Pesto cremoso di melanzane

Questo pesto cremoso di melanzane è il top per un pranzo gustoso! Si adatta a qualsiasi tipo di pasta (ma io vi consiglio di utilizzare uno spaghetto di Gragnano, o un tonnarello fresco), oppure come farcia per vol au vent o per tartine!

Ingredienti per 6 porzioni:

  • 1 melanzana
  • 10 ciliegini
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • 20 g di pecorino
  • 40 g di mandorle tritate
  • 1 cucchiaio di panna da cucina
  • basilico fresco
  • prezzemolo fresco
  • pepe 4 stagioni
  • erba cipollina (spezia secca)
  • maggiorana (spezia secca)
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale
  • olio evo

Per prima cosa, vi consiglio di utilizzare le melanzane striate, perchè la loro polpa è più adatta a salse e primi piatti in generale; levate la buccia e tagliatela a tocchetti.

Mettete la melanzana a cubetti in padella, con uno spicchio d’aglio in camicia, oliate leggermente, aggiungete sale e pepe, una tazzina da caffè di acqua e lasciate a fiamma bassa per una decina di minuti.

Quando sarà cotta, profumata e tenera, spegnete il fuoco e mettete i cubetti in un contenitore dai bordi alti. Unite tutti gli ingredienti: basilico a volontà, un mazzetto di foglie di prezzemolo, una spolverata di maggiorana ed erba cipollina, la panna, i formaggi grattugiati, i ciliegini tagliati a metà e le mandorle. Aggiungete infine 4 cucchiai di olio evo e frullate tutto col frullatore a immersione. Aggiustate di sale e pepe, e, se la salsa risultasse troppo densa, aggiungete, mescolando, l’olio extravergine d’oliva a filo, fino a raggiungere la consistenza desiderata.

pesto2

Se gradite un gusto più deciso, potete aggiungere uno spicchietto d’aglio a crudo, prima di tritare tutto. Io l’ho inserito solo per cuocere le melanzane, perchè a mio parere l’aglio crudo copre troppo il sapore del pesto di melanzane.

pesto3

Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e conditela con il pesto, saltando il tutto in padella per trenta secondi.

Se volete, potete congelare il pesto in monoporzioni, oppure conservarlo in frigo, sempre ricoprendolo con un sottile strato di olio evo, per tre giorni al massimo!

pesto1

Seguitemi su Facebook per restare sempre aggiornati con le novità!

https://www.facebook.com/incucinaconfloriana/

Precedente Sformatini di patate, cous cous e verdure Successivo Biscotti spaccati al cioccolato-morbidi e veloci!