Peperoni in padella con birra & ginepro

Veniamo ad un contorno davvero unico: i peperoni.

I peperoni sono probabilmente una delle verdure più amate di sempre; si possono cucinare in infiniti modi, con infiniti condimenti: basti pensare ai peperoni ripieni di carne o di riso, i peperoni alla brace, la cruditè semplice con olio, sale e limone, quelli sott’olio, e quelli tritati e piccanti da crostino e molti altri. Insomma, a me piace farli, per contorno, in questo modo:

  • 2 peperoni rossi
  • 1 peperone giallo
  • bacche di ginepro
  • 200 ml di birra
  • 20 ml di olio evo
  • sale
  • salsa di soia
  • 5 frutti di cappero
  • erba cipollina
  • timo fresco

Come prima cosa, lavare e pulire i peperoni dalle falde, che risultano amare, e dai semini. Tagliare i peperoni a strisce sottili, ancora meglio se escono circolari!

peperoni1

Mettere in padella i peperoni assieme ai frutti di cappero, una bella presa di sale e di erba cipollina, qualche rametto di timo, un filo d’olio, una decina di bacche di ginepro e procedere alla cottura!

Il trucco della cottura dei peperoni, appresa dopo anni di pratica, è tutta nella fiamma: per avere dei peperoni cotti e abbrustoliti, che abbiano la buccia ma che si possa anche mangiare senza che si stacchi fastidiosamente e lasci il peperone molliccio, basta solo tenere la fiamma alta e non cuocerli per più di 15 minuti!

Accendiamo allora il fuoco al massimo finchè non sentiamo che soffriggono. A quel punto, unire un filino di salsa di soia e mezzo bicchiere di birra fredda, lasciando i peperoni fermi, senza girarli nè saltarli. Quando la birra sarà evaporata, abbassare leggermente la fiamma e aspettare ancora un paio di minuti. A questo punto, con l’aiuto delle pinze o della paletta, girare i peperoni e schiacciare la parte che prima stava sopra sulla padella. Dovreste sentire un fischio dalla padella: niente paura, è la buccia che scoppietta ed è segno che state facendo bene!

peperoni2 peperoni 3

Adesso potete mettere l’altra metà della birra e lasciare almeno altri 5 minuti a cuocere autonomamente. Fate attenzione che non si bruci mai la padella, ma non girateli ancora!

Una volta evaporata tutta la birra, aggiungere pochissimo olio. I peperoni dovrebbero risultare già abbastanza “sbraciati” da entrambe le parti, per cui è il momento giusto per iniziare a saltare!

Non voi, ma i peperoni, ovviamente.

Saltateli per qualche minuti e spegnete la fiamma. Schiacciateli sulla padella e versateli nel piatto di portata: i peperoni sono pronti per essere mangiati!

peperoni4

Seguitemi su Facebook per restare sempre aggiornati con le novità!

https://www.facebook.com/incucinaconfloriana/

Precedente Pesto saporito di rucola & tofu (Vegan) Successivo Sbrisolona alle mele