Pani leggerissimi al grano duro

Eccovi un’altra ricetta di pane, per variare dieta e abitudini: questa volta presento il pane di grano duro, leggero come una piuma, lievemente sciapo per sentire tutto il gusto magnifico di questa farina speciale. Vediamo insieme di cosa parliamo esattamente quando leggiamo ‘farina di grano duro’….
La farina di grano duro, Triticum durum, si ottiene dalla macinazione del grano duro, un tipo di grano che si rompe difficilmente, che possiede una grana grossolana ed è di colore giallo-ambrato, diverso sia per aspetto che consistenza dal grano tenero.
Questa specie di grano si coltiva in Puglia e in Sicilia e in molte altre aree del Mediterraneo meridionale e orientale. La macinazione del grano duro è un’operazione finalizzata alla produzione di semola, è possibile ricavare anche una rimacinata integrale di grano duro.
 
Proprietà e uso della farina di grano duro
Dal quadro nutrizionale della farina di grano duro, risulta un elevato contenuto di proteine, glutine (maggiori rispetto alla farina di grano tenero) e di fibra alimentare.

È notevole anche la presenza di carotenoidi, luteina e beta-carotene, potenti antiossidanti, sostanze importantissime per prevenire l‘invecchiamento cellulare e utili nella prevenzione di alcuni tumori. Buono è anche l’apporto di sali minerali (potassio, ferro e fosforo) e di vitamine (tiamina e niacina).
I prodotti preparati con farina di grano duro hanno un minore indice glicemico; non sono indicati per chi soffre di celiachia.

(grazie per le info al meraviglioso sito cure-naturali.it)

Ingredienti:

  • 150 g di farina 0
  • 250 g di farina di grano duro
  • 210 ml di acqua
  • 20 ml di olio evo
  • 4 g di sale
  • 7g di lievito di birra

Impastare l’acqua tiepida precedentemente unita al lievito con le due farine, aggiungendo poi l’olio ed infine il sale. Lavorare il panetto almeno per 10 minuti, e lasciar lievitare coperto con un canovaccio bagnato per un paio d’ore.

Dopodiché, dividere in sei parti, stenderle ad una ad una con il mattarello e arrotolarle su loro stesse.

Lasciar lievitare per altre 12 ore nel forno spento, ben distanti tra loro, infarinate appena e ancora coperte dal panno bagnato.

Infornare a 200′ per 12-15 minuti, a seconda della grandezza scelta…nel caso vogliate fare un unico filone, potrete arrivare a 20 minuti di cottura.

 

36988177-37ed-414a-8368-ec1ba031adc31f5c94c3-16aa-4d41-8909-efab2b33034f9

 

 

Precedente Cookies velocissimi senza burro né uova Successivo Salsa mandorlata con burrata cremosa e tartufo

Un commento su “Pani leggerissimi al grano duro

I commenti sono chiusi.