. Togliete l’aglio, aggiungete il parmigiano rimasto, sempre grattugiato, e mettete il composto in una ciotola dai bordi alti. Passate le verdure al minipimer e rimettetele in padella sottoforma di crema.

Insaporite con un po’ di pepe verde e noce moscata. Mantenete la salsina ben idratata, la pasta all’uovo tende ad assorbire molta acqua!

Aggiungete la polpa di pomodorino tritata fine e tornate ai ravioli: immergeteli in acqua bollente salata dal congelatore diretto e lasciateli cuocere per 5 minuti dalla ripresa del bollore.

Saltate i ravioloni nella cremina e serviteli a tavola ben caldi e conditi.

Spolverate con il tuorlo marinato grattugiato e preparatevi ad una vera e propria esperienza sensoriale!

 

Precedente Tuorlo marinato 15 giorni alla Cracco Successivo Alici gratinate al forno