Polpette di melanzana su crema di taccole e basilico

Le polpette di melanzana senza uova, su crema di taccole, patate e basilico sono una ricetta che ho ideato per smaltire delle verdure che avevo…di troppo! Facili e soprattutto buonissime, si adattano a qualsiasi evenienza. Possono anche essere coppati e tramutati in salutare e nutrienti burger vegetariani!

Vediamo subito come farne circa 20:

  • 2 melanzane grandi
  • 1 patata
  • 200 g di taccole
  • qualche foglia di basilico
  • 40 g di parmigiano
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • farina 0 q.b.
  • farina di mais q.b.
  • 2 cucchiaini di farina di ceci
  • olio evo
  • olio di semi per friggere
  • sale

Pelate le melanzane e la patata, lavate bene le taccole e pulite il basilico con delicatezza su un canovaccio.

Bollite la patata, tagliata a dadini per comodità, in acqua salata, finchè non sarà diventata morbida; fate lo stesso con le taccole.

Le melanzane andranno cotte in una padella antiaderente, tagliata a dadini, senza aggiungervi nulla se non il sale. Lasciatela cuocere semplicemente a fiamma minima per circa 20 minuti, poi spegnete e lasciate intiepidire.

In una ciotola, unite metà patata lessa, le melanzane, il parmigiano grattuggiato, la farina di ceci, il pangrattato, salate il tutto e amalgamate il composto con le mani, fino a che non avrà raggiunto una consistenza lavorabile. Se necessario, lasciatelo riposare in frigo per una mezzora.

Occupatevi della crema: le taccole andranno passate con il passaverdure, e la crema ottenuta andrà unita all’altra metà di patata lessata e al basilico. Salate e unite un bel filo d’olio. Passate tutto col frullatore a immersione, finchè non avrete una crema liscia, densa e verde.

Formate le polpettine e passatele su un piano prima infarinato appena, e poi coperto di farina di mais.

Friggete in olio di semi tutte le polpettine, o in alternativa passatele in forno, spennellate d’olio evo, a 200° per 20 minuti circa.

Servite in tavola le polpette, adagiate sulla crema di taccole e basilico!

Precedente Calamarata in crema di ricotta con melanzana e pinoli Successivo Peperoni ripieni con composta di tonno e robiola