New York Cheesecake

Come si può descrivere una simile meraviglia senza avere immediatamente l’acquolina in bocca? Non lo so. La Cheesecake è una torta unica nel gusto, dalla preparazione piuttosto lunga e dagli ingredienti ricchi. Parliamo un po’ della sua storia!

La prima cheesecake della storia viene fatta risalire addirittura a duemila anni prima della nascita di Cristo: quattromila anni fa, infatti, gli antichi Greci dell’isola di Samos erano soliti utilizzare il formaggio in questa maniera, come testimoniato da alcuni scavi archeologici. Tra l’altro, queste torte erano considerate un’ottima fonte di energia ed è molto probabile che siano state servite agli atleti dei primi Giochi Olimpici del 776 a.C. Il dolce, inoltre, era tipico dei banchetti nuziali. La prima persona ad aver annotato la ricetta della cheesecake fu Ateneo di Naucrati, autore di almeno due opere storiche, nel 230 d.C. In particolare, lo scrittore consigliava di lavorare il formaggio fino a farlo diventare liscio, unendolo poi al miele e alla farina. Tuttavia, quando i Romani conquistarono la Grecia, apportarono alcune modifiche alla ricetta originale, includendo soprattutto le uova e altri tipi di formaggio. La torta venne inoltre ribattezzata “libuma” e veniva servita in occasioni molto speciali.

Nel 1872 il lattaio americano James Kraft, nel tentativo di riprodurre il formaggio francese Neufchatel, incidentalmente creò il formaggio fresco pastorizzato che chiamò Philadelphia. Otto anni dopo, nel 1880, si diffuse l’utilizzo di questo prodotto e il suo utilizzo per la torta.

Essendo un dolce dalla storia millenaria e conosciuto in tutto il mondo, la cheesecake ha guadagnato nel corso dei secoli un numero incredibile di ricette e varianti. Basti pensare a come cambia il sapore di una torta a base di formaggio a seconda del tipo di formaggio usato: il Philadelphia, quello più usato, è molto adatto perchè ha un sapore molto delicato, oppure il Neufchatel, il formaggio francese, che garantisce alla torta una leggerezza e una digeribilità uniche, o, ancora, in Italia è solitamente fatta con ricotta o mascarpone, già più saporiti e particolari, infine, in Germania si usa il formaggio quark, con un sapore ancora più intenso e particolare.

Un’altra variante fondamentale della cheesecake è la cottura, nella maggior parte dei Paesi essa viene cotta in forno, ma in altri, come la Gran Bretagna e l’Irlanda, viene servita cruda. Altre varianti possono essere legate al tipo di farcitura, in Asia per esempio si mescola il formaggio fresco con la polvere di tè verde, in Sudamerica la cheesecake viene servita con uno strato di marmellata, in Bulgaria si aggiungono le arachidi, in Grecia la cheesecake prende il nome di “tiropita” e viene servita salata, come antipasto.

(dal sito http://www.basquiat.beer)

cheese

Ingredienti per una tortiera da 20 cm:
BASE
Zucchero di canna 2 cucchiai
Biscotti Digestive 175 gr
Burro 85 g
CREMA AL FORMAGGIO
Amido di mais 20 g
Limoni il succo di 1
Uova 2 intere e 1 tuorlo
Zucchero 100 g
Estratto di vaniglia 1 fialetta
Philadelphia (io uso il light ma il migliore è lo Yò) 600 gr
Panna fresca da montare 100 ml
COPERTURA
Panna acida 200 ml

Tritate finemente al mixer i biscotti Digestive con lo zucchero di canna, e aggiungete il burro fuso. Quindi mescolate e trasferite la base ottenuta in una tortiera di 20 cm foderata con carta da forno. Con le mani pressate bene sia sulla base che sui bordi della tortiera. Ponete la base in frigorifero 1 ora.
In una ciotola versate le uova intere e il tuorlo, aggiungete lo zucchero e lavorateli a crema con uno sbattitore elettrico. Unite il Philadelphia e mescolate.
Versate sul composto anche il succo di limone, la maizena e infine la panna fresca liquida.
Amalgamate il tutto lavorandolo sempre con la frusta. Poi riprendete la base e su di essa versate la crema, livellatela e cuocete la cheesecake in forno statico per un’ora: a 180° per i primi 30 minuti e poi a 160° per gli ultimi 30 minuti. Quando sarà pronta, lasciatela raffreddare a forno spento leggermente aperto, poi sfornatela.
Mentre la cheesecake cuoce, preparate la crema di copertura: la panna acida si fa unendo 100 ml di panna da montare con 100 ml di yogurt greco ed un cucchiaio di limone. Mescolate la panna acida e distribuitela sulla Cheesecake. Fate glassare il tutto in forno, a 170’ per circa 5 minuti. Lasciate freddare e gustatela con amarene, topping ai frutti di bosco o cioccolato!!

cheese214079605_10206930319685020_5444060620547335359_n

Seguitemi su Facebook per restare sempre aggiornati con le novità!

https://www.facebook.com/incucinaconfloriana/

 

Precedente Barchetta di patata fresca farcita Successivo Conserve sott'olio gustose